Varallo

VARALLO – Valsesia (Vercelli) 450 m.s.l.m

Informazioni Geografiche: superficie: 90 kmq – Frazioni e Località:

Frazioni di Varallo: Aniceti-Pianebelle, Arboerio, Balangera, Barattina, Camasco, Cavaglia Sterna, Cervarolo, Cilimo, Corte e Costa, Erbareti, Gambararo I, Isole, Locarno, Morondo, Parone, Rolate, Salaro, Scolaro, Scopelle, Solivo Volta, Villa Superiore, Verzìmo, Valmaggia, Sabbia, Roccapietra, Morca, Molindelina, Montata, Massera, Grattera, Gerbidi, Dovesio, Crevola Sesia, Cortaccio

Alpeggi e Rifugi: Alpe Baite o Alpe Cerasei, Alpe Barche, Alpe Bondale, Alpe Borghetti, Alpe Ca’ Bellio, Alpe Campo, Alpe Canale, Alpe Casarole, Alpe Casavei, Alpe Cavalla, Alpe Cerei, Alpe Cevia, Alpe Chignolo, Alpe Coldra, Alpe Colmetto, Alpe Colletto, Alpe Cortaccio, Alpe Corti, Alpe Costabella, Alpe dei Rossi, Alpe del Vallè, Alpe del Vella, Alpe dell’Umpiano, Alpe Falconera, Alpe Fajei, Alpe Francesca, Alpe Ghiaccio, Alpe Giandolini, Alpe Giavina, Alpe Giona, Alpe Grassure, Alpe Il Pizzetto, Alpe Il Taponi, Alpe In Cima, Alpe La Balma o Frassunera, Alpe La Bora, Alpe La Pianaccia, Alpe Lincé, Alpe Morchetta, Alpe Molindelina, Alpe Orgiolo, Alpe Orvaso, Alpe Ovago, Alpe Piaggia, Alpe Pian del Moro, Alpe Piane, Alpe Pianigal, Alpe Pianone (di Sopra e di Sotto), Alpe Pianello, Alpe Picciolo, Alpe Pissarotta, Alpe Pontine, Alpe Pradeloro, Alpe Previano, Alpe Ranghetto, Alpe Riale, Alpe Ruse, Alpe Rusi, Alpe Sacchi, Alpe Sass Pian, Alpe Scanfurno, Alpe Sella, Alpe Selletto, Alpe SN, Alpe Seti, Alpe Solivo, Alpe Strengio, Alpe Sulidot, Alpe Taponi, Rifugio Camosci, Rifugio Primatesta (Cellio con Breia), Rifugio Spanna Osella al Bec d’Ovaga.

Località: Aunicia, Barca, Bauletto, Località Belvedere, Bonda Tuppa, Bondali, Bosco dell’Impero, Brughetto, Ca’ di Viano, Canepale, Cascina Costa, Cascina Magnova, Cascina Orlo, Casone di Sopra, Castagnoli, Castello d’Arian, Castello di Barbavara, Cavallotti, Ceroso, Chioso, Chioso Drera, Creste, Creste di Sopra, Croce di Santa Maria, Crosa, Cugnolo, Distretto, Dorcia, Eur de Bò, Fano, Farsolo, Fontana della Boccia, Fontanelle, Folle, Fraschè, Gamarra, Gavosa, Germetto, Località Giare, Giardino, Giarole, I Prati, Il Palazzo, La Gula, La Piana, La Vezzosa, Lama del Basacu, Manuccio, Miniere della Balma e Case dei Minatori, Mollinaccio, Montoni, Mucarova, Mulino, Oro, Oro di Vei, Oro del Nasso, Oro del Pizzo, Oro del Volta, Oro della Pietra, Ovaga, Ovagaccio, Ovaighe, Pezza dei Corni, Pezza di Mezzo – di Sopra e di Sotto, Piaccio, Pian Bollei, Pian del Buco, Pian Presello, Piana di Morondo, Piane, Pianello, Ponte dei Baulei, Ponte della GulaPonte Stradale di Cervarolo, Pozzallo, Pozione, Prà, Prà di Sotto, Prà Verde, Prà Zanoli, Prati della Cascina, Prati di Vocca, Regione Scopelletto, Roleto, Ronchi, Rondo, Ruse, Santina, Sasso Bardo, Sasso da Lora, Sasso Gatto, Sella, Sella Bertoli, Sella di Camasco, Sella Giannetti, Sellaccia (Varallo-Cravagliana), Selletto, Selletto Bortolin, Selletto dei Panani, Selletto di Borsetto, Sole di Mezzo, Strausa, Tencia, Trasenta, Uniccia, Urbalin, Vallaccia, Valle della Duggia, Verengia, Verzura, Volta Grande, Zuccone.

Varallo confina con i seguenti Comuni:

  • Borgosesia
  • Cellio con Breia
  • Cesara (VB)
  • Civiasco
  • Cravagliana
  • Madonna del Sasso (VB)
  • Nonio (VB)
  • Quarna Sotto (VB)
  • Quarona
  • Valstrona (VB)
  • Vocca

VARALLO – VALSESIA – E SACRO MONTE


Informazioni utili per il turista:


SCOPRI DI PIU SUL TERRITORIO DELLA VALSESIA

Fai click sul banner sottostante per scoprire alcune delle meraviglie che puoi trovare in Valsesia ↓

Scopri le meraviglie della Valsesia


IL TERRITORIO

Sentieri principali: Puoi consultare la lista completa dei sentieri dal sito ufficiale del “CAI” Sezione di Varallo → Caivarallo.it> sentieri nella zona del comune di Varallo


⛰ RILIEVI, COLLI E MONTI:


STORIA DI VARALLO

Da Wikipedia: «L’etimologia del toponimo è incerta. È stata proposta, anche se probabilmente poco soddisfacente, una derivazione da *vararius, con il significato di ‘luogo incolto, aspro’».

Il più antico documento relativo a Varallo, dove compare l’antica denominazione Varade, risale al 10 giugno 1025: si tratta di un diploma con il quale il re di Germania Corrado II, detto il Salico, conferiva al vescovo Pietro di Novara alcuni beni sequestrati ai fratelli Riccardo e Uberto dei conti di Pombia, sostenitori di Arduino d’Ivrea, tra cui la val d’Otro (alpe de Otro), il ponte di Varallo (ponte de Varade) e Roccapietra (Roccam Huberti).

La stessa denominazione Varade compare anche in un successivo diploma di Enrico IV del 13 aprile 1060. In seguito però incominciò ad affermarsi la denominazione Varale, che compare la prima volta in un documento del 6 marzo 1083 con il quale il conte Guido di Pombia donava alcuni beni di sua proprietà situati in Valsesia all’abbazia di Cluny, tra i quali un mulino che sorgeva “in loco ubi dicitur Varale”; questa denominazione, tanto nella forma Varale che in quella villam Varallis, si diffuse definitivamente durante il XII secolo.

Varallo, per la Valsesia, è tra le Città decorate al valor militare per la guerra di liberazione in quanto insignita della Medaglia d’oro al valor militare per i sacrifici delle sue popolazioni e per la sua attività nella lotta partigiana durante la seconda guerra mondiale.

PERSONAGGI ILLUSTRI (NATI A VARALLO):

  • GIOVANNI ALBERTONI – Nato nel 1806 a Varallo, nella Valsesia, in provincia di Vercelli, Giovanni Albertoni, dopo i primi studi nella città natale e poi a Milano e Torino, ottenne un aiuto economico dal Nobile Collegio Caccia che gli consentì di trasferirsi a Roma ove completò la sua formazione come allievo di Bertel Thorvaldsen, celebre scultore neoclassico di origine danese, frequentando l’atelier del maestro, insieme ai suoi migliori allievi tra i quali Pietro Tenerani e Pietro Galli.
    Tra le sue opere più note il monumento al filosofo Vincenzo Gioberti del 1859, in piazza Carignano a Torino e al matematico ed astronomo Joseph-Louis Lagrange del 1867, nella piazza omonima, sempre nella città sabauda. Su commissione della famiglia reale piemontese, realizzò un monumento funebre alla regina Maria Cristina nella Abbazia di Altacomba, mausoleo e luogo di sepoltura della famiglia Savoia. Dell’Albertoni è anche il busto di papa Pio IX nel Duomo di Torino.
  • GIULIO ARIENTA – È stato un pittore italiano dell’Ottocento. Arienta frequentò a Varallo la scuola di disegno del maestro Giacomo Geniani, studiò poi all’Accademia Albertina di Torino con Carlo Arienti. In seguito soggiornò a Roma e Firenze, per poi viaggiare in Francia, Spagna e Argentina, dove risiedette tra il 1874 e il 1876. Rientrato a Varallo, vi soggiornò sino alla morte, nel 1900.
  • GAUDENZIO FERRARI – (Valduggia, fra il 1475 e il 1480 – Milano, 31 gennaio 1546) è stato un pittore e scultore italiano. Nella città di Varallo sono presenti molte opere di sua manifattura, che arricchiscono per esempio, le Cappelle del Sacro Monte, la magnifica Parete Gaudenziana di Santa Maria delle Grazie, La Collegiata di San Gaudenzio e l’Oratorio della Madonna di Loreto.
  • BENEDETTO BORDIGA
  • GAUDENZIO BORDIGA
  • CARLO BORSETTI
  • ANGELO CRIPPA
  • EUGENIO FUSELLI
  • CRISTOFORO MARTINOLIO  “IL ROCCA”

ECONOMIA

INDUSTRIA, ARTIGIANATO E COMMERCIO

A Varallo sono presenti sia attività industriali che attività artigianali. L’economia locale è principalmente basata sull’artigianato, allevamento di animali, commercio e turismo.

L’industria è costituita da aziende che operano nei comparti alimentare (tra cui lavorazione e conservazione della carne e lattiero-caseario), delle confezioni, della pelletteria, calzaturiero, della gioielleria e oreficeria, dell’estrazione di sabbia, ghiaia e argilla, metallurgico, meccanico ed elettronico.

L’artigianato produce oggetti frutto della lavorazione della “pietra ollare” e in legno. Il terziario si compone di una buona rete commerciale e dell’insieme di servizi, tra cui quello bancario, l’immobiliare e delle assicurazioni. Le strutture sociali sono rappresentate da un asilo nido e una casa di riposo; quelle scolastiche includono un istituto professionale alberghiero, uno tecnico industriale e un liceo classico. Ospita il museo di storia naturale Pietro Calderini, la biblioteca civica Farinone-Centa (storia dell’arte del Piemonte), la biblioteca dell’Archivio di Stato di Vercelli, sezione di Varallo (archivistica e sulla storia di Vercelli), la biblioteca Italo Grassi del Club Alpino Italiano e la biblioteca del museo Calderini. Le strutture ricettive offrono possibilità di ristorazione e di soggiorno. Le strutture sanitarie si avvalgono del servizio ospedaliero.

Per quanto riguarda l’artigianato, degno di nota è la lavorazione del puncetto, un antico pizzo ad ago usato per impreziosire vari oggetti di uso quotidiano, come i paramenti sacri o i tradizionali costumi delle Donne, oltre che per abbellire il corredo di ogni sposa, come lenzuola, tovaglie e tende, negli ultimi anni invece, complice il cambiamento dello stile di vita, il puncetto viene utilizzato per creare oggetti come orecchini, collane, bracciali, borse e qualsiasi cosa si voglia rendere “preziosa”, infatti non c’è  limite alla fantasia di ogni brava puncettaia. Il Puncetto, quale importante testimonianza da custodire e tramandare, è in lizza per diventare Patrimonio Unesco.

ALCUNE TRA LE PIÙ IMPORTANTI ATTIVITÀ LOCALI

  • LIVIO GARBACCIO – PRESIDIO SLOW FOOD – Produttore formaggio Macagn, Località Pianai, 13010 Civiasco – Alpeggio 1: Alpe Lincée, 13019 Varallo – Tel. 347-4564589: Livio / 347-3027202: Emanuela, E-mail emmaiux@libero.it livio.garbaccio@macagn.com
  • RAVIOLIFICIO E PASTICCERIA / BERTOLI– Raviolificio specializzato nella produzione artigianale di pasta ripiena fatta a mano – Località Balangera, 13019 Varallo (VC) – info@raviolificiobertoli.it – Tel. +39.0163.51363.
  • AZIENDA AGRICOLA / CERINI – Prodotti tipici caseari – Frazione Aniceti 11, 13019 Varallo (VC) – fattoriacerini@libero.it – Tel. +39/340.101.8460
  • LA BOTTEGA / DI MAX – Negozio di artigianato tipico – Via Pio Alberganti, 13019 Varallo (VC) – Tel. +39/391.475.538
  • PANE VINO E POI… – Enoteca Regionale con ricerca accurata del territorio – Corso Roma, 82, Varallo (VC) – Tel. +39/345.717.5237
  • LIPPI ENZO – Laboratorio artigianale di restauro di mobili antichi – Via Brigate Garibaldi, 2/D, Varallo – Tel. +39/0163.54378

TRADIZIONI

  • IL CARNEVALE è una delle tradizioni più sentite a Varallo. Le manifestazioni si svolgono tutti gli anni dal giorno dell’Epifania (6 gennaio) al mercoledì delle ceneri, primo giorno di Quaresima. Durante questo periodo la città è governata dalla maschera Marcantonio Carlavé, re dei Dughi e dei Falchetti (così si chiamano i varallesi durante questo periodo). Accompagnato dalla maschera femminile (la Cecca, eletta ogni anno tra le ragazze più belle della città), Marcantonio porta gioia e allegria nel corso di manifestazioni pubbliche, balli, cene e iniziative per bambini, anziani e disabili. Tra gli eventi più partecipati ci sono la Veggia Pasquetta (celebrata sempre il 6 gennaio), il Ballo della Cecca, la Carnevalàa ‘nt la strà, la Giubiaccia, la Raccolta della Legna e il Bal d’la Lüm. Il vertice del Carnevale di Varallo si tocca il martedì grasso con la preparazione e la distribuzione alla popolazione della Paniccia, un minestrone di riso e verdure cotto sul fuoco dentro enormi pentoloni, che un tempo serviva come pasto caldo per poveri e carcerati. L’ultimo evento è il Processo e il rogo a Marcantonio che cade il primo giorno di Quaresima chiudendo il calendario di iniziative. Il carnevale viene organizzato da un apposito Comitato che si costituisce in autunno e porta avanti le manifestazioni dell’anno successivo.
  • L’ALPÀA è una mostra mercato nata nel 1977 che si tiene per 10 giorni della seconda settimana del mese di luglio nel comune. L’idea originaria era quella (nata in seno al comitato del Carnevale di Varallo Sesia) di espandere l'”estate valsesiana”; il nome derivò dalla consuetudine valsesiana che prevedeva a inizio estate, il prendere forma di un mercato dei prodotti della pastorizia e dell’agricoltura montana. Negli anni è diventata occasione per promuovere il territorio e le sue eccellenze attraverso mostre, visite guidate, gastronomia. Alpàa è anche una grande Kermesse musicale con i suoi concerti in piazza gratuiti, dove si susseguono ogni anno, molti VIP della canzone italiana e internazionale. Per aggiornamenti sulla manifestazione → EVENTIVAVARALLO
Varallo-eventivalsesia
Alpàa concerti in piazza
  • SEDIE IN TAVOLA
  • GIOCHI IN PIAZZA
  • FOLKERMESSE è il raduno delle fisarmoniche e dei costumi tradizionali. Nata solo due anni fa, ha trovato un enorme consenso popolare e di partecipazione di gruppi locali e non solo, diventando di fatto, un appuntamento fisso nel calendario degli eventi autunnali proposti dalla Pro loco.


LUOGHI D’INTERESSE / MONUMENTI / BENI CULTURALI

PALAZZO SCAROGNINI D’ADDA – Edificio complesso, nato già nel XVI secolo dall’aggregazione di corpi diversi arroccati lungo la riva del torrente Mastallone in posizione difensiva. Appare tutt’oggi come un edificio di forma allungata, con il fronte rivolto al corso d’acqua, e il retro appoggiato alla roccia della piccola altura retrostante. Può essere definito tipologicamente come edificio nodale complesso, con andamento a cortina. Esso strutturalmente si presenta come un edificio a manica doppia con muro di spina, suddiviso orizzontalmente ai piani inferiori con volte in muratura, e a quelli superiori prevalentemente con solai in legno. Lo scalone principale garantisce la distribuzione verticale fino al secondo piano, mentre le scale di servizio partono dal primo per giungere fino al terzo. Cunicolo di collegamento con la sponda del fiume. Info Palazzo d’Adda: Via Scarognini, 3, Varallo (VC)

CASA DI GAUDENZIO FERRARI
Nell’omonima Piazza Ferrari si trova la casa dove abitò il grande artista, nel periodo che fu a Varallo. Sempre nella piazza nel 1874 fu eretto un monumento in marmo in suo ricordo.

ISTITUTO ALBERGHIERO DI STATO G. PASTOREVia D’Adda, 33, 13019 – Varallo (VC) – Email: vcrh040008@istruzione.it – Tel. +39/0163.51753

PALAZZO DEI MUSEI – Tra le maggiori raccolte piemontesi, espone opere di Gaudenzio Ferrari, Tanzio da Varallo, i maestri attivi dal Quattrocento per il Sacro Monte; inoltre opere di scuola Valsesiana del Settecento e artisti locali dell’Ottocento e del Novecento. Tra i capolavori esposti, le opere di Gaudenzio Ferrari e Tanzio da Varallo, tra i maestri del Cinquecento e del Seicento italiano. Dal XIV al XIX secolo, la Pinacoteca espone dipinti e sculture di arte lombarda, piemontese e non solo, opera di artisti tra i quali Bernardino Lanino, Camillo Procaccini, Pier Francesco Gianoli, Giambettino Cignaroli, Giuseppe Pellizza da Volpedo, Pier Celestino Gilardi. Infine è presente una raccolta di 200 pezzi maioliche italiane che vanno dal Quattro al Settecentotale. Palazzo dei Musei si trova in Piazza Giovanni Calderini, 25 – Email: info@palazzodeimusei.it – Tel. +39/0163.51424

 

TEATRO CIVICO – dove si trova anche il monumento al re Vittorio Emanuele II di Savoia. Piazza Vittorio Emanuele II, 19 – Tel. +39/0163.53498

BASILICA DEL SACRO MONTE DI VARALLOPiazza G. Testori – Tel. +39/377.465.4982

CAPPELLA DELLA MADONNA DI LORETOLa Cappella della Madonna di Loreto è stata edificata verso la fine del XV secolo, al di sopra di una primitiva cappelletta. È noto che la basilica Lauretana fu iniziata nel 1468 e continuò ad essere abbellita per tutto il XVI secolo, risultando una significativa e ricchissima creazione del Cinquecento. È verosimile che il modesto edificio di Roccapietra sia sorto come una espressione locale di questo culto alla Santa Casa, che in quel tempo aveva una grandissima rinomanza ed era fonte di numerosi pellegrinaggi. La cappella della Madonna di Loreto si erge in posizione isolata entrando in Varallo. Essa riveste un particolare interesse artistico per la eleganza della sua architettura rinascimentale e per l’ampio apparato decorativo esterno ed interno.

CHIESA DI SANTA MARIA DELLE GRAZIE – La chiesa si trova proprio ai piedi del Sacro Monte, ed al suo interno è possibile ammirare uno dei massimi capolavori del Gaudenzio Ferrari: la “Parete Gaudenziana”  raffigurante in 20 quadri la vita di Gesù.  Orario di apertura/chiusura (Mattino ore 6:30 – 11:45 / Pomeriggio ore 15:00 – 18:00). É possibile prenotare delle visite guidate seguendo questo indirizzo → sacromontedivarallo.com

Varallo-eventivalsesia
Parete Gaudenziana Chiesa Madonna delle Grazie Varallo

PONTE DELLA GULA antico ponte che anticamente collegava Varallo con la Valmastallone. Visibile ancora oggi in tutto il suo splendore, poco dopo la frazione Barattina di Varallo.

CHIESA DI SAN MARCO – La chiesa di San Marco, chiesa consacrata a San Marco, è un monumento nazionale, in stile gotico, la cui edificazione risale agli ultimi decenni del XIV secolo; al suo interno sono contenute notevoli opere pittoriche dovute alla mano di artisti valsesiani. La chiesa si trova in Via Brigate Garibaldi, 6Maggiori dettagli

CHIESA COLLEGIATA DI SAN GAUDIENZO – Chiesa dedicata a San Gaudienzo (primo vescovo di Novara) e, principale dell’abitato di Varallo. La chiesa domina dall’alto la piazza dedicata a Vittorio Emanuele II di Savoia.

Collegiata di San Gaudenzio Varallo Sesia
Collegiata di San Gaudenzio Varallo Sesia

STATUA DI GAUDIENZO FERRARI – Il monumento si trova nella piazza-giardino che sorge a lato della chiesa di Santa Maria delle Grazie, quasi di fronte alla funivia che conduce al Sacro Monte. La statua è un doveroso omaggio a questo artista originario della bassa Valsesia.

IL SACRO MONTE DI VARALLO – Tra i più antichi e di maggior interesse artistico tra i Sacri Monti presenti nell’area alpina lombardo-piemontese, è stato dichiarato patrimonio mondiale dell’umanità. L’area in cui sorge fa parte di una riserva naturale della Regione Piemonte (Riserva speciale del Sacro Monte di Varallo). Il monumento architettonico si trova presso la Piazza Giovanni Testori ed è prevalentemente sempre aperto ai visitatori. Maggiori dettaglisacromontedivarallo.com Tel. +39/377.465.4982

LA FUNIVIA DEL SACRO MONTEOrario di apertura/chiusura – Estivo: 9:00 – 18:00 (prolungato alle ore 19:00 sabato, domenica e festivi) Invernale: 9:00 – 17:00 (sabato, domenica, festività e vacanze natalizie) Tel.+39/0163.564391 o +39/0163.922922

Panorama dalla funivia del Sacro Monte di Varallo Sesia-eventivalsesia

 


OSPITALITA’ – ACCOGLIENZA TURISTICA

  • Agriturismo “Valdigoja” – (Cucina locale) Frazione Parone / Località Valdigoja – Tel. 0163-54472 – Cell. 348-3410900
  • Vecchio Albergo al Sacro MonteLocalità Sacro Monte, 14 – Tel. 0163-54254 – Cell. 340-8965327
  • Ristorante “Piane Belle La Supa” – (Cucina locale) Località Pianebelle – Tel. 0163-51320
  • Albergo “Italia” – Corso Roma, 6 – Tel. 0163-54244 E-mail. info@albergoitalia.net
  • Agriturismo “Alpe Sacchi” – Località Alpe Sacchi – Cell. 368-3724943
  • Osteria del Barbis – (Cucina mediterranea) Via Brigate Garibaldi, 78 – Tel. 0163-51266
  • Agriturismo “Lavazzei” Località Sella, 7, Frazione Paraone – Cell. 349-7751796
  • Ristorante Pizzeria Il Tiglio di Guala Paola – Piazza Marconi, 1 – Tel. 0163-564523
  • Ristorante Pizzeria Il Giardino – Via Rossi Tancredi Mario, 18 – Tel. 0163-53685 – Email. jackgiardino81@gmail.com
  • Hotel Ristorante Delzanno – Regione Crosa, 8 – Tel. 0163-642284 – Email. ristorantedelzanno@hotmail.it
  • B&B Al Vicolo del Gallo Vicolo del Gallo, 5 – Cell. 337-1074525 – Email. alvicolodelgallo@gmail.com
  • Ristorante Pizzeria “La Sfinge” – (con possibilità di soggiorno) Via Osella, 27 – Tel. 0163-51588

GUARDA ANCHE LA PAGINA DELLE ⇒INFORMAZIONI UTILI per scoprire altri indirizzi di pubblica utilità o emergenza in Valsesia.

Il contenuto di questa pagina è in costante aggiornamento. Vuoi aiutarci ad arricchirla con informazioni o fotografie? Puoi farlo inviando una email a: eventivalsesia@gmail.com ti ringraziamo anticipatamente per il contributo.

Back to top button