Alta ValsesiaEventiRassa

Rassa 23-24 Luglio: programma delle Giornate d’Estate FAI

Sabato 23 e domenica 24 luglio la Delegazione FAI della Valsesia, in collaborazione con il Comune di Rassa, hanno organizzato: “Due giorni dai Tremendi a Rassa: Mario Manfredi, Capo Delegazione FAI Valsesia e tutti i suoi collaboratori, con la piena collaborazione del Comune di Rassa, di tutte le Associazioni e del CAI di Varallo, hanno completato un programma ricco di eventi, incontri, visite, laboratori.

Il primo appuntamento sarà alle ore 15 di sabato 23 luglio, con la presentazione da parte del Sindaco, Michele Barbaglia e del Capo Delegazione FAI Valsesia, Mario Manfredi. L’Unione Montana dei Comuni della Valsesia sarà rappresentata dall’Assessore alla Cultura, Professor Attilio Ferla. Nei varicantoni del paese: Tangin, Spinfoglio, Pavaraj, S. Giovanni, S. Antonio, ci saranno persone che presenteranno le caratteristiche, mettendone in luce le peculiarità. La chiesa parrocchiale di Santa Croce potrà essere conosciuta attraverso una visita accompagnata dai volontari FAI e il Maestro Mario Duella presenterà lo storico organo settecentesco, offrendo degli intermezzi musicali.

La segheria dei Brasei sarà messa in funzione per l’occasione e nel Salone Conferenze, al piano superiore  sarà possibile ammirare un’esposizione delle fotografie del naturalista e botanico Mario Soster. Con fotografie e filmati sarà documentata l’opera del Maestro Ireneo Passera: “La natura risveglia i sensi”, collocata sul sentiero che da Rassa porta al Rifugio C.A.I dell’Alpe Toso. Nel salone sarà esposta una scultura realizzata per questo importante evento, utilizzando il marmo del Massucco. Giorgio Faglia, autore di due volumi sulle “Cave spente”, illustrerà quelle ritrovate nel territorio di Rassa. Gianluigi Avondo, Silvano Pitto e Giorgio Salina, membri del CAI di Varallo, presenteranno i Sentieri dell’Arte, i bivacchi e la sentieristica.

Nel Cantone S. Antonio, all’interno di Cà d’la Cresta, negli spazi espositivi, Ernesto Chiara e Claudio Chiara presenteranno tradizionali oggetti in legno, Emilio Uggeri scrittore, parlerà dei suoi libri su Rassa e sul territorio, le azienda agricole Bacher, Guglielmina, Chiara, Mantello, proporranno formaggi prodotti negli alpeggi delle valli Sorba e Gronda.

Alle ore 17 è stata organizzata un’escursione in Val Sorba alla scoperta dei forni della calce, delle Carbonere, e all’Alpe Sorba ci sarà un aperitivo-cenoiro al Campello.

La conclusione della prima Giornata è stata prevista per le ore 21.

Domenica 24 luglio, alla segheria, alle 11, si svolgerà una tavola rotonda, presentata da Piera Mazzone, giornalista e membro della Delegazione Fai Valsesia, alla quale parteciperanno: Mario Soster, che parlerà della colonia di peonie in Val Sorba, Cesare Locca, ricercatore storico, che introdurrà il tema della formazione geologica della cava del Massucco ed il suo sfruttamento in ambito artistico, Giorgio Faglia, studioso e appassionato di geologia, che presenterà il primo volume diCave spente“, dedicato alla scoperta di antiche cave dismesse nelle province di Biella-NovaraVerbania-Vercelli. Tra queste cave spicca quella del Massucco, di cui verranno indagate le tipologie di sfruttamento e l’aspetto geologico, Ireneo Passera, scultore, che parlerà della scultura eseguita con il marmo del Massucco di Rassa, analizzando tecniche e attrezzi tradizionali e moderniper la lavorazione del marmo.

Fino alle ore 19.30 sarà possibile partecipare alle visite accompagnate al paese e alla chiesa parrocchiale.

Per chi fosse interessato, ricordiamo che in entrambe le giornate, presso la famiglia Tocchio (Via Marconi n. 26), sarà visitabile la mostra:Pot-pourri” di Sara Salvoldi che esporrà i suoi acrilici e Carla Dorz con i suoi oli, la mostra è organizzata nell’ambito dell’iniziativa LagalleriAcasa, ideata e diretta da Sara Salvoldi.

Una navetta, funzionante durante tutta la giornata, porterà i visitatori in Val Gronda, alla scoperta della frazione Piana, con visita al pregevole Oratorio di San Bernardo e all’antico forno frazionale funzionante: chi vorrà potrà  degustare pizze cotte nel forno a legna.

Il programma è completo, ricco e variegato: perché non approfittarne?

Durante l’evento sarà possibile iscriversi al FAI, o rinnovare le iscrizioni, e votare per i Luoghi del Cuore. La Delegazione FAI della Valsesia propone l’antica fabbrica di campane di Valduggia, ricca di storia e di fascino.

Guarda tutto

Guarda altre notizie

Lascia il tuo commento

Back to top button