Alta ValsesiaSpettacoli

Campertogno: stagione teatrale 2018-19

Ideare e mantenere per dieci anni una stagione teatrale in un paese di montagna: Campertogno, posto a 815 metri sul livello del mare, con poco più di duecentocinquanta abitanti, è davvero un’impresa che merita di essere conosciuta e valorizzata, ma va anche segnalato, come ulteriore nota di merito, che tutti gli spettacoli sono a ingresso libero.

A Campertogno, paese valsesiano, patria di artisti come i pittori Pier Celestino Gilardi, Camillo Verno, Pietro Francesco e Giovanni Gianoli, di scultori tra i quali ricordiamo Giuseppe Antonio Gianoli, Alessandro e Giuseppe Gilardi, anche quest’anno debutterà la stagione teatrale, con la decima edizione di: “Teatrando, le Culture, le Storie e le Tradizioni”, promossa dall’Amministrazione Comunale e sostenuta in modo particolare dal Sindaco Paolo Vimercati, realizzata anche grazie al generoso contributo della Fondazione CRT.

Il Direttore artistico della Rassegna è Daniele Conserva, attore, cantante, che riesce a creare un cartellone interessante, variegato e di qualità.

Il primo spettacolo sarà venerdì 7 dicembre con in scena “José e Davide” Concerto-Spettacolo ispirato a Beppe Fenoglio di Mauro Carrero, di Alba (Cn), commissionato dal Centro di documentazione “Beppe Fenoglio” della Fondazione Ferrero nel 2013, già rappresentato in molte località italiane e

straniere.
Seguiranno: sabato 5 gennaio: “Crack – Storia della Bemberg” – di Floriano Negri, Teatro Dé Bisognosi. Sabato 9 febbraio, sarà la volta di uno degli spettacoli più attesi sul nostro palcoscenico: “Margherita della parete calva – Storia di una eresia” (Storia di Dolcino ed i suoi seguaci sulle montagne della Valsesia) di Gianni Lucini ed Eleonora Pizzoccheri, portato in scena da Orizzonte Teatro con la Regia di Pierpaolo Sepe, importante firma nel Teatro di oggi, già rappresentato con successo ad Asti Teatro la scorsa estate.
Nelle primavera saranno portati a Campertogno tre spettacoli di compagnie valsesiane: 16 Marzo: “Mary Shelley / Victor Frankenstein” – di Francesca Pastorino per Associazione Culturale Mano d’Opera, cui parteciperà come attore lo stesso Direttore artistico, Daniele Conserva; 6 Aprile – “Donna non rieducabile” – Associazione culturale Fiorile e Messidoro.

La stagione chiuderà il primo giugno con: “Le donne di Fabrizio – Omaggio a Fabrizio De André” di Daniele Conserva, questa volta nelle vesti di “cant-attore”, e Sandro Orsi.

Daniele Conserva Francesca Pastorino
Guarda tutto

Commenta

Close