Bassa ValsesiaEventiGattinara

Gattinara: il Comune regala borracce per contrastare l’uso della plastica

Il Comune di Gattinara ha deciso di regalare agli alunni delle elementari e delle medie 500 borracce in alluminio, che sarà replicato ogni anno per le prime classi, per dare un segnale concreto nella lotta all’utilizzo della plastica monouso e per guardare a un futuro sempre più “plasticfree”.
Purtroppo la dispersione e l’accumulo di prodotti plastici nell’ambiente sono il principale fattore di inquinamento di aria, suolo, fiumi, laghi ed oceani e causa del deterioramento degli habitat di fauna e flora presenti.
Al fine di ridurre gli effetti dannosi dei rifiuti plastici non dismessi, negli anni sono state promosse politiche di riduzione e riciclo di questi materiali, ma a tutt’oggi la situazione rimane allarmante. Oramai la plastica o la microplastica sono arrivati in ogni angolo del globo e non solo in senso metaforico.

«La plastica – spiega Daniele Baglione Sindaco di Gattinara – è entrata a tal punto nella nostra quotidianità che risulta difficile pensare a un oggetto che non contenga materiale plastico. Qualsiasi oggetto di plastica anche il più minuscolo, se non riciclato, ha un grande impatto ambientale, tanto che la plastica oggi è tra i più diffusi inquinanti dell’ambiente. Secondo una nuova ricerca l’inquinamento da plastica contribuisce ai cambiamenti climatici. I rifiuti plastici dispersi nell’ambiente e nell’acqua contribuiscono all’effetto serra e, quindi, al riscaldamento globale. Per questo abbiamo deciso di compiere un concreto passo in avanti contro l’inquinamento da plastica, sensibilizzando i bambini su un tema così importante per tutti noi, andando a colpire uno dei prodotti monouso più diffusi: le bottigliette dell’acqua.
Mi auguro vivamente che possa essere un piccolo, ma importante gesto per sensibilizzare i bambini e i ragazzi affinché possano contribuire fin da subito e concretamente, a difendere l’ambiente. Le borracce, con il simbolo della Città di Gattinara saranno consegnate entro Natale a tutti i nostri ragazzi».

Commenta

Back to top button
Close