BielleseEventiEventi dintorni Valsesia

Maggio e Giugno tornano le splendide fioriture all’Oasi Zegna

OASI ZEGNA, TORNANO LE FIORITURE
NELLA SPLENDIDA CONCA DEI RODODENDRI

A maggio e giugno la natura nell’Oasi Zegna regala un incredibile spettacolo di colori. Per i più curiosi, camminate esperienziali con le guide di OverAlp.

Nel mese di maggio e di giugno tornano le incredibili fioriture dell’Oasi Zegna con passeggiate guidate nella splendida Conca dei Rododendri, luogo iconico che in questo periodo dell’anno esplode dando vita a una vera e propria tavolozza di colori, una miscellanea di tinte del rosa, del rosso, del giallo e del lilla, incredibile quinta naturale che è sfondo ideale per camminate esperienziali. In autonomia o accompagnati dalle guide esperte di OverAlp, che offrono informazioni sulle caratteristiche e sulle curiosità legate al fenomeno delle fioriture, le passeggiate fiorite sono il momento ideale per immergersi nella natura.

A un’ora e mezza da Milano e Torino, l’Oasi Zegna in questo periodo si veste di molteplici volti, uno più suggestivo dell’altro: la parte bassa (che parte da Trivero Valdilana a circa 800 mt.) accoglie le fioriture primaverili, mentre la parte alta (attorno ai 1400 mt.) si risveglia definitivamente dall’inverno con bucaneve e narcisi. Questa è la stagione più emozionante e la Strada Panoramica Zegna diventa il collegamento tra le tante esperienze da vivere sul territorio come appunto la visita, guidata o in autonomia, della Conca dei Rododendri appena sopra Trivero Valdilana, sede ancora oggi del Lanificio Zegna e di Casa Zegna, archivio storico e polo museale.

 

La Conca dei Rododendri, attraversata dal sentiero 1 dell’Oasi Zegna (facile e adatto a tutti), da metà maggio inizio giugno sfoggia un’incredibile palette di colori: i rododendri provenienti dai vivai del Belgio, scelti per l’importante opera di valorizzazione di Ermenegildo Zegna a partire dagli anni ’30 del Novecento, soprattutto nelle varianti Ponticum (fucsia) e Hibridies, offrono uno spettacolo indimenticabile.

Le uscite con le guide naturalistiche di OverAlp sono otto e si tengono nei weekend del 21-22 maggio, 28-29 maggio, 4-5 giugno, giovedì 2 e venerdì 3 giugno. Orari di partenza: 10.30 e 14:30 (maggiori info, costi e prenotazioni obbligatorie sul sito di Over Alp).

Nella mattinata di giovedì 26 maggio OverAlp propone un’esperienza leggermente differente abbinando la scoperta delle fioriture a escursioni più lunghe partendo da Cascina Il Faggio fino alla Conca dei Rododendri con la possibilità di pranzare in cascina.

Le fioriture dei rododendri sono anche l’occasione per visitare Casa Zegna sede di esposizioni d’arte e della mostra permanente “From sheep to shop” dedicata agli oltre 110 anni di storia del Gruppo Zegna e le opere site specific del progetto ALL’APERTO, realizzate da artisti internazionali che sono intervenuti in particolari aree del territorio a libero accesso. La Conca dei Rododendri, in particolare, è caratterizzata dall’opera di Dan Graham “Two Way Mirror/ Hedge Arabesque”: una struttura in acciaio e vetro a rifrazione differenziata che avvolge i visitatori in un gioco di riflessi, moltiplicandone gli sguardi sul paesaggio circostante.Novità di quest’anno la mostra temporanea dell’artista Emilio Vavarella dal titolo “L’ALTRA FORMA DELLE COSE (AAS47692) Picea Abies” con inaugurazione domenica 22 maggio e visitabile fino al 13 novembre tutte le domeniche dalle ore 11 alle ore 17. Aperture straordinarie in occasione delle fioriture: 28 maggio, 2 e 4 giugno.

NEL BIELLESE LA NATURA E’ IN FESTA

Oltre alle passeggiate guidate alla scoperta della Conca dei Rododendri sono tante le iniziative diffuse sul territorio Biellese da non perdere, come andare alla scoperta delle antiche mura del Ricetto di Candelo. Questo straordinario borgo medievale in primavera si arricchisce di un ricco calendario di eventi, tra cui l’attesissimo Candelo in Fiore (dal 21 maggio al 5 giugno) che ogni due anni ammanta di composizioni floreali dai profumi inebrianti questo incantato scorcio di architettura rurale. Ma la natura è protagonista anche al Festival Selvatica il cui percorso espositivo diffuso accende il Polo culturale di Biella Piazzo con i suoi splendidi palazzi storici a partire da Palazzo Gromo Losa con il suo raffinato giardino all’italiana il cui pergolato intreccia come in un ordito varie specie di rose. Questa importante kermesse giunta alla nona edizione fa dialogare arte e natura attraverso mostre ed installazioni di artisti contemporanei attenti ai temi dell’ambiente e della sostenibilità.

NATURA E NON SOLO, ECCO GLI ALTRI EVENTI DA NON PERDERE NEL TERRITORIO

“LEOPARDI UNPLUGGED”, ALL’OASI ZEGNA TEATRO NELLA NATURA DI NOTTE

Un Leopardi inaspettato, ironico, allegro e contemporaneo che va in scena nel palcoscenico naturale dell’Oasi ZegnaSabato 21 maggio 2022 alle ore 20.30 la Cascina Caruccia si fa teatro.Nei boschi di Valdilana, circondati dai rododendri e immersi nel buio, con il fuoco e le luci indispensabili, ci addentriamo nel mondo leopardiano delle Operette morali grazie allo spettacolo Leopardi Unplugged, diretto e interpretato da Annika Strøhm e Saba Salvemini, produzione:AretéEnsemble.

Sarà una serata rara all’insegna della semplicità e dell’essenziale. Dalle Operette, come in un sorprendente pop-up, prenderanno vita personaggi leggendari che ci trasporteranno in un mondo magico dove la vita si fa poetica, comica ed assurda. Un divertente ed ironico viaggio intorno all’umanità e il senso della vita. Sarà una serata speciale, vi troverete circondati dalla natura, sotto un tetto di stelle.

Solo 5 testi di Leopardi integrali. Come ad entrare in un mondo fantastico prenderanno vita: Dialogo della Moda e della Morte, Dialogo di un Folletto e di uno Gnomo, Dialogo di Malambruno e di Farfarello, Dialogo di un venditore d’Almanacchi e di un passeggere, L’Infinito.Per questo appuntamento in natura lo spettacolo sarà in “versione unplugged”.

Dove e quando:
Cascina Caruccia – Valdilana località Trivero (Bi), sabato 21 maggio ore 20.30.

Possibilità di apericena:
per chi desidera alle ore 18 al Birrificio JEB (prenotazioni su biella@delegazionefai.fondoambiente.it)

Prenotazioni e biglietti:
i posti sono limitati, la prenotazione è obbligatoria su biella@delegazionefai.fondoambiente.it entro giovedì 19 maggio. Contributo minimo a partire da 8 euro per i Soci FAI e 10 per i non Soci. Sul posto sarà possibile sottoscrivere la tessera del FAI e avere subito diritto al contributo agevolato.

Cosa portare:
lo spettacolo si terrà all’aperto in area non attrezzata; è consigliato un abbigliamento pesante, coperte e/o seggiole portatili.

Un appuntamento dei TEATRI TASCABILI/TERRITORI TEATRALI di Areté Ensemble e FAI Delegazione Biella.

MUSICA E SOLIDARIETÀ CON IL QUARTETTO D’ARCHI LE CORDE NEL MONDO

Una domenica di musica e solidarietà all’Oasi Zegna. L’appuntamento è il 22 maggio 2022 alle 15, nel Giardino delle Rose del Centro Zegna di Trivero Valdina (Bi) con l’organizzazione di volontariato biellese Orsi nel Mondo che organizza un concerto benefico. In scena il quartetto d’archi Le Corde del Mondo, quattro giovani musicisti del Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia provenienti da parti diverse del mondo. I quattro sono uniti dall’amore per la musica e per la città lagunare e pronti a portare nel gruppo l’influenza tipica della propria cultura.

Al violino Dunja Ilic dalla Serbia e KatarzynaKielska dalla Polonia; alla viola EilingLabarca dal Venezuela e al violoncello Jakub Jakubowsk dalla Polonia. Il repertorio del quartetto spazia dalla musica classica al pop/moderno, dal rock alle grandi colonne sonore.

Tra i concerti degni di nota della giovane formazione c’è l’esibizione alla Mostra del Cinema di Venezia, al festival ‘Simultaneo Ensemble’ di Rovigo e al Carnevale di Venezia.
I musicisti si esibiranno anche la sera di sabato 21 maggio ore 21 al Cinema Teatro Giletti  Valdilana(BI).

Per maggiori informazioni: O.d.V. Biellese Orsi nel mondo, Andrea Lampo 331.3787123, Sandra Ciscato 339.1146890, orsinelmondo.bi@gmail.com

HANSEL E GRETEL – PERFORMANCE ITINERANTE ED ESPERIENZIALE PER BAMBINE/I

Hansel e Gretel di Campsirago Residenza è uno spettacolo itinerante nel bosco rivolto a bambine/i dai 5 ai 10 anni. Si indaga la discesa dentro l’oscurità: i bambini-spettatori affrontano il senso di smarrimento, affidandosi alla potenza positiva dell’intuizione che consente di superare anche le prove più difficili.Lo spettacolo è costruito su una doppia drammaturgia: tre attori che agiscono e raccontano la fiaba accompagnando i bambini dritti verso la casa di marzapane, che a sua volta diventerà un viaggio a tappe tra oggetti, immagini e ricordi. I piccoli spettatori porteranno nelle tasche i sassolini bianchi e le briciole di pane, troveranno la casa di marzapane e scopriranno che la fame e la paura di affrontare i propri sentimenti più oscuri sono la vera avventura che li attende nel fitto del bosco.

Lo spettacolo prevede l’utilizzo di cuffie, che svolgono la funzione di sintonizzare i bambini/spettatori con il flusso di pensieri di Hansel e Gretel, ricevere suggerimenti e indicazioni rispetto al racconto scenico. Lo spettacolo è quindi sostenuto da un lavoro di sound designing e composizione sonora molto avanzato.

L’obiettivo è rendere l’intera operazione un’esperienza di teatro immersivo, vivida e concreta per i bambini/spettatori.

Non è richiesta la partecipazione dei genitori, che possono tuttavia naturalmente partecipare attivamente all’iniziativa come spettatori muniti di regolare biglietto.

Rᴇᴘʟɪᴄʜᴇ:

– 2 giugno ore 11.00 – 12.00 (circa un’ora, con richiesta di presentarsi nel punto di ritrovo – teatro all’aperto di Cascina Caruccia alle 10.45)

– 2 giugno ore 15.30 – 16.30 (circa un’ora, con richiesta di presentarsi nel punto di ritrovo – teatro all’aperto di Cascina Caruccia alle 15.15)

𝘓𝘰𝘴𝘱𝘦𝘵𝘵𝘢𝘤𝘰𝘭𝘰𝘧𝘢𝘱𝘢𝘳𝘵𝘦𝘥𝘦𝘭𝘱𝘳𝘰𝘨𝘦𝘵𝘵𝘰 “𝘛𝘦𝘢𝘵𝘳𝘰 𝘪𝘯 𝘝𝘢𝘭𝘭𝘦”, 𝘳𝘦𝘢𝘭𝘪𝘻𝘻𝘢𝘵𝘰 𝘤𝘰𝘯 𝘪𝘭 𝘴𝘰𝘴𝘵𝘦𝘨𝘯𝘰 𝘥𝘪𝘍𝘰𝘯𝘥𝘢𝘻𝘪𝘰𝘯𝘦 𝘗𝘪𝘦𝘮𝘰𝘯𝘵𝘦 𝘥𝘢𝘭 𝘝𝘪𝘷𝘰 𝘨𝘳𝘢𝘻𝘪𝘦 𝘢𝘭 𝘤𝘰𝘯𝘵𝘳𝘪𝘣𝘶𝘵𝘰 𝘥𝘪 𝘍𝘰𝘯𝘥𝘢𝘻𝘪𝘰𝘯𝘦 𝘊𝘙𝘉 𝘦 𝘍𝘰𝘯𝘥𝘢𝘻𝘪𝘰𝘯𝘦 𝘊𝘙𝘛.

Un evento di Nuvolanove:info@nuvolanove.it – tel. 380.2138351
Info, prenotazioni e bigliettiEventBriteNuvolanove

CORO PER LA FESTA DELLA REPUBBLICA NELLA CONCA DEI RODODENDRI

Giovedì 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica Italiana, il coro Cesare Rinaldo si esibirà alle ore 11 e alle ore 15 presso l’installazione dell’artista Dan GrahamTwo Way Mirror / Hedge Arabesque, facente parte del progetto ALL’APERTO di Fondazione Zegna, nella Conca dei Rododendri. Durante le esibizioni verranno interpretati cori di montagna e sul finale l’Inno d’Italia.

Evento aperto a tutti e gratuito.

PER COMPLETARE L’ESPERIENZA.

Sul territorio si può sostare in numerose locande, agriturismi e piccole strutture che offrono una calda e tipica ospitalità di montagna, perlopiù con produzioni locali a km0. Tra tutte, un soggiorno all’Albergo Ristorante Bucaneve (in località Bielmonte, a 1482 mt.) offre l’ideale completamento dell’offerta Oasi Zegna. Il calore di casa, la cura per i dettagli e per le piccole cose che rendono felici, la buona cucina, l’amore per un luogo inserito in una natura lussureggiante regala benessere e permette di riappropriarsi dello spazio e del tempo. L’Albergo conserva arredi e strutture originarie realizzati su progetto del famoso architetto Luigi Vietti attorno agli anni ’50. Offre noleggio mtb ed E-bike ed un’area wellness con vista panoramica. Bielmonte offre diverse esperienze: ci si può comodamente spostare verso il Bosco Avventura (percorso tra gli alberi per i più piccoli), verso il divertente rolbarun (un bob a rotelle per discese adrenaliniche) e sui numerosi sentieri tra i quali Il Bosco del Sorriso (un percorso bioenergetico ad anello che invita ad abbracciare gli alberi) e i percorsi di Forest Bathing, faggete particolarmente ricche di monoterpeni ideali per il proprio benessere.

OASI ZEGNA

In linea con i principi di sostenibilità che animano il Gruppo Ermenegildo Zegna, l’Oasi Zegna rappresenta la conseguenza dell’approccio responsabile del suo fondatore. Affascinato dalla bellezza della natura e guidato da un profondo desiderio di giving back nei confronti della comunità e del territorio di origine, negli anni ’30 l’imprenditore Ermenegildo Zegna realizzò un ampio progetto di valorizzazione del paesaggio attorno al Lanificio, fondato nel 1910, seguendo la strada che lui stesso aveva tracciato. Ermenegildo ha dato vita a un ecosistema ben prima che il termine fosse coniato. Ma la sua visione andava oltre. Ponendo il Lanificio al centro di una comunità molto più vasta, ha creato la strada 232 e successivamente l’Oasi Zegna, grazie ad un attento lavoro di riforestazione, per creare un’interdipendenza positiva e sostenibile. Nata nel 1993, l’Oasi Zegna è un progetto orientato alla valorizzazione, non solo del paesaggio, ma anche della vita in tutte le sue forme. L’Oasi Zegna è un territorio ad accesso libero che si estende su 100 km2 e si sviluppa su 1.420 ettari di boschi e in 170 ettari di pascoli, rappresentando il luogo perfetto per entrare in contatto con la natura nel pieno rispetto degli ecosistemi locali. Nel 2014 l’Oasi Zegna ha ottenuto il patrocinio del FAI Fondo Ambiente Italiano. Dal 2022 Oasi Zegna è certificata internazionalmente dai rigorosi standard FSC® per la gestione forestale e la conservazione dei servizi ecosistemici a favore della comunità.

Guarda tutto

Lascia il tuo commento

Back to top button