Warning: Use of undefined constant full - assumed 'full' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /web/htdocs/www.eventivalsesia.info/home/wp-content/plugins/rss-post-importer/app/classes/front/class-rss-pi-front.php on line 205

Warning: Use of undefined constant full - assumed 'full' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /web/htdocs/www.eventivalsesia.info/home/wp-content/plugins/rss-post-importer/app/classes/front/class-rss-pi-front.php on line 258
Alta ValsesiaCampertognoSpettacoli

Campertogno: a teatro va in scena “Donna non rieducabile”

“DONNA NON RIEDUCABILE” in scena al Teatro Fra Dolcino di Campertogno

“I nemici dello Stato si dividono in due categorie: i nemici che si possono far ragionare e quelli incorreggibili. Con questi ultimi non è possibile dialogare e ciò li rende non- rieducabili. E’ necessario che lo Stato si adoperi con ogni forza per bonificare il territorio da questi personaggi non rieducabili”. Anna Politkovskaja è “donna non-rieducabile”. Si tratta di una circolare interna dell’Ufficio di presidenza russo, firmata da Vladislav Surkov

Sabato 6 aprile alle ore 21, al Teatro Fra Dolcino di Campertogno l’Associazione Culturale Fiorile e Messidoro porterà in scena “DONNA NON RIEDUCABILE”, dove si parlerà dunque di una donna, di donne e di uomini, di guerre, di potere, di soprusi, di morte; di coraggio, di resistenza, di speranza.

La vittima designata è appena tornata illesa da una zona di guerra in cui si muore persino

/> per imprudenza o per errore. La vittima designata viene colpita e abbattuta di fronte alla
sua casa, nella capitale democratica del suo Paese, una città, un luogo, una strada, in cui
non è in corso alcun conflitto armato; in cui, a prima vista, sembra che scontri, discordie e
polemiche siano routine nel normale confronto democratico.

La donna si chiama Anna Politkovskaja ma la sua vita e la sua morte sono la vita e la
morte di tante altre donne e uomini che continuamente combattono contro i soprusi e le
menzogne in un mondo cosiddetto democratico: perchè la libertà personale o di stampa sia
reale e non solo propaganda.

Il testo, firmato da Stefano Massini per la regia di Costanza Daffara e Luigi Gabriele
Smiraglia, vede in scena Laura Cairo, Valentina Ceralli, Costanza Daffara, Agnese Muré, Caterina Pietrasanta, Emanuele Rossi e Anna Tosi. Allestimento tecnico di Luigi Gabriele Smiraglia.

 

 

Tags
Guarda tutto

Commenta

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker