Reportage eventi

Borgomanero: un grande successo per il “Parco del Gusto”

Vinta la sfida del Parco del Gusto: a Borgomanero è risuonata forte la voce dei piccoli produttori.

Grande successo sabato 7 e domenica 8 settembre per l’evento organizzato nel Parco di Villa Marazza dalla Condotta Slow Food delle Colline Novaresi, insieme al Comune e alla Pro Loco di Borgomanero.

Risuona forte l’eco dei tanti messaggi lanciati dal Parco del Gusto, svoltosi nel Parco di Villa Marazza a Borgomanero sabato 7 e domenica 8 settembre. L’evento, organizzato dalla Condotta Slow Food delle Colline Novaresi, insieme al Comune di Borgomanero e alla Pro Loco di Borgomanero, in collaborazione con gruppi e associazioni locali, ha riscosso un notevole successo. Da più parti dell’Alto Piemonte, ma anche dall’alessandrino, dal torinese, dall’astigiano e dalla vicina Lombardia, appassionati, gourmet e davvero tante famiglie si sono ritrovate nel “Parco” per stringere in un ideale abbraccio la squadra composta da una cinquantina di piccoli produttori, selezionati dalla Condotta locale.

In molti hanno apprezzato l’area degustazione dove, insieme ai vini alle cantine del Consorzio Tutela Nebbioli Alto Piemonte, sono state proposte le selezioni preparate dai ragazzi del Liceo del Gusto di Borgomanero con alcuni dei prodotti presenti al mercato.

Seguendo il claim dell’evento “degusta, scegli, acquista”, il pubblico ha potuto provare orologi di formaggi, salumi, dolci, identificando i vari prodotti nella carta di identità esposta per ciascuna selezione, recandosi poi al mercato vicino per conoscere il produttore, farsiraccontare la storia e le caratteristiche del prodotto per poi acquistarlo.

Fra gli stand degli espositori disposti a cerchio nel parco, nelle buste della spesa sono finiti formaggi, salumi, miele, zafferano, ortaggi, frutta, conserve, marmellate, riso, dolci e altro ancora, tutte varietà rare e molto particolari, prodotte in piccole quantità curate nei dettagli.
Ottimo riscontro anche per “Percorsi birrai”: i tour guidati, che hanno portato gruppi di appassionati a degustare le birre dei birrifici presenti al mercato in abbinamento con prodotti tipici, sono andati del tutto esauriti sia nella serata di sabato che la domenica a mezzogiorno.

“E’ stato un fine settimana corale, durante il quale sono stati lanciati molti messaggi –afferma il fiduciario della Condotta Luca Platini – Certamente è risuonata con grande potenza la voce dei piccoli produttori: con il Parco del Gusto abbiamo voluto puntare forte sulla qualità, abbiamo proposto al pubblico due giornate particolari, di pausa dalla frenesia, di piacere nel conoscere, nel degustare con consapevolezza, ma soprattutto di piacere dell’ascolto. Voglio dire un grosso grazie al Comune di Borgomanero, che ha creduto dall’inizio e sposato questo progetto, e alla Pro Loco di Borgomanero, che ci ha accolto e dato il benvenuto nella grande famiglia della Festa dell’Uva”.

Una famiglia numerosa, di cui hanno fatto anche Anffas, che al Parco del Gusto ha proposto l’evento “Acino chi legge”, e gruppi e associazioni sportive che hanno animato il weekend con allegria e voglia di stare insieme. La due giorni slow alla “Marazza” è stata poi caratterizzata soprattutto da “Qui e ora, insieme”, la tavola rotonda fortemente voluta dalla Condotta Slow Food e dal Comune di Borgomanero per parlare di tutela dell’ambiente.

“Quello che è successo sabato pomeriggio è stato davvero importante – continua Platini – Gli operatori che sono sul territorio hanno accettato il nostro invito a unirsi e fare squadra per difendere l’ambiente. È stato un significativo momento di incontro, ma vogliamo andare oltre una autorevole
conferenza a più voci: l’ambizione è quella di arrivare presto a una sintesi formale con indicazioni precise, una base comune che possa costituire il contributo del nostro territorio al contrasto al cambiamento climatico”.

E a proposito di sostegno a progetti collettivi, Condotta Slow Food e Comune devolveranno l’utile del Parco del Gusto alla Fondazione Marazza di Borgomanero, che ha ospitato la manifestazione e che si occupa di promozione della cultura sul territorio, e alla Fondazione Slow Food per la Biodiversità, che coordina i progetti dell’associazione fondata da Carlin Petrini in tutto il mondo.

L’ennesimo nitido messaggio di un weekend che ha raccontato numerose storie, tutte possibili e realizzabili. Prossimo evento organizzato dalla Condotta Slow Food delle Colline Novaresi, questa volta insieme alla Pro Loco di Fontaneto e all’Associazione Produttori, sabato 14 e domenica 15 settembre la settima edizione della Fiera della Cipolla Bionda che si svolgerà a Fontaneto d’Agogna in centro paese.

PER MAGGIORI INFO:
Slow Food – Condotta Colline Novaresi
Piazza Unità d’Italia – 28010, Fontaneto d’Agogna (NO)
Tel. 347.5550447 – Email. slowfood.collinenovaresi@gmail.com

 

Tags

Commenta

Back to top button
Close