Reportage eventi

EuroPuppetFestiValsesia 2019 chi sono i vincitori?

EuroPuppetFestiValsesia 2019 è stata una Edizione entusiasmante per svariati motivi, in cui abbiamo messo alla prova alcuni nuovi meccanismi, che andranno ancora e collaudati, a cominciare dalla formula dei due fine settimana. Si traduce in doppio lavoro per noi, doppia partenza, ma crediamo che sia la formula giusta e, magari da allungare nel tempo, non due ma anche 3 fine settimana.

La formula degli spettacoli in lingua originale funziona alla grande e pensiamo per il futuro molto prossimo di far diventare l’EuroPuppetFestiValsesia semplicemente EuroPuppet coinvolgendo una zona più ampia del territorio, ma soprattutto vorremmo spingerlo fino a farlo diventare il festival di teatro di figura che ospita una sezione intera prevalentemente spettacoli stranieri in lingua originale. Un sogno che potrebbe realizzarsi fra un paio di anni.

Ha funzionato bene la 3 giorni a Borgosesia, ringraziamo l’amministrazione comunale per aver creduto con noi in questa che inizialmente era solo una scommessa. Iniziata timidamente con 40 gradi all’ombra il 28 giugno, è andata poi alla grande nei due giorni successivi, anche con il laboratorio di costruzione de “Le lanterne dei desideri” al
parco Magni e fatte galleggiare nel Sesia all’interno del parco. Bambini e genitori emozionatissimi in un rito che è molto teatrale e spettacolare. Vedere le emozioni dei bimbi che salutano le loro lanterne affidando i loro desideri al fiume e i genitori in lacrime, è stata per noi la più grande soddisfazione. Le stesse emozioni si sono ricreate a Varallo sul torrente Mastallone, con i genitori che ci hanno ringraziato mille volte per gli sforzi che facciamo nel rendere questo festival fruibile e coinvolgente, oltre che
emotivamente importante. I genitori ci hanno detto: “Grazie di esistere.

Senza di voi questa valle sarebbe molto più povera. Grazie a voi noi e i nostri bambini possiamo viaggiare per una settimana con la nostra fantasia”. Prima di passare a fare i nomi dei vincitori vogliamo ringraziare, come sempre, tutti gli amministratori dei comuni coinvolti nel progetto e tutti i collaboratori, le compagnie partecipanti sempre più innamorate della Valsesia e del nostro Festival e che hanno portato spettacoli, ancora una volta, di grandissima qualità riconosciuta dal numerosissimo pubblico che ci ha seguiti per 7 giorni.

La scarsa affluenza turistica non ci ha tolto la possibilità di arrivare alla media di 100 (cento) spettatori a spettacolo.

Siamo felicissimi comunque, perché il festival ha travalicato, anche con gli spettatori, i confini valsesiani e regionali ancora una volta.
Ancora una volta il pubblico è stato molto eterogeneo, proveniente da ogni dove, come si suol dire. Venuti appositamente in Valsesia a seguire il nostro Festival, pur non conoscendo la Valsesia. Tutto questo semplicemente andando a curiosare nel nostro sito internet e sui maggiori mass media. Sono rimasti colpiti dalle nostre presentazioni fotografiche e non solo ed hanno, così, deciso di venire a curiosare come fosse il nostro Festival.

Sono rimasti piacevolmente sorpresi della nostra organizzazione, degli spettacoli visti. Ma, soprattutto, sono rimasti sorpresi della gratuità di accesso agli spettacoli. Nuovo pubblico anche dall’estero, dalla Spagna, per esempio. E una famiglia di spagnoli si è aggiudicato il Premio Fedeltà. Ma daremo notizia di vincitori più avanti. Un indotto che ritornerà anche il prossimo anno e che ha confermato in Valsesia un nuovo turismo legato ai burattini, alle figure in generale, al teatro. Un turismo culturale che sta portando sempre più nuova COSCIENZA al territorio.
Un grazie grande va alla direzione della Pinacoteca di Varallo per averci concesso la disponibilità ad ospitare gli spettacoli e il laboratorio “Le lanterne dei desideri” Il prossimo anno leggeremo questi desideri in esposizione in biblioteca in un appuntamento che costruiremo ad hoc per l’occasione.

All’interno della Pinacoteca registriamo anche il successo di visitatori e di
apprezzamento avuto dalla mostra fotografica “Anime in luce” di Gianni Biccari. E grazie ai giornalisti e alle loro testate che hanno collaborato al progetto “Recensissci EuroPuppetFestiValsesia” (Maria Cuscela – La Stampa, Luisa Lana e Piera Mazzone – Corriere Valsesiano, Lorella Morino – Video Novara). Peccato, però, che quest’anno non abbiamo rilevato nessuna recensione importante da poter sottoporre ai giornalisti e, pertanto, per il 2019 il premio non viene assegnato perché non ha un vincitore.
Ed ora passiamo a fare un po’ di nomi.

VINCITORI DELLA DODICESIMA EDIZIONE

Premio giuria dei ragazzi al seguente spettacolo “BALLADE” compagnia TEATROL THEATRE di Mosca (Russia)
con votazione media di 10 con 2 lodi. Rappresentato in Biblioteca a Varallo il 4 luglio 2019.

La Compagnia riceverà una targa con la mascotte del Festival che attesterà il premio vinto.

Premio giuria degli adulti al seguente spettacolo “TRUCIOLO E IL LUPO” compagnia TEATRO DEI BURATTINI DI IVANO ROTA di Cantù, con votazione media di 10. Rappresentato a Scopa il 4 luglio 2019.

La Compagnia riceverà una targa con la mascotte del Festival che attesterà il premio vinto.

Premio miglior attore assegnato dalla direzione artistica del festival a SILVIA FANCELLI che ha recitato insieme con Damiano Augusto Zigrino nello spettacolo “Terra chiama Tommy” della compagnia Politheater di Città di Castello (PG) al Teatro di Campertogno il 5 luglio 2019.

Premio Fedeltà assegnato dalla direzione artistica del festival alle seguenti due famiglie: “MEDINA” venuta in vacanza da Valencia (Spagna) per seguire il festival e la famiglia “STAFFIERE” di Varallo Sesia, che ha interrotto le proprie vacanze in Liguria per venire a seguire il Festival.

Concorso “Disegna la Mascotte di EuroPuppetFestiValsesia vinto dal piccolo Luca Molino di 4 anni di Varallo Sesia, che in un collage ha rappresentato una “Valle” con un albero fantastico e un bambino.

Progetto “Recensisci EuroPuppetFestiValsesia” NON ASSEGNATO

I direttori artistici: Giuseppe Cardascio e Salvatore Varvaro


Banner trattoria Belvedere Varallo Sesia
Trattoria Belvedere Varallo Sesia
Tags

Commenta

Back to top button
Close