Alta ValsesiaMercatini e mostreReportage eventiVarallo

Varallo: Mostra “Disegnare il Carnevale”

LA MOSTRA “DISEGNARE IL CARNEVALE” E’ DEDICATA ALL’ARTISTA DI CORTE GIORGIO PERRONE

Il Carnevale varallese è una tradizione che si perpetua anche attraverso segni grafici che diventano familiari e riconoscibili quando sono l’opera continuativa di un unico artista, che naturalmente si evolve, ma mantiene una forte cifra di riconoscibilità. Disegnare il Carnevale. Mostra dedicata a Giorgio Perrone: l’artista del Carnevale di Varallo:
è il titolo della mostra che è stata inaugurata sabato 23 febbraio nella luminosa Sala Veranda di Villa Virginia, sede dell’Unione dei Comuni Montani, alla presenza delle maggiori autorità cittadine: dal Presidente dell’Unione dei Comuni Montani, Pier Luigi Prino, all’Assessore alla Cultura del Comune di Varallo, Alessandro Dealberto, al Presidente del Comitato Carnevale, Simone Berardi, al Dirigente Scolastico dell’Istituto Alberghiero, Professor Alberto
Lovatto.

Ha fatto gli onori di casa il Gran Ciambellano, Simone Mancin, che ha presentato sua maestà Re Marcantonio e la consorte Cecca e ha commentato i disegni di Giorgio: “Sempre ricchissimi di particolari, pieni di sguardi di bambini, sorrisi di persone anziane. Con Giorgio si è creato un sodalizio affiatato: ci completiamo a vicenda, lui disegna ed io impagino graficamente”.

A Giorgio, da mezzo secolo “l’artista di corte” del carnevale varallese, è stata consegnata una targa ricordo: “Con la tua matita hai tratteggiato in modo indelebile la storia di Varallo e del suo Carnevale. Il Comitato Carnevale esprime infinita riconoscenza a Giorgio Perrone, artista di corte”. Giorgio Perrone – nato a Torino nel 1933, storico insegnante dell’Istituto Alberghiero di Varallo, che ha collaborato con molti enti ed associazioni cittadine, raccontando la storia della città con i suoi disegni coloratissimi – era visibilmente commosso, per questo: “Oscar alla carriera” per quello che ha definito con molta modestia: “Non è stato un grosso impegno, disegnare qualche figurina, divertendomi anche”.
I componenti del Comitato hanno lavorato molto per allestire una mostra che mettesse in luce le variegate valenze artistiche di queste opere grafiche, ambientandola in un’ideale piazza in cui sobbollono i pentoloni della paniccia: portarsi a casa questi disegni oggi è possibile grazie al ricco catalogo che correda la mostra, curato dal figlio, Luca Perrone, con un’introduzione di Paola Angeleri.

Don Roberto Collarini ha benedetto la mostra, sottolineandone il valore di: “Memoria del Carnevale varallese: il sorriso nasce spontaneo vedendo questi disegni”. All’inaugurazione di sabato è seguito un rinfresco preparato e servito dagli studenti dell’Istituto Alberghiero di Varallo.

Sarà possibile visitare la mostra fino al 10 marzo, dal martedì al venerdì dalle 15 alle 18; il sabato e la domenica dalle
10 alle 12 e dalle 15 alle 18. Tutti i sabati di apertura alle 10 e alle 15 si potrà usufruire di una visita guidata gratuita.

Advertisement

Commenta

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker