Bassa ValsesiaGattinaraSpazio ai lettori

Gattinara: riparte il progetto “Buon Samaritano”

Con l’inizio dell’anno scolastico e delle mense, a Gattinara viene riavviato l’importante progetto sociale “Buon Samaritano”.

Grazie a questo progetto, nel corso dei passati anni scolastici sono stati distribuiti più di 30.000 pasti alle famiglie in difficoltà, con una media giornaliera di circa 30 pasti, recuperando gli alimenti non portati a tavola dalla mensa delle scuole elementari e delle medie di Gattinara. Un grande risultato ottenuto grazie all’aiuto di tutti.

Il Progetto è nato nel 2014, grazie all’interessamento diretto del Consigliere Enrico Segatto, con il fine di sostenere le famiglie in difficoltà e, contestualmente, di ridurre gli sprechi alimentari e la produzione di rifiuti organici.
Da allora, il Comune di Gattinara, con la collaborazione di vari soggetti fra cui il Consorzio C.A.S.A., la Dussmann (la ditta che fornisce i pasti nelle mense scolastiche di Gattinara) e le Associazioni di volontariato che vi collaborano (Stop Solitudine, C.R.I. Comitato locale di Gattinara, San Vincenzo, gli amici del Cortile delle Suore), ha avviato il progetto “Buon
Samaritano” riuscendo a creare un circolo virtuoso tra aziende, enti caritativi e Istituzioni che garantisce alle persone in difficoltà un piccolo sostegno.
Il progetto ha inoltre una forte valenza educativa, infatti insegna ai ragazzi delle scuole primaria e secondaria a impegnarsi a dare importanza al cibo che non va assolutamente sprecato.

«Era il maggio 2014spiega con soddisfazione Enrico Segattoe partiva un progetto che mi stava e sta tutt’ora molto a cuore: il progetto denominato Buon Samaritano. Non avrei mai pensato che potesse raggiungere numeri così consistenti. Abbiamo raggiunto la considerevole
cifra di 30.000 pasti erogati da allora ad oggi. Oggi i pasti erogati hanno una media giornaliera più contenuta, allora superava la media di 30
pasti, oggi si aggira sui 20-25 pasti giornalieri. Numeri impressionanti se si pensa che erano tutti cibi destinati a diventare nella migliore delle ipotesi compost. Un grazie di cuore va a tutte le persone che collaborano fattivamente a questo progetto,conclude il Consigliere Segattoun piccolo gesto che al di là dell’aiuto materiale ci ricorda che siamo soprattutto una Comunità, una Comunità che non vuole dimenticare nessuno in particolar modo le persone bisognose. Inoltre il progetto ha anche una valenza didattica, i ragazzi imparano a ragionare sugli sprechi e sulle persone in difficoltà».

«Un progetto di Comunitàcommenta il Sindaco di Gattinara, Daniele Baglionedi cui sono particolarmente orgoglioso. Il risultato raggiunto non è scontato, lo si deve al lavoro che i nostri volontari fanno tutti i giorni, dedicando il loro tempo al servizio della Comunità e, in modo particolare dei più deboli. Il traguardo dei 30.000 pasti distribuiti in questi anni è la dimostrazione di quanto bene si possa fare con un semplice gesto d’amore. Ringrazio vivamente tutti coloro che si adoperano per portare avanti questo importantissimo progetto e, in particolare, voglio ringraziare il Consigliere Enrico Segatto grazie al quale tutto si è avviato e che, dietro le quinte, coordina con attenzione tutti gli aspetti burocratici e tecnici».

Tags

Commenta

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker