Bassa ValsesiaRomagnano Sesia

Romagnano Sesia: “La vita è un cicles” con Margherita Oggero

Con un bicchiere di vino –  Margherita Oggero racconta “La vità è un cicles” a Villa Caccia

Con un cambio di data, non più 6 aprile ma 13 aprile, dovuto a un impegno imprevisto e inderogabile della scrittrice Margherita Oggero, prosegue il susseguirsi di eventi della rassegna “Nero noir black. Da un’idea di Scrittori e sapori”.

Sullo sfondo accattivante del Museo Storico Etnografico di Villa Caccia (Romagnano Sesia) si
svolgerà sabato 13 aprile alle ore 18.00 l’evento “Con un bicchiere di vino”, parte della rassegna
“Nero noir black”.

Introdurrà il presidente del Museo Franco Tinelli, seguito dagli interventi di Laura Travaini
(scrittrice e tra i fondatori dell’associazione “Scrittori e Sapori”). Protagonista sarà Margherita
Oggero che, dialogando con Stefano Fanzaga, ci parlerà del suo ultimo libro “La vita è un cicles”,
edito da Mondadori.
Per ragioni di sicurezza si darà priorità ai prenotati.

Prenotazioni a info@museostoricoromagnano.it, oppure al 342 163 1245.

Margherita Oggero è autrice di numerosi libri di grande successo. Da uno di questi è stato tratto, nel 2004, il film di Dario Ferrario “Se devo essere sincera”, con Luciana Littizzetto.

Oggero è inoltre autrice di una serie di racconti da cui è stata tratta la serie televisiva “Provaci ancora prof “. Il suo nuovo romanzo “La vita è un cicles” è un giallo ambientato nella città in cui è nata e
vissuta, Torino. Qui nel retro di dell’Acapulco’s, uno dei peggiori bar della città, viene ritrovato un
morto ammazzato. Chi è? Ma soprattutto, chi l’ha fatto fuori, e perché? Massimo, giovane laureato
in Lettere che per sbarcare il lunario prepara panini e scongela brioches precotte, non sa nulla di
quel cadavere con la faccia spappolata, così come sembra non saperne niente neppure Gervaso
detto Gerry, il figlio del padrone del bar, un ragazzotto non proprio sveglio, più interessato a
conquistare la bella Sabrina che a fare fatica dietro al bancone. A dirigere le indagini con la sua
squadra c’è il commissario Gianmarco Martinetto, un poliziotto dal carattere ruvido e
apparentemente scostante come la sua città, che deve rimboccarsi le maniche per risolvere questo
intricato caso in cui le piste investigative si confondono e si sovrappongono. Dietro l’omicidio c’è
forse la mano di una misteriosa mafia veneta che ha il controllo della periferia torinese? Oppure è
uno spietato regolamento di conti per una faccenda di droga, o prostituzione? E chi è veramente
Gilda, femme fatale che fa perdere la testa a Massimo, bravo ragazzo più a suo agio con le versioni
di latino che con i sentimenti?

Nero noir black da un’idea di Scrittori e Sapori

La rassegna nasce da una nuova idea di “Scrittori e Sapori”, partendo da uno un territorio che
attrae per le sue molteplici sfaccettature – lentamente digradando dalle montagne dell’Ossola,
passando per il lago d’Orta per poi appoggiarsi sulla piana padana novarese coltivata a riso – ma
anche guardando oltre per raggiungere il cuore umbro dell’Italia.

Percorso culturale e nel contempo enogastronomico che gioca sul colore nero, nel suo
svolgersi lega, con doppio filo come di consueto, la letteratura (che va a sfiorare il genere noir
anche attraverso il fumetto) e il cibo, in particolare caffè, cacao, cioccolato, tè, riso, vino, dai toni
scuri.
Snocciolandosi da ottobre 2018 a maggio 2019 attraverso varie tappe, con un programma
innovativo e accattivante ambisce a creare dialogiche interazioni tra lettori e appassionati di cucina
cibo vino, mettendo insieme importanti Enti e associazioni radicati sui diversi territori.
“Mescolato alla letteratura, il cibo genera sempre sentimenti positivi che facilitano la
cordialità permettendo il nascere di un’allegra atmosfera di amicizia, di reciproca simpatia, di un
generale star bene. Leggere non è solo un’azione della mente ma anche del corpo, così come lo
sono assaggiare e degustare cibi e vini. Giocando con i toni del nero, seguendo passo dopo passo
questa rassegna, si va alla ricerca del gusto, sia esso quello della lettura di pagine appassionanti o
quello dell’assaggio di una bevanda, di un piatto, di un cibo, di un vino.”, dichiara Laura Travaini,
presidente dell’associazione Scrittori e Sapori.

ENTI e ASSOCIAZIONI COINVOLTI
Associazione Scrittori e Sapori
Comune di Gozzano
Comune di Pogno
Parco della Fantasia Gianni Rodari di Omegna
Forum di Omegna
Museo Storico Etnografico della Bassa Valsesia di Romagnano Sesia
Biblioteca Pubblica A. Mazzetti di Gozzano
Biblioteca Comunale R. Bauer di Pogno
Coop
Novacoop
Landexplorer
Libreria La Talpa di Novara
Collezione Enrico Maltoni
Fabrica Mundi di Auzate – Gozzano
Atelier & Restaurant Bistrot di Domodossola
Fiorella Candeliere – Atelier La belle époque di Perugia
Associazione Culturale Giovan Piero Vanni
Associazione La Nuova Idea

Oggero locandina rassegna Nero noir black

 

 

 

 

 

 

 

 

Spazio libero su eventivalsesia.info

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Advertisement
Tags

Commenta

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker