EventiEventi dintorni ValsesiaNovarese

Rassegna “Un paese a sei corde!

Continua la rassegna di “Un paese a sei corde/Master” con un’offerta musicale di grandi concerti, molti dei quali gratuiti, come quelli proposti il 14 e 15 giugno, rispettivamente a Romentino e Cressa.

La rassegna, iniziata a fine maggio, proseguirà fino al 7 settembre, con oltre 40 appuntamenti, distribuiti sul territorio novarese, tra laghi e montagne.

Venerdì 14 giugno – Romentino – Piazza San Giovanni – ore 21.00. CONCERTO DI ZIROBOP – Ingresso gratuito

Enzo Zirilli, musicista apprezzato in tutto il mondo e considerato uno dei batteristi/percussionisti più creativi e versatili dell’ultima generazione, presenta ZiroBop: un viaggio a 360 gradi all’interno della musica, dal Jazz dei primordi e poi del bebop e hard bop al Funk/soul, dal prog rock alla musica Africana, Indiana e Sud Americana, senza dimenticare la grande tradizione melodica italiana.

Formazione: Enzo Zirilli, Alessandro Chiappetta, Rob Luft, Paolino Dalla Porta (uno dei più interessanti ed eclettici contrabbassisti della scena jazz italiana ed europea).

Sabato 15 giugno – Cressa – Cortile Municipio – Via Jean de Fernex, 13 – ore 21.00. CONCERTO DI Filippo Bertipaglia (opening Luca Zaffaroni)- Ingresso gratuito

Filippo Bertipaglia attraverso la chitarra si ripropone di creare degli scenari musicali alternativi composti da armonie inusitate e atmosfere eteree rispondendo così al proprio sound interiore. Dopo il diploma in chitarra classica e moderna lavora nelle situazioni più disparate: turnista per artisti pop/rock o per musical teatrali, compositore/chitarrista in band di inediti, tutor, recensore e trascrittore per giornali chitarristici.
Da qualche tempo si sta concentrando sull’attività di chitarrista acustico solista.
Apre il concerto il giovanissimo esordiente Luca Zaffarone 15 anni allievo dei corsi di chitarra dell’associazione la Sesta Corda di Cressa.

Filippo Bertipaglia Seagull
Filippo Bertipaglia Seagull

 

Per ulteriori informazioni: info@unpaeseaseicorde.it
Il programma completo della rassegna è consultabile su www.unpaeseaseicorde.it.


Informazioni sugli artisti:

 

ZIROBOP: ENZO ZIRILLI, ALESSANDRO CHIAPPETTA, PAOLINO DALLA PORTA, ROB LUFT. Enzo Zirilli ama la musica al di là dei generi. Lo ha detto lui stesso: Il mio animo artistico è sempre a cavallo tra “Blues & Roots e ricerca, non convenzione, rigore, rischio e provocazione, essendomi io formato ascoltando a casa contemporaneamente John Coltrane e i Beatles, Miles, Mingus e i Genesis, i Pink Floyd e gli Yes, Jimi Hendrix, Crosby Stills Nash & Young o Simon & Garfunkel e Joao Gilberto, Frank Zappa o James Taylor, senza chiedermi minimamente che musica suonassero, ma semplicemente godendone.”
Zirobop è il suo primo album da solista e colpisce da subito proprio la sua gioia di poter suonare ciò che ama al di là di ogni “rigore tematico” o “progetto” sotteso ad una preformata coerenza.
Il progetto che c’è dietro questo album è la musica che piace ad Enzo Zirilli, e che piace anche ai musicisti prescelti per questa avventura: Alessandro Chiappetta e Rob Luft alle chitarre e Paolino Dalla Porta al contrabbasso. Zirilli ama la sua batteria e arricchisce i suoi battiti più che di volumi deflagranti, di mille suoni, di timbri, dando ovviamente ritmo ma dando soprattutto atmosfera, in una sequenza di brani che tengono incollati all’ascolto per la loro morbidezza, eleganza, ironia persino, e intensità. Il suo omaggio al Jazz è divertito, affettuoso e grato. Una batteria dal groove intenso, con il rullante che prevale e si toglie molte soddisfazioni, cantando abbracciata insieme alle chitarre. Soli di chitarra impeccabili, arrangiamento
jazzistico puro, e un bel solo di contrabbasso inarrestabile. Un disco, Zirobop, felice. Per le sonorità, per la libertà con cui è stato concepito, per l’afflato tra i musicisti. Per la felicità e l’emozione, evidenti, con le quali è stato concepito e realizzato. Morbido, intenso, divertente, nostalgico, e in molti tratti emozionante.

FILIPPO BERTIPAGLIA
Diplomato in chitarra classica e in chitarra moderna ha conseguito anche l’attestato di “Preparing for Teaching”. Nel 2018 ha registrato un EP di brani eseguiti in veste solistica acustica con il produttore Corrado Rustici a San Francisco. E’ stata pubblicata una sua intervista nel magazine americano Fingerstyle Guitar Journal. Ha partecipato in qualità di opening act durante l’intero tour italiano di Corrado Rustici. Collabora o ha collaborato con importanti testate giornalistiche in qualità di trascrittore, tutor e recensore (es. Accordo, Strumenti Musicali, Guitar Club), ha tenuto alcune clinic sulle tecniche del fingerstyle e hybrid picking, ha suonato con importanti nomi della scena internazionale e nazionale quali Ian Paice (Deep Purple), Eugenio Finardi, Emma Marrone, Caparezza. È apparso in TV (Rai 2, Canale 5, Italia 1, Class TV) e trasmissioni radiofoniche (Radio Rock, Rock&roll radio…). È chitarrista dell’opera rock Musica Ribelle con musiche di Eugenio Finardi, andata in scena in importanti teatri italiani. Ha partecipato al musical Spring Awakening in qualità di chitarrista e registrato tutte le chitarre per il musical Sister Act, prodotto dalla Compagnia della Rancia, andato in scena presso i maggiori teatri italiani. Ha collaborato con il marchio Trussardi, con RDS per il suo festival e con altri importanti eventi, è apparso nella rivista Vogue e in spot pubblicitari. Con il cantautore Martino Corti ha aperto alcune tappe del tour dei Nomadi e Rho Alive. Ha ricoperto il ruolo di guitar tutor nel concorso JAM 160 promosso da VIRGIN RADIO e JACK DANIEL’S partecipando alla data finale tenutasi all’Alcatraz di Milano e ha registrato numerosi brani per il software MY GUITAR SHOW (Edizioni Mussida Music Publishing). È chitarrista del FPE ensemble, con il quale ha registrato l’album di stampo fusion “Ayexit” con Marco Minnemann alla batteria. Ha frequentato numerose masterclass di chitarra classica e moderna tra cui quelle con Alberto Ponce, Andrea Dieci, Stefano Viola, Paul Gilbert, Frank Gambale, Guthrie Govan. Ha vinto concorsi classici e moderni sia come solista che come membro di un gruppo e la borsa di studio Kiwanis come miglior allievo del conservatorio 2006/2007. Attualmente insegna nelle scuole pubbliche.


Cosa fare a Romentino:

Oratorio di San Pietro o della Natività della Madonna: nei secoli XVI e XVII era tradizione considerare questo edificio come l’antica parrocchiale del paese, sui cui ruderi poi si sarebbe edificato l’oratorio. Oggi si presenta ad aula unica, con un importante affresco raffigurante la Vergine con il Bambino, datato 1488, forse quel che rimane dell’originario ciclo delle pareti absidali ancora esistente nel 1617.
Parco del Ticino: raggiungibile a pochi chilometri https://www.parcoticinolagomaggiore.com

Cosa fare a Cressa:

Museo del Baco da Seta: racconta la storia del baco da seta e le tradizioni locali della coltivazione del gelso e della bachicoltura domestica dal 600 fino agli anni ’50 del 900. Aperto nel 2010, propone un percorso storico culturale a pannelli e un video con testimonianze e racconti della memoria cressese su quest’attività. E’ anche sede di laboratori didattici rivolti ai bambini delle Scuole dell’infanzia e Primaria.

Tags

Commenta

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker