Alta ValsesiaBorgosesiaEventiGattinaraInfo utiliNotizie dal territorioScopelloValsesiaVaralloVarallo

La Valsesia si prepara al Giro d’Italia

E’ stata convocata nel pomeriggio di domenica 25 Aprile la conferenza stampa per presentare la tappa n.19 del Giro d’Italia 2021 che arriverà in Valsesia il 28 Maggio.

 

Una delle tappe, come detto dagli esperti, che potrebbe decidere le sorti del Giro di quest’anno, in quanto a soli due giorni dal termine è considerata tra quelle più impegnative. E’ stata inoltre confermata la partecipazione del pluricampione Vincenzo Nibali, che si sta nuovamente allenando dopo l’intervento subito al polso a causa di una brutta caduta.

Tappa Abbiategrasso/Alpe di Mera credit Giroditalia.it

 

La conferenza ha visto la partecipazione di Amministratori locali quali: il Sindaco di Varallo e Pres. della Provincia di Vercelli Eraldo Botta, il Sindaco di Scopello Andrea Gilardi, il Sindaco di Borgosesia e Onorevole Paolo Tiramani, l’Ass. Provinciale Angelo Dago, il Presidente di Monterosa 2000 Luciano Zanetta, inoltre erano presenti l’Ass. allo Sport della Regione Piemonte Fabrizio Ricca, l’Amministratore delegato di RCS Sport Paolo Bellino, il commentatore televisivo di Eurosport Riccardo Magrini, Riccardo Allocchio direttore di Corsa RCS Sport.

Dalle interviste durante la conferenza è emersa la grande aspettativa per la Valsesia, per quanto concerne un rilancio turistico di tutto il territorio.

Da parte di tutti gli Amministratori locali parole di ringraziamento a RCS Sport e alla Regione, per questo importantissimo risultato. Tutti sono concordi nel dover sfruttare al massimo la pubblicità che questo evento darà alla Valsesia, il Giro d’Italia infatti, come sottolinea l’Amm. Delegato di RCS Sport, Paolo Bellino, è una vetrina incredibile per l’intero paese e quindi anche per i singoli territori coinvolti.
L’Ass. allo Sport della Regione Piemonte, Fabrizio Ricca, si dice molto soddisfatto per come la Regione ha investito ed è riuscita a completare il progetto di far partire il Giro d’Italia in Piemonte che permetterà di raggiungere zone della stessa particolarmente belle e suggestive e che non mancherà certamente di portare un ritorno economico a molti settori, aggiunge inoltre, che la Valsesia è in lista per diventare la tappa di arrivo della prossima “Gran Piemonte” , lo Sport è turismo e quindi beneficio per tutto il Piemonte, per questo motivo la Regione continuerà ad investire con risorse di vario genere, a questo proposito Ricca, ricorda che la Regione è candidata a Regione Europea dello Sport 2022.
La tappa, come ha spiegato il direttore corse di Rcs Sport, Stefano Allocchio, sarà particolarmente impattante sui corridori: «È la 19° tappa, quindi gli atleti arrivano con già tanti km sulle gambe effettuati nei giorni precedenti, l’arrivo sarà inoltre al termine di un percorso che comprende la salita del Mottarone e la Colma, si dovrà superare un dislivello di 3400 mt – ha spiegato – e credo che questa ultima salita potrebbe decidere il giro: con una pendenza media del 10% e punte del 14%, è una delle più spettacolari mai proposte al giro d’Italia».

Riccardo Magrini sottolinea che la particolarità del GIRO D’ITALIA 2021 è quella di cominciare in Piemonte con ben 3 tappe e di terminare sempre in Piemonte (escludendo la giornata finale del 30 maggio con arrivo a Milano). Anche secondo Magrini, la tappa Abbiategrasso/Alpe di Mera con i suoi 3400 mt di dislivello potrebbe essere determinante per la classifica finale. Inoltre, anche lui ribadisce come i percorsi italiani sono senza dubbio i più belli al mondo. Magrini è stato protagonista di un video spot promozionale prodotto da Actionmovieitaly, mandato in onda durante la diretta della conferenza stampa e girato in sellla alla bicicletta sul territorio passando nelle città di Gattinara, Borgosesia e Varallo.  Qui potete vedere il video integrale: https://www.youtube.com/watch?v=b1SNjVGz6d8

NUMERI e CURIOSITA’:

Il Giro d’Italia viene trasmesso in diretta tv in 198 paesi nel mondo, con medie tra i 680 e 800 milioni di spettatori, i canali social hanno raggiunto la ragguardevole cifra di 120 milioni di pagine uniche visualizzate, con un pubblico del 60% straniero e 40% italiano.
Ogni giorno gli organizzatori proporranno molte attività collaterali, una di queste è di avere uno “chef stellato” che racconterà un menù del territorio, al fine per promuovere anche le tipicità gastronomiche dei paesi coinvolti.
Per la prima volta quest’anno ci sarà la copertura integrale di tutte le tappe del Giro, grazie ad un grande investimento da parte dell’organizzazione.
Tutte le salite del Giro, saranno dotate dal prossimo mese di Giugno di una cartellonistica specifica, che le racconterà in modo dettagliato e che saranno piazzate all’inizio del percorso inoltre, saranno condivise sull’App STRAVA, che gli sportivi conoscono molto bene, per permettere di continuare a vivere le grandi sfide sportive del Giro e creare così sempre nuove sfide anche tra tutti i ciclisti amatoriali.

Qual’è il segreto del successo del Giro d’Italia?

Paolo Bellino descrive il Giro come INIMITABILE! Con le salite più dure del mondo! Con eccellenze di ogni sorta nei territori, per la passione degli Amministratori locali che sono riusciti a coinvolgere anche quelli Nazionali ed infine esorta con questa frase: La Gara più dura del Mondo nel paese più bello del Mondo”!

COSA SUCCEDERA’ IN VALSESIA?

Eventi collaterali saranno creati per sfruttare al massimo la forza mediatica che verrà data dal Giro d’italia al nostro territorio. A questo proposito è stato annunciato dall’Ass. Dago, il “Valsesia bike Events” una serie di “gare” competitive sulle strade valsesiane e due non competitive ma dedicate alle famiglie.

Si comincerà il 15 maggio con la cicloscalata Borgosesia-Alpe Noveis e si concluderà il 5 Settembre con un circuito cittadino a Quarona. Il 28 Luglio ci sarà la Val Mastallone Bike day, che vedrà tutta la Val Mastallone chiusa al traffico e aperta solo per le bike. Inoltre si avrà la possibilità di visitare i musei di questa Valle, come quello dedicato a Vincenzo Lancia e quello del Puncetto a Fobello, oppure della cultura Walser a Rimella. Interessanti sono anche  la mostra e lo spettacolo teatrale allestiti dal 27 al 30 Maggio a Varallo, dal titolo: “E tu, te lo ricordi Marco?” in ricordo/onore di Marco Pantani.

Il Presidente di Monterosa 2000 Luciano Zanetta, esprime  l’intenzione, da parte della Società, di raggiungere l’obiettivo del rilancio turistico “estivo”, incentivando la creazione e la manutenzione di percorsi per mtb e e-bike in condivisione con gli amministratori locali, sfruttando come trampolino proprio il Giro d’Italia.

Quest’anno ricorre il 90° della MAGLIA ROSA e Marco Pantani, come da esito di un referendum indetto da RCS Sport, è stato votato da oltre un milione di persone come miglior ciclista del Giro.

NEL FRATTEMPO:

Varallo e Scopello hanno cominciato a tingere alcuni luoghi e palazzi storici con il colore ROSA del Giro d’Italia. A Varallo: Il Sacro Monte di Varallo, Villa Durio, Villa Barbara, la Chiesetta del Cucco; a Scopello: la ciminiera dell’antica fonderia, l’asilo.

Ad oggi il comitato organizzativo, non è in grado di sapere quali saranno le limitazioni legate alla pandemia in corso e quindi le regole per il pubblico. Sarà  necessario attendere i prossimi giorni per conoscere i dettagli dei DPCM. Sicuramente l’invito è di non creare assembramenti ed attenersi alle norme anti-covid.

VEDI QUI TUTTE LE TAPPE DEL GIRO: tappe Giro d’Italia 2021

VEDI LA MOSTRA VIRTUALE DEDICATA AI 90 ANNI DELLA MAGLIA ROSA: mostra virtuale 90° Maglia Rosa

Torna a trovarci su questo sito per conoscere i prossimi Eventi in Valsesia!!

Guarda tutto

Commenta

Back to top button