EventiMedia ValsesiaSerravalle Sesia

Iniziative solidali per Natale, nelle sei Chiese Serravallesi

Si avvicina il Natale, per molti sarà un Natale difficile, gravato di preoccupazioni: dalla salute, al lavoro, all’emarginazione, alla povertà, al disagio interiore. Non siamo in grado di risolvere i problemi di tutti, però uniti possiamo offrire aiuti maggiori, e, creando una rete, si hanno maggiori possibilità di trovare soluzioni.

Le sei chiese di Serravalle, regolarmente officiate: Bornate, Gattera, Naula, Piane, Serravalle, Vintebbio, quest’anno, per la prima volta, hanno provato a mettersi insieme per realizzare iniziative di incontro e di aiuto.

Il Gruppo Missionario e il Parroco Don Ambrogio, per sostenere le quattro adozioni di bambini in Africa, sabato 4 e domenica 5, hanno organizzato un piccolo mercatino natalizio davanti ad ogni chiesa, cui sarà possibile accedere, prima e dopo la Messa, per acquistare i biscotti di Natale, un dolce ringraziamento per un gesto di sostegno e solidarietà.

Per regalare un sorriso a bambini e ragazzi appartenenti a famiglie aiutate dalla Caritas Parrocchiale, la Parrocchia aderisce alla raccolta delle Scatole di Natale.

L’idea è semplice: portare un po’ di calore e vicinanza “natalizia” a chi sta vivendo un momento di difficoltà. Aderire è facile: basta prendere una scatola di scarpe e riempirla con un accessorio di abbigliamento che tenga caldo (guanti, sciarpe e cappelli), un dolce (una stecca di cioccolata, biscotti, un panettone o altro) un passatempo (libro, rivista, matite, quaderno, gioco ed altro), un prodotto per l’igiene (ad esempio crema, bagnoschiuma e shampoo) e un biglietto gentile. Le parole che vengono dal cuore contano più degli oggetti: i regali avvolti in carta e lustrini si dimenticano, mentre un pensiero affettuoso e sincero è una carezza per l’anima.

Dopo aver decorato la scatola, indicando su un angolo la fascia d’età del bambino, o bambina, che potrebbe riceverla, si potrà consegnarla all’Ufficio Parrocchiale entro il 18 dicembre ed i volontari Caritas provvederanno a distribuirle.

Sono piccoli gesti che daranno gioia a chi si impegna nel realizzarli, perché, per un momento almeno, si cercherà di uscire dalla propria autoreferenzialità per mettersi nei panni degli “altri”, cercando di indovinare desideri e aspettative, senza essere vincolati da nulla: non si saprà mai a chi la nostra scatola regalerà un sorriso, e la gioia di aprire un regalo.

Guarda tutto

Lascia il tuo commento

Back to top button