Eventi

Gattinara: da lunedì 3 maggio al via il progetto “C’è p@sta per te”

Da lunedì 3 maggio prende il via, in fase sperimentale per il mese di maggio, il progetto “C’È PAST@ PER TE”, un progetto nato dalla collaborazione tra Comune e Istituto Alberghiero, che prevede la preparazione di pasti durante i laboratori tecnico-pratici, da distribuire alle persone in difficoltà, iniziativa che ha la duplice valenza: didattica e sociale.

Il Progetto è, in estrema sintesi, un’evoluzione del progetto “Buon Samaritano” ideato nel 2014 per sostenere le famiglie e le persone in difficoltà, con il quale si recupera e si ridistribuisce il cibo non consumato nelle mense scolastiche. Dal 2020, purtroppo, a seguito dell’emergenza sanitaria, con la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado e, quindi, delle mense scolastiche con la conseguente sospensione dell’attività del progetto sociale “Buon Samaritano” Per questo, grazie all’interessamento del Prof. Dante Delzanno, docente dell’Istituto alberghiero, è stato ideato il Progetto “C’È PAST@ PER TE”.

Il Progetto sostenuto da Comune di Gattinara e Lavazza prevede la preparazione dei pasti durante i laboratori di cucina, dal lunedì al venerdì, in linea calda o fredda (con abbattimento di temperatura) e successiva rigenerazione al proprio domicilio in contenitori mono-porzione da asporto con ritiro presso l’Istituto Alberghiero ad un’ora prestabilita, indicativamente dalle 13.15. A tal fine gli alunni del servizio di ricevimento predispongono, quotidianamente, il menu giornaliero, con gli allergeni e un vademecum con i consigli per riscaldare al meglio gli alimenti. Il personale addetto, seguendo un elenco predisposto dal Comune e dal Consorzio Socioassistenziale C.A.S.A., contatterà telefonicamente gli utenti, che potranno così ritirare i pasti seguendo le indicazioni relative all’orario e il punto di ritiro. La consegna dei pasti sarà effettuata dai ragazzi del servizio di sala.

«Da lunedì 3 maggio, – spiega il Sindaco Daniele Baglione – prenderà il via questo nuovo e importantissimo progetto sociale ma anche educativo, formativo e inclusivo. Una volta a settimana, anche i ragazzi diversamente abili dell’istituto che già si sono distinti negli anni passati con il progetto “Cuochi d’artificio” prepareranno i pasti per le persone più in difficoltà della Comunità e questo è davvero un dono speciale. Il progetto viene avviato in fase sperimentale per il mese di maggio, ma sono certo che potrà proseguire anche dopo la pausa estiva e negli anni a venire. Rinnovo il mio personale ringraziamento al Prof. Delzanno ideatore del progetto, a Enrico Segatto che per il Comune segue il Progetto “Buon Samaritano” da quando è nato e alla Professoressa Donatone, Dirigente Scolastico dell’I.P.S.S.A.R. “G. Pastore” per l’importante risultato raggiunto».

Il tutto si svolgerà rispettando scrupolosamente i protocolli igienico sanitari durante tutte le fasi della produzione pasti e, tra l’altro, i laboratori scolastici potranno restare aperti, secondo gli attuali d.p.c.m., in deroga anche nei momenti di “zona rossa”.

Guarda tutto

Commenta

Back to top button