EventiMedia ValsesiaQuarona

Doccio domenica 16 Ottobre: l’ultima delle Fiere d’autunno in Valsesia.

Domenica 16 ottobre, per tutta la giornata, l’area di Doccio tornerà ad animarsi con la grandiosa Fiera Agricola, evento sempre molto atteso da operatori e visitatori: dopo gli anni di stop ed il ritorno in grande stile dello scorso anno, l’edizione 2022 (la numero 27) si caratterizza per un boom di espositori e una gran varietà di proposte.

«La Fiera di Doccio è la più importante fiera agricola sul nostro territorio – dice Donatella Rosa, Assessore all’Agricoltura dell’UMV – e con essa concludiamo un’annata che ha visto molta partecipazione a questo genere di eventi, sia da parte degli espositori che del pubblico. Da Scopello a Campertogno a Rimella, passando per Alagna e Riva Valdobbia, quando il mondo agricolo espone i suoi prodotti è sempre un grande successo – aggiunge – e questo è determinante per la vitalità del settore».

A Doccio la giornata sarà molto articolata, con proposte varie ed interessanti, come la Mostra provinciale della Razza Bruna e della Razza Original Brown; la Fattoria dei Bambini dove i piccoli potranno fare diversi tipi di esperienze, da quelle gustative (con le merende a base di formaggio e yogurth) a quelle manuali (con la Soms impareranno a fare lavoretti artigianali); il Maneggio della Fiera con dimostrazioni ed evoluzioni di amatori e centri ippici; l’area espositiva cinofila con la rassegna dei cani di razza Pastore di Oropa. L’Associazione apicoltori della Provincia di Vercelli dimostrerà come si lavora nell’apiario e la Società Valsesiana Pescatori Sportivi insegnerà come costruire le esche per la cattura delle trote. Nel pomeriggio si terrà il Triathlon del Boscaiolo e durante tutta la giornata saranno esposte macchine agricole e forestali.

Naturalmente, nell’area saranno presenti diversi punti di ristoro, con le specialità locali.

«Per gli allevatori e gli agricoltori questo tipo di eventi è una grande opportunità di contatto con il pubblico – dice ancora l’Assessore Donatella Rosa – tanto più importante quanto più, in particolare quest’anno, il settore soffre di problematiche che ne mettono in discussione la sopravvivenza. In particolare, gli allevatori – aggiunge l’amministratrice – faticano a continuare l’attività, considerando che il prezzo del fieno, a causa della siccità, è aumentato del 30% e quello del mangime del 50-70%: valori che hanno condotto molti a considerare di vendere gli animali. Speriamo tutti insieme di superare questo difficile inverno, anche grazie ad aiuti regionali e statali, e che il 2023 possa portare a tutti un miglioramento sia del clima che della congiuntura economica internazionale».

Sulla stessa linea dell’Assessore Rosa, anche il Presidente di UMV, Francesco Pietrasanta: «Grazie al Consigliere Angelo Dago la Regione Piemonte è attenta alle problematiche dei nostri allevatori ed agricoltori – dice – in estate, come Unione Montana abbiamo votato una delibera inoltrata poi alla Regione per richiedere ulteriori aiuti, che auspichiamo possano quanto prima arrivare a sostegno dei nostri allevatori: la montagna vive di allevamento e agricoltura, dobbiamo trovare il modo di sostenere tutti insieme questo settore, scongiurandone il depauperamento».

Qui l’articolo con il programma della giornata.

Guarda tutto

Lascia il tuo commento

Back to top button