BielleseEventiEventi dintorni Valsesia

Oasi Zegna 11 marzo: M’illumino di meno, escursioni e cene a lume di candela.

M’ILLUMINO DI MENO, ESCURSIONI E CENE A LUME DI CANDELA

L’Oasi Zegna, territorio naturale di 100 km2che ha da poco ottenuto la certificazione FSC®, ForestStewardshipCouncil®, aderisce alla campagna di Caterpillar, Rai Radio2 e Rai per il Sociale all’insegna del risparmio energetico.

Spegnere, camminare, rinverdire, migliorare.

L’Oasi Zegna aderisce anche quest’anno alla campagna M’illumino di meno (XVIII edizione), giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili promossa da Caterpillar, Rai Radio2 e Rai per il Sociale. L’11 marzo, dunque, la parola d’ordine sarà quella di spegnere le luci e limitare i consumi di energia elettrica. E allora la missione ambientale si sposa a cena caratteristiche e dal tocco romantico nei ristoranti e rifugi dell’Oasi Zegna con cene a lume di candela e uscite con i ramponcini.

Alle 18.30, accompagnati dagli Amici del Fondo, si partirà alla volta della Baita Cesira (con the caldo e poi ritorno) per riscoprire la meraviglia del territorio muovendosi senza l’ausilio di nessun mezzo inquinante, ma affidandosi alla sola forza dei propri muscoli.
INFO E PRENOTAZIONI: amicidelfondo20@gmail.com – Tel. 320 961 6218.

Cena a lume di candela

Alla locanda BocchettoSessera (+ 39 015.744115 – locandabocchettosessera@gmail.com) che come menù propone polenta e salsiccia o un piatto vegetarianoo zuppa con dolce e acqua a 20 euro.

Aderisce all’iniziativa anche il ristorante dell’Albergo Ristorante Bucaneve (+ 39015.744184 + 39 393.5453705 bucaneve@oasizegna.com) con unacena alla carta e l’Hostaria Caulera (+39 346.8791629 +39 389.9909471
hostariacaulera@gmail.com ) che per l’occasione ha studiato un menù dedicato a base di plin in fonduta e tartufo, oppure agnolotti di borragine, maialino al latte in crema di tartufo, scrigno del boscaiolo. Dopo cena concerto acustico di Le due clochard fino a mezzanotte.

Davvero speciale la proposta del rifugio Monte Marca (+ 39 015. 744131 – rifugio@montemarca.it ) che si raggiunge con una salita a piedi e poi ci si coccola con un aperitivo di benvenuto a base di salumi misti. Per la cena, invece, propone un antipasto piemontese poi bicchiere di vino, flan di zucca con fonduta di Castelrosso, polenta concia, bunet o crostata e caffè (35 euro a persona).
Per la salita al Monte Marca il ritrovo sarà alle ore 19,00 in Piazzetta a Bielmonte con accompagnamento incluso insieme alla Guida escursionistica FabrioCalatti. Le prenotazioni per cena e passeggiata serale contattare direttamente il rifugio Monte Marca.

L’OASI ZEGNA

In linea con i principi di sostenibilità che animano il Gruppo Ermenegildo Zegna, l’Oasi Zegna rappresenta la conseguenza dell’approccio responsabile del suo fondatore. Affascinato dalla bellezza della natura e guidato da un profondo desiderio di giving back nei confronti della comunità e del territorio di origine, negli anni ’30 l’imprenditore Ermenegildo Zegna realizzò un ampio progetto di valorizzazione del paesaggio attorno al Lanificio, fondato nel 1910, seguendo la strada che lui stesso aveva tracciato. Ermenegildo ha dato vita a un ecosistema ben prima che il termine fosse coniato. Ma la sua visione andava oltre. Ponendo il Lanificio al centro di una comunità molto più vasta, ha creato la strada 232 e successivamente l’Oasi Zegna, grazie ad un attento lavoro di riforestazione, per creare un’interdipendenza positiva e sostenibile. Nata nel 1993, l’Oasi Zegna è un progetto orientato alla valorizzazione, non solo del paesaggio, ma anche della vita in tutte le sue forme. L’Oasi Zegna è un territorio ad accesso libero che si estende su 100 km2 e si sviluppa su 1.420 ettari di boschi e in 170 ettari di pascoli, rappresentando il luogo perfetto per entrare in contatto con la natura nel pieno rispetto degli ecosistemi locali. Nel 2014 l’Oasi Zegna ha ottenuto il patrocinio del FAI Fondo Ambiente Italiano.

 

Guarda tutto

Lascia il tuo commento

Back to top button