Eventi dintorni ValsesiaSpettacoli

Veruno: concerti Jazz e Classica 2018

Il programma del Settembre Musicale Verunese che quest’anno celebra la sua 32° edizione, è come sempre molto ricco. Oltre all’ormai famoso anche a livello mondiale 2DAYS PROG+1, il festival di musica rock progressive, che andrà in scena il 7-8 e 9,  il Settembre Musicale 2018 viene inaugurato con la serata dedicata alla musica jazz.

Sul palco di Veruno alla Piazzetta della musica, nelle passate edizioni, sono saliti artisti di grande fama come: Stefano Bollani, Paolo Fresu, Enrico Rava, Fabrizio Bosso, Francesco Cafiso solo per citarne alcuni.

L’evento di quest’anno non sarà certamente meno prestigioso, con il TRIO BOBO !

Il Trio Bobo, in ormai più di quindici anni di intensissima attività live dalla punta al tacco dello Stivale, ha ormai acquisito una solidissima fan-base, conquistando via via una sempre più vasta platea di “aficionados” che ne segue instancabilmente tutti i movimenti sia in Italia che all’estero.

Miscelando sonorità tipicamente jazz a rock/progressive e ritmiche afro e brasiliane, il sound della band è assolutamente unico e personale, ormai davvero inconfondibile per chi lo ama. Un mix costituito da brani originali e cover, costruito in anni di collaborazione e crescita tra i tre super musicisti: Faso e Christian Meyer da un lato, che costituiscono da sempre l’ossatura ritmica degli Elio e le Storie Tese e Alessio Menconi dall’altro, uno dei chitarristi jazz più talentuosi ed apprezzati in circolazione.

In apertura avremo il piacere di ascoltare la VER1BIGBAND e già il nome dice molto su questo ensamble.

Diretta dal Maestro Mario Biasio che ne ha curato personalmente la costituzione nel 2016 assieme al Maestro Maurizio Sacchi, Ver1Bigband è l’ennesimo “spin-off” della centenaria Filarmonica di Veruno, da sempre diaspora di formazioni ed associazioni musicali che hanno conferito a questa comunità la definizione di “paese della Musica”.

In occasione del ventennale della morte di “The Voice”, Ver1BigBand presenta “Tributo a Frank Sinatra”, una produzione che raccoglie le più belle orchestrazioni originali che hanno sostenuto una carriera durata quasi 60 anni a livelli altissimi.

 

Come da tradizione a chiudere la manifestazione musicale verunese sarà la musica classica domenica 16 settembre con la stabile “ORCHESTRA DEL SETTEMBRE MUSICALE VERUNESEcomposta dai migliori solisti locali e come al solito arricchita da solisti di fama internazionale. Direttore dell’Orchestra è Alessandro Maria CARNELLI.

Il maestro Carnelli ha diretto in sale prestigiose quali il Musikverein di Vienna (dove tornerà nel 2019), la Sala Verdi e il Teatro Dal Verme di Milano. Ha diretto l’ensemble del Teatro Regio di Torino (Histoire du soldat di Stravinsky), una doppia produzione in Italia e Svizzera (scenica e in forma di balletto) del Combattimento di Tancredi e Clorinda e la prima esecuzione della edizione critica de L’ammalato immaginario di Vinci. Il video del Concerto per violoncello di Schumann da lui diretto (solista Luca Franzetti) è stato più volte trasmesso da Sky Classica. Dirige dal 2008 il concerto sinfonico del Settembre Verunese.

Il programma di quest’anno è veramente importante ed imperniato sulla Sinfonia n. 7 in la maggiore Op. 92 di Ludwig van Beethoven. Non mancherà inoltre un sentito omaggio a Gioachino Rossini di cui ricorre il 250° anniversario della morte, con l’Ouverture da Cenerentola, una delle più famose ed eseguite.

Nell’ampia Ouverture emerge la sicurezza della scrittura rossiniana e l’elemento di vicinanza con Beethoven: l’assoluta maestria nella padronanza del ritmo. Rossini e Beethoven scolpiscono l’elemento ritmico utilizzandolo, esibendolo, reiterandolo.

Questo in Beethoven è evidente proprio nella Settima Sinfonia, da sempre considerata il brano che più mostra la capacità di Beethoven di reggere un movimento sinfonico su una singola cellula ritmica. Ognuno dei quattro movimenti della Settima è costruito in questo modo e allo stesso tempo ogni movimento è perfettamente ciò che deve essere: un primo movimento con introduzione lenta, un movimento lento, uno Scherzo, un finale. La conclusione della Settima è tra le più assertive che siano mai state scritte e realizza magnificamente l’idea di apoteosi danzante che Beethoven ha sperimentato anche nel finale dell’Eroica, della Nona, del Fidelio e anche nel Gloria della Missa Solemnis.

 

Con la musica classica si chiude la manifestazione ormai divenuta la più importante di tutta la scena novarese, come testimoniato dal supporto della Regione Piemonte e dal patrocinio della Provincia di Novara, della Fondazione della Banca Popolare di Novara, del Comune di Veruno e dei numerosi sponsor di livello nazionale che rendono possibile, ancora una volta, l’evento a titolo gratuito!

Tutti i concerti avranno ingresso gratuito e si potrà usufruire della ristorazione all’interno dell’area per i concerti jazz.

Altre info le trovi sul SITO UFFICIALE

Veruno Double Jazz
Veruno Classica

 

 

 

 

 

 

 

 

2 days Prog+1 locandina evento Veruno 2018

 

Commenta

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker