Bassa ValsesiaEventiPrato Sesia

Prato Sesia: riunita la giuria del concorso Nazionale di poesia “Castello di Sopramonte”

La premiazione della quindicesima edizione del concorso nazionale di poesia “Il castello di Sopramonte”, organizzato dal Gruppo Alpini di Prato, intitolato al Professor Don Antonio Guarneri, che ne fu Presidente, oltre che ispiratore e fautore, e a Barbara Valsesia, sensibile poetessa, scomparsa prematuramente, anche quest’anno si svolgerà nella palestra comunale, più ampia per accogliere un numero sempre maggiore di  partecipanti, sabato 14 settembre 2019, con inizio alle ore 15.

L’invito a partecipare è esteso a tutti: sarà un pomeriggio particolare, che vedrà riuniti poeti provenienti dai luoghi più disparati. Alla cerimonia saranno presenti i rappresentanti degli Enti organizzatori e patrocinatori: Rocco Guastella, Capo Gruppo Alpini Prato Sesia, il Sindaco di Prato, e molti ospiti.

Martedì 16 luglio, nella sede sociale degli Alpini,Le liriche a tema libero pervenute sono state: più di cento per la sezione Adulti 84 per il Vernacolo 26.

La giuria, presieduta da Piera Mazzone, composta da Nunzio Buono, (assente quella sera, ma aveva inviato i suoi giudizi telematicamente), Simonetta Rossi, Floranna Usellini, coadiuvata da Angelo Frasson, Silvia Rovario, Consigliera Comunale, segretaria e Moreno Tonioni, estensore dei sintetici giudizi che accompagneranno ciascuna delle poesie, ha esaminato i singoli componimenti e ha stilato una classifica per ciascuna sezione.

Anche quest’anno si è avuta un’ampia partecipazione, con l’invio di poesie da ogni luogo della penisola: i giurati ricevono le poesie rigorosamente anonime e con la più assoluta libertà votano con un punteggio da 1 a 5: il giudizio tiene conto anche dell’ortografia e della sintassi, oltre che della libertà e creatività. Le poesie vengono abbinate ai poeti, tra i quali quest’anno è stata molto apprezzata la presenza di “nuove voci”, provenienti da tutta la penisola, che riconfermano la vitalità di questo concorso.

Angelo Frasson tiene personalmente i contatti con tutti i poeti, li incoraggia e li invita, dimostrando una tale sollecitudine, unita ad un autentico spirito di amicizia, che è impossibile non partecipare.
Unanimemente la Giuria ha riscontrato come il livello delle poesie in vernacolo sia stato superiore rispetto a quello delle poesie in lingua, che sono molto diversificate e spesso più vicine alla prosa poetica, quindi stilare una classifica è stato molto complesso, ma si è arrivati concordi alle decisioni finali.

Come di consueto le poesie dei bambini e ragazzi, riunite sotto la dicitura “Nuove Penne” non vengono classificate perché è importante la partecipazione: una poesia di una bambina, Melissa Storchi : “Oltre la guerra”, ha molto colpito gli organizzatori del Concorso e la Giuria, tanto che si è deciso di assegnare alla giovane autrice una targa speciale.

Sarà graditissima la presenza di un pubblico numeroso per accogliere tutti i poeti, molti dei quali arrivano da lontano e colgono quest’occasione per conoscere la Valsesia.

Nelle immagini le classifiche dei poeti

Tags

Commenta

Back to top button
Close