BielleseEventiEventi dintorni Valsesia

Biella: premiazione concorso Be Natural Be Wild e apertura Selvatica Arte e Natura in festival 2022

Venerdì 18 marzo, in occasione dell’inaugurazione della nona edizione di Selvatica Arte e Natura in Festival, si è tenuta la premiazione della terza edizione di “Be Natural Be Wild”, il concorso rivolto a pittori e disegnatori maggiorenni, residenti in Italia, desiderosi di raccontare la natura attraverso l’arte esprimendo la propria creatività con tecniche e stili differenti, ma avendo al centro la propria anima “Wild”.

Il concorso, che in questa edizione ha visto la partecipazione record di oltre 300 artisti, ha avuto come elemento di ispirazione e spunto di riflessione tre dei diciassette obiettivi dell’Agenda ONU 2030 per la tutela e salvaguardia dell’ambiente:

Promuovere azioni, a tutti i livelli, per combattere il cambiamento climatico. Conservare e utilizzare in modo durevole gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile. Proteggere, ripristinare e favorire un uso sostenibile dell’ecosistema.

Le 23 opere finaliste selezionate dalla giuria composta da Alberto Fiz (Presidente di Giuria), Lorenza Salamon della galleria “Salamon fine Art” di Milano, Zaira Beretta della Zaion Gallery e Irene Finiguerra del Bi-Box Art Space di Biella ed infine, Alessio Moitre dell’Alessio Moitre Art Space di Torino, saranno esposte in una mostra all’interno del percorso espositivo di Selvatica 2022.

Come ha scritto Alberto Fiz in catalogo: “Nelle scelte della giuria il tema del concorso è stato preso alla lettera dando al concetto di wilderness un’estensione ampia riconoscendo i meriti di chi ha realizzato una ricerca al di fuori di canoni accademici o sin troppo convenzionali. Sono stati premiati, insomma, i “selvaggi” ovvero coloro che hanno saputo dimostrare un’autonomia linguistica accompagnata persino da qualche provocazione e una specifica attitudine nell’affrontare tematiche naturalistiche con uno sguardo libero da pregiudizi o da facile retorica”.

L’opera vincitrice della terza edizione di Be Natural Be Wild è “Cernonnus” dell’artista pisano Gianni Lucchesi. L’opera, bitume su tela, ha come soggetto un branco di cervi che si muove coeso verso un’unica direzione dettata dall’istinto di sopravvivenza.

Negli ultimi due anni, dichiara Gianni Lucchesi, il cervo è stato spesso il soggetto dei miei lavori. L’interesse per questo animale nasce dal fascino che da sempre provo per la sua eleganza, la sua dolcezza, la riservatezza ed il mistero. Il cervo è forse l’animale più rappresentato in chiave simbolica, mitico e religioso, per la sua grazia, la sua regalità e la sua forza. Durante il lockdown causato dall’epidemia da Covid, abbiamo assistito al riavvicinamento degli animali selvatici ai centri abitati, in quel periodo praticamente deserti. Su quelle immagini ho realizzato diversi lavori pittorici confluiti nel 2021 nel progetto OUT THERE. Al centro del progetto c’è il concetto di “Iperoggetto” del filosofo contemporaneo Timothy Morton. Il concept di questo ciclo artistico riguarda la percezione dell’uomo rispetto ai grandi problemi del pianeta e dei gravi effetti che l’inquinamento provoca sull’ambiente.

L’uomo è contraddistinto dall’individualismo, dalla moltitudine sparsa, dall’apparente spensieratezza. Egoismo e distanziamento. Il cervo si muove in un branco unito, in un esodo drammatico, verso un’unica direzione. Istinto puro.

 Le opere selezionate dalle gallerie sono invece:

  • Per la Galleria Salamon & Co di Milano l’opera di Oscar Giachino dal titolo “Codex nautilus: Scyphozoe / In riva al lago conoscendo sé stessi, incisione su rame – acquaforte, acquatinta, maniera nera e puntasecca.

  • Per la Galleria Moitre di Torino l’opera di Flavia Sapsari “Alveare”, scultura in terracotta e patina d’argilla semi refrattaria

  • Per la Galleria BI-BOX Art Space di Biella la scultura di Lucrezia Zaffarano “Questione Uomo – Natura”, gesso, colata di gesso colorato su statuetta in ceramica e muschio stabilizzato

  • Per la Galleria Zainon di Biella l’opera di Silvestro Lodi “Protected Natura”, matita fotografia e olio su tela, la fotografia di Nicola Cazzulo “Zona Rossa/Granaio”, stampa fotografica fine art a getto d’inchiostro ed infine la scultura dell’artista di origini ucraine Taras Halaburda “Mezzo Fiato”, legno e ferro.

Il premio vede la collaborazione con l’azienda Borciani Bonazzi azienda di settore che fornirà un kit professionale agli artisti premiati.

Scarica: PoloCulturaleBiellaPiazzo_brochure_ita_def
Scarica: Catalogo Selvatica in pdf

Orari:

Sabato e domenica 10.00-19.00

18 (Pasquetta) e 25 aprile, 1° maggio e 2 giugno 10.00-19.00. Chiuso 17 aprile (Pasqua) 

Biglietteria a Palazzo Gromo Losa
Biglietto unico d’ingresso per le tre sedi espositive.

Il biglietto è valido per un solo ingresso alle sedi espositive e ha validità per tutta la durata dell’apertura delle mostre.

Intero: 7,00 € / Ridotto: 5,00 € / Under 25 gratuito

Biglietto ridotto: Over 65, gruppi di almeno 12 persone, studenti universitari con tesserino, Soci FAI, Soci WWF, Amici di Castelli Aperti, Soci Plein Air, Soci Touring Club Italiano, CartaEffe Feltrinelli, AIGO Card e Soci AIGO, biglietto Giardino Botanico di Oropa, biglietto visita guidata alla Conca dei Rododendri (Oasi Zegna)

Biglietto gratuito: Under 25, disabili + 1 accompagnatore, insegnanti se accompagnano una classe, Abbonamento Musei Piemonte Valle d’Aosta, Voucher Museo Banca di Asti, giornalisti con patentino, guide turistiche con patentino.

Selvatica + mostra KRYPTÒS. Inganno e mimetismo nel mondo animale (Palazzo Gromo Losa)

Intero: 10,00 € / Ridotto: 8,00 €

Speciale bambini e ragazzi 3-25 anni: 3,00 €

Didattica

Ideazione e conduzione a cura di Clorofilla Soc. Coop. Tel. 015 2523058 / 370 3432114 / coop.clorofilla@gmail.com

Per informazioni

Palazzo Gromo Losa Srl – c/o Fondazione Cassa di Risparmio di Biella -Via Garibaldi 17 – 13900 Biella

http://www.selvaticafestival.net
info@selvaticafestival.net Tel. +39 015 0991868
https://www.facebook.com/Selvatica.Arte.e.Natura.in.Festival/
https://www.instagram.com/selvatica_festival/

Guarda tutto

Lascia il tuo commento

Back to top button