Cusio-VerganteEventiEventi dintorni ValsesiaNovarese

Orta: i vincitori del concorso “Disegnare il giardino”

Disegnare il giardino è il concorso di idee lanciato alla fine del 2020 dall’Associazione Asilo Bianco.

 

 

La sfida? Chiedere ad architetti, agronomi, paesaggisti e artisti ambientali idee e progetti per ridisegnare, recuperare e promuovere tre aree verdi pubbliche in tre comuni della provincia di Novara, nel territorio del Lago d’Orta.  Si è trattato di ripensare alla copertura di un parcheggio multipiano vista lago a Orta San Giulio, al giardino storico di Villa Nigra a Miasino e al parco dell’Uriänòl a Briga Novarese.

Sono stati molti, oltre 40, i progetti ricevuti e realizzati da professionisti, italiani e stranieri, provenienti da tutta Italia. Ai partecipanti è stata lanciata la sfida di progettare nuovi spazi d’incontro e socializzazione a cielo aperto, immersi nel verde. La giuria internazionale del concorso è stata presieduta dall’architetto paesaggista Elisabetta Bianchessi, dagli architetti Federica Cornalba, Elena Bertinotti e dal professore Michael Jakob.

Il primo premio della giuria è stato assegnato al progetto sull’area di Orta San Giulio “L’opera del ricamo” realizzato da Eleonora Tomassini, Alessia Zurlo ed Elena Clementi. Così la giuria: “Il progetto si propone come un’operazione versatile di riconnessione fisica, funzionale e paesaggistica tra la realtà della collina del Sacro Monte e quella del lago, arrivando a comporre un paesaggio ri-cucito, ricamato, impreziosito. Una grande piattaforma in legno per creare occasioni di contemplazione, yoga, belvedere verso il lago, sedute e attrezzature morfologicamente studiate per l’attività sportiva connessa al percorso trekking della montagna”. La giuria ha apprezzato l’inserimento paesaggistico, la coerenza materica e l’idea progettuale.

Asilo Bianco ha assegnato i primi premi delle aree di Miasino e Briga Novarese, partendo da una serie di segnalazioni individuate dalla giuria. Il progetto “Tra storia e fruizione” di Sofia Inghelleri vince per il parco di Villa Nigra, ottenendo anche una menzione speciale della giuria: “Un lavoro che mira a coniugare la percezione del parco come insieme di ambienti con “anime” e atmosfere ben definite e la necessità di riconnettere fisicamente tutte le diverse parti”. È stato apprezzato l’approccio progettuale sul parco storico che porta a interventi minimi e puntuali, insieme a interessanti proposte d’utilizzo per i diversi spazi. Infine, per l’area di Briga Novarese, vince Corinne Gallotti con “Il giardino del tempo”, un parco tematico in cui l’arte ha un ruolo centrale: un hub artistico che può funzionare come museo all’aperto, in divenire, attrattivo e mutevole.

L’approccio e l’attenzione al mondo della cultura e a quello dell’arte, sempre in dialogo con il paesaggio, vanno di pari passo al lavoro sinergico con le realtà locali. Ai tre progetti vincitori di ogni area è assegnato un premio di 1.000 Euro. Sono stati molti anche i giovani architetti che si sono messi alla prova. Si segnala la menzione speciale di Asilo Bianco per il miglior progetto “under 35” ad Anna Proskuriakova ed Ekaterina Kropacheva. Il loro “Piazza Salomè” per Orta San Giulio vuole essere un invito a ricordare l’amore che travolse, proprio in questi luoghi, il grande filosofo Friedrich Nietzsche per la scrittrice e psicoanalista russa Lou Andreas-Salomé.

Infine, queste le seguenti menzioni speciali da parte dei Comuni coinvolti nel progetto:
Comune di Briga Novarese
Luca Righetto “PostFata”
Lorenzo Porzio “Un parco per tutti”
Comune di Miasino
Sofia Inghilleri “Tra storia e fruizione”
Comune di Orta San Giulio
Monica Sgandurra “Bel-vedere”
Igor Cavagliotti, Agnese Pagani “Una sosta tra Orta e il Sacromonte”

Sabato 15 maggio, dalle 10:30 alle 12:30, è in programma la giornata di premiazioni ufficiali.

Il collegamento è previsto online su ZOOM e ci si può iscrivere mandando una email a segreteria@asilobianco.it – il programma della giornata verrà condiviso sui social e sito di Asilo Bianco. Sarà l’occasione per un approfondimento su paesaggio, architettura e arte.

La mostra pubblica dei progetti selezionati sarà organizzata a Villa Nigra, Miasino, e visitabile in occasione della nona edizione di Menta e Rosmarino – Green Festival (12-13 giugno).

Il concorso è stato patrocinato dall’Ordine degli Architetti di Novara e del Verbano Cusio Ossola ed è stato realizzato in collaborazione con la rassegna verbanese Editoria & Giardini. “Disegnare il giardino” fa parte delle attività previste dal progetto Lago d’Orta Plastic Revolution”, finanziato da Fondazione Cariplo, che vede coinvolti il Circolo di Legambiente “Gli Amici del Lago”, Asilo Bianco, i Comuni di Ameno, Briga Novarese, Miasino, Orta San Giulio e l’Organizzazione di Volontariato di Briga; e del Progetto di Cooperazione Italia-
Svizzera “Di-Se – DiSegnare il Territorio” a cura di Associazione Musei d’Ossola, Museumzentrum La Caverna di Naters e Asilo Bianco. Partner tecnico CitySì / Citysi arredo urbano per una città positiva, moderna ecosostenibile e a misura d’uomo.

Per tutte le informazioni:
www.asilobianco.it
IG Asilo Bianco
FB Asilo Bianco

Guarda tutto

Commenta

Back to top button