Alta ValsesiaEventi

Camminata alla Madonna del Tizzone

Con la Pro loco di Cravagliana

Domenica 20 maggio, la pro loco di Cravagliana, in collaborazione con il Gruppo Sportivo Brugarolo, organizza una bella e suggestiva camminata,  sulle orme di una processione antica, in ricordo di un voto fatto dalla comunità di Cravagliana.

La partenza è fissata per le ore 8,30 da Cravagliana, per raggiungere il Santuario della Madonna del Tizzone, attraverso un facile sentiero (N°572 segnaletica CAI) che attraverserà frazioni, alpeggi e boschi.

Il tempo di percorrenza è di circa due ore; all’arrivo presso il Santuario si terrà la Santa Messa, in una cornice resa suggestiva dalle molteplici testimonianze di ex voto di epoche diverse, a seguire il G.S. Brugarolo, preparerà un pranzo a base di spezzatino con polenta, toma e 1/2 lt di acqua, ad un prezzo speciale per i partecipanti all’evento fissato in € 10,00

Per il rientro a Cravagliana sarà disponibile, per chi vuole, un servizio navetta gratuito

L’organizzazione declina ogni responsabilità per eventuali danni a persone o cose durante la giornata.Necessaria la prenotazione entro domenica 13 maggio chiamando il numero: 335.351625 oppure via mail a: prolocacravagliana@libero.it

 


UNA LEGGENDA NARRA CHE: (dalla pagina fb della Proloco di Cravagliana)

Immerso nei boschi sopra la frazione Brugaro si trova un Santuario molto celebre tra la gente della Val Mastallone e non solo.
La leggenda che ne narra l’origine racconta di due giovanissimi pastori di Brugaro, muti dalla nascita. I due pastori trascorrevano le loro giornate nei pascoli tra Brugaro e Sabbia: nè grida nè risate ad accompagnare la loro semplice vita.
Un giorno i due accesero un falò per bruciare le sterpaglie raccolte nei prati. Quel giorno però le cose presero una brutta piega: le fiamme ben presto diventarono ingestibili e con loro la paura nel cuore dei due giovani.
Dapprima cercarono di spegnere l’incendio ma ben presto si accorsero che era impossibile. Si affidarono quindi alla fede, iniziando a pregare la Madonna. E qualcosa accadde.
D’improvviso le fiamme si spensero e i due pastori si trovarono davanti un mucchio di tizzoni ardenti sopra i quali apparve loro l’immagine di una donna bellissima. Era la Madonna.
La Madonna iniziò a parlare ai due, dicendo loro di tornare a Brugaro per raccontare tutto, invitando i compaesani a costruire un Santuario che sorgesse sul punto esatto del mucchio di brace, a testimonianza di quel miracolo avvenuto grazie alla loro fede.
L’apparizione svanì, i pastorelli corsero a Brugaro e si accorsero che la Madonna aveva compiuto un duplice miracolo: ritrovarono infatti l’uso della parola.
Si costruì quindi il Santuario intitolato alla Beata Vergine del Tizzone, partendo proprio dal muro di una baita sul quale si disegnò un affresco raffigurante la Vergine Maria, ancora oggi visbile accanto all’altare.
Si stima che il Santuario sia stato costruito a metà del 1500. È uno dei luoghi di fede più suggestivi del territorio, come testimoniano le centinaia di opere ex voto appese alle sue pareti. Una galleria d’arte e fede che attraversa il tempo e la realtà tra guarigioni, incidenti risolti e varie testimonianze di fede.
La terza domenica di maggio si svolge una festa che riunisce gli abitanti delle Parrocchie di Brugaro e di Cravagliana, celebrando la fratellanza di un popolo devoto alla Madonna del Tizzone. Il 15 Agosto si tiene un’altra sentita giornata di festeggiamento e omaggio al Santuario.

 

Commenta

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker