Bassa ValsesiaEventiPrato Sesia

Prato Sesia: Novità dal Concorso di poesia Castello di Sopramonte

E’ stata prolungata al 30 giugno la data per l’invio delle poesie in concorso per la sedicesima edizione del concorso nazionale di poesia: “Il castello di Sopramonte”, organizzato dal gruppo Alpini di Prato, in collaborazione con il Comune di Prato Sesia e la Provincia di Novara, intitolato al Professor Don Antonio Guarneri, che ne fu Presidente, oltre che ispiratore e fautore, e a Barbara Valsesia, sensibile poetessa, scomparsa prematuramente.

Il concorso è articolato in tre Sezioni: Adulti, Nuove Penne (Giovani) Vernacolo, aperta ai poeti che scrivono in Piemontese.

Per tutte le Sezioni c’è la possibilità di inviare le poesie anche in sola forma digitale all’indirizzo mail: info@alpinipratosesia.it , in due files: l’uno contenente la poesia in forma anonima, l’altro con il testo corredato da dati anagrafici e dal numero di telefono.

Verranno ancora accettati anche gli invii in forma cartacea all’indirizzo: Associazione Nazionale Alpini, Gruppo di Prato Sesia c/o Comune di Prato Sesia, Via E. De Amicis n. 3, 28077 Prato Sesia (NO).

La quota di partecipazione, mantenuta invariata rispetto agli anni precedenti, ammonta a euro dieci e dovrà essere inviata contestualmente alla poesia, in contanti, oppure con bonifico bancario intestato a:

Gruppo Alpini Prato Sesia IBAN IT51O0306967684510733156130.

Procedimento analogo dovrà essere adottato per la partecipazione alla Sezione Vernacolo, aperta solo ai poeti che scrivono in piemontese, che dovranno affiancare alla loro poesia la traduzione italiana. Per le Nuove
Penne, sezione riservata ai nati dopo il 30 giugno 2002, la partecipazione è gratuita, e oltre ai dati anagrafici completi di data di nascita, ci dovrà essere la firma di un genitore.

Nel tempo del Coronavirus l’insegnante della classe quinta della scuola primaria di Prato, Maura Mastroianni, ha assicurato l’invio delle poesie delle Nuove Penne, anche se i ragazzi non sono più tornati a scuola.

Ogni anno il concorso si rinnova, anche nella parte organizzativa, curata dall’alpino Angelo Frasson, vice capogruppo degli Alpini di Prato.

Con questa edizione cambierà il modo in cui saranno conteggiati i voti per stilare la classifica:

ogni giurato potrà sempre esprimere il suo giudizio con voti da zero a cinque, compresi i mezzi punti, ma sarà scartato il risultato più alto e
quello più basso, metodo per garantire un maggiore equilibrio.

La Giuria, presieduta da Piera Mazzone, giornalista e Presidente della Rassegna biennale di poesia valsesiana Pinet Turlo, composta dal poeta Nunzio Buono, dalla poetessa grignaschese Floranna Usellini, dalla professoressa Simonetta Rossi, si arricchisce di due nuovi componenti: il varallese Daniele Conserva, cantattore, musicista e poeta e Chiara Facciotti, una giovane gattinarese laureata all’Accademia di Belle Arti di Brera. Moreno Tonioni curerà le recensioni delle poesie inviate, mentre Silvia Rovario, segretaria del concorso, si occuperà di quelle delle Nuove Penne.

Per ulteriori informazioni consultare il sito internet: www.alpinipratosesia.it , oppure contattare l’organizzatore Angelo Frasson: 338 1985530, in alternativa rivolgersi all’indirizzo mail: info@alpinipratosesia.it

Tags

Commenta

Back to top button
Close