EventiEventi dintorni Valsesia

Guardabosone: una mappa per seguire gli “Artisti Pionieri”

GUARDABOSONE ARTISTI PIONIERI: MAPPA

 

Si sta creando molta attesa per l’inaugurazione ufficiale delle opere dei sette Artisti Pionieri, per i quali Franco Grosso, che promuove eventi culturali e da molti anni cura la cartellonistica e la grafica di Guardabosone, ha inventato una segnaletica speciale unificata. L’intestazione è: Guardabosone paese-museo vivo con nel cuore il simbolo della meridiana, un simbolo per il paese, che scandisce le ore sul lato sud della chiesa parrocchiale dal 1880, anno in cui venne realizzata con grande competenza da Pietro Mazzietti. Restaurata a circa un secolo di distanza, dallo staff di Tiziana Carbonati, per interessamento del DocBi, l’orologio solare è tornato all’originale splendore ed è noto come una delle più belle meridiane ottocentesche del territorio. Una fascia verticale reca la scritta: Artisti Pionieri 2021 in campo bordeaux, mentre al centro del cartello c’è il titolo dell’opera e, in caratteri più piccoli, si indica il nome dell’autore e l’anno in cui l’opera stessa fu realizzata.

Il Drago di Guardabosone di Filippo Armenise 2020, Viandante di Dino Damiani 2005, Ho visto uccelli di tutti i colori di Fabio Nicola 2020, Le Tre Sibille di Ireneo Passera 2020, Chiedimi dove vado di Jacopo Dedominici 2019, Arrugginiti alla finestra di Piero Motta 2012: sette artisti uomini, con opere di scultura e di pittura, appartenenti per lo più al presente, ma anche risalenti a molti anni prima, riaffiorate da un passato per vivere nel futuro.

Una bella cartina a colori, tratta dal sito OpenStreetMap Wiki, segnala le “emergenze” religiose, storiche, artistiche, ma anche il Comune e la Locanda di campagna. L’Orto Botanico Bussi è un polmone verde che racchiude meraviglie da stupire i visitatori, ma soprattutto eleva il suo ampio respiro, alitando fresca vita sulla Comunità. 

Guardabosone è un paese unico, incastonato sulla collina, deve essere visitato a piedi: quindi nella piantina sono ben segnalati gli ampi spazi per parcheggiare i veicoli e non rimanere incastrati in quella che, non a caso, si chiama Via Stretta.

Il 24 luglio sarà un giorno di festa, la favola raccontata con un sottofondo musicale, si concluderà all’Orto Botanico con il concerto di Enrico Groppo.

Gli artisti ci saranno tutti, sveleranno i loro volti e racconteranno una storia che ognuno potrà completare.

MAPPA ARTISTI PIONIERI.PDF

 

Guarda tutto

Lascia il tuo commento

Back to top button