AlagnaAlta ValsesiaAlto SermenzaCervattoCosa visitareFobelloPiodeRimellaScopaScopelloVarallo

Il 2019 è l’anno del “turismo lento”

L’anno 2019, è l’anno del così detto “turismo lento”, quel modo di gustarsi itinerari, attraverso belle e salutari camminate ma non solo a piedi.

In Valsesia?? Beh sarà certamente un’ottima opportunità, per ammirare gli splendidi panorami, in mezzo alla sua incredibile natura incontaminata. Passo lento e corto… il classico passo di montagna, quello che accompagnerà i turisti, amanti della natura, in corti o lunghi itinerari, alla scoperta delle bellezze storiche e naturalistiche che essa può offrire.

A spasso sui sentieri della Valsesia Credit Manuel Minola Violino

Ma sarà anche un modo per valorizzare i territori italiani, meno noti al turismo internazionale” così dice l’Unione Nazionale Comuni comunità montane, la quale afferma inoltre che “il 2019 Anno del turismo lento, sarà un modo per rilanciarli in chiave sostenibile, favorendo esperienze di viaggio innovative“. A cominciare dai treni storici a alta panoramicità, agli itinerari culturali, ai

cammini, alle ciclovie, ai viaggi a cavallo.

Treno storico a Prato Sesia, credit Ernesto Vivoli

Qui in Valsesia, abbiamo la fortuna di avere il passaggio del treno storico che da Milano giunge a Varallo Sesia diverse volte all’anno ma quest’anno chissà.. potrebbero aumentare il numero delle corse, anche grazie alla grande richiesta da parte dei turisti.

 

Itinerari culturali ce ne sono molti, a cominciare dal bellissimo, nonché patrimonio dell’UNESCO, “Sacro Monte di Varallo Sesia” , 

Sacro Monte di Varallo Sesia
Sacro Monte di Varallo Sesia

un incredibile percorso non solo di fede ma anche di arte e storia, con le sue 45 cappelle e magnifiche opere d’arte a grandezza naturale, la Basilica dell’Assunta, i Palazzi, i giardini; poi la città di Varallo  ricca di musei e sede della rinnovata Pinacoteca; i sentieri dell’Arte, un’altra imperdibile occasione, per visitare la Valsesia a passo lento, alla riscoperta di Chiese ed Oratori, sparsi in tutta la valle.

 

Itinerari ciclistici, in mezzo alla natura, come quelli accessibili grazie alla pista ciclabile

Pista ciclabile della Valsesia scorcio

della Valsesia, che attraverso sentieri nei boschi che lambiscono i piccoli e ridenti paesi della valle, ti permettono di raggiungere Alagna da Balmuccia, oppure di attraversare le vallate come quelle da Rassa a Mera per arrivare fino a Bielmonte in provincia di Biella.

Fiore all’occhiello restano comunque i tantissimi itinerari escursionistici, agibili in tutta la Valsesia, dove potrai ammirare paesaggi magnifici, a stretto contatto con una natura ancora molto selvaggia, proprio perché in questa valle, si è molto limitato l’intervento dell’uomo. Qui in Valsesia, ogni angolo di “paradiso” va conquistato, passo dopo passo… non avrai che l’imbarazzo della scelta, da escursioni di poche ore a quelle di più giorni e per raggiungere, se sei bravo ed allenato, anche il rifugio più alto di Europa, la Capanna Margherita a quota 4554 mt.

Che sia inverno oppure estate, trovi sempre un buon motivo, per venire in Valsesia ad ammirare le sue bellezze naturalistiche, storiche ed artistiche. Terra di grandi artisti come il Gaudenzio Ferrari, terra di grandi artigiani, come quelli del marmo artificiale di Rima, del prezioso Puncetto Valsesiano“, terra di famosi personaggi come Vincenzo Lancia e questi sono solo alcuni suggerimenti.

 

 

Commenta

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker