Reportage eventi

Gattinara: Al Rotary Club per importanti progetti

Carmen Lupo Cavalletti, Presidente del Rotary Club Gattinara giovedì 6 giugno, ha accolto gli oltre cento tra soci e invitati, per la chiusura del progetto “L’uomo e l’ambiente.

Lo “spreco alimentare”, sostenuto da ben sette Club rotariani: Gattinara, Arona-Borgomanero, Pallanza-Stresa, Orta San Giulio, Novara, Valsesia, Vercelli, ringraziando per la presenza e l’entusiasmo la Governatrice Antonietta Fenoglio: “Che ha deciso di investire economicamente in quest’idea maturata due anni fa” e tutti i Presidenti rotariani coinvolti (per il Club Borgomanero-Arona, il presidente Claudio Doner, per l’Orta San Giulio, la Presidente Engarda Giordano, per lo Stresa-Pallanza, il Presidente Fabio Lerede, per il Novara, il Presidente Paolo Cattaneo, per il Valsesia, il Presidente Lorenzo Del Boca, per il Vercelli, il Presidente Nicola Santoro): “Per la fiducia dimostrata allora e per l’appoggio che hanno fornito in fase di esecuzione, segnalando le scuole elementari del territorio, che sono state le fruitrici ultime di questo service, permettendo così la costruzione di un importante legame tra il modo della scuola e quello rotariano”. Il progetto si è sviluppato sul territorio di quattro diverse province, con oltre tre mesi di rappresentazioni e performances ed hanno interessato più di centocinquanta classi scolastiche, per un totale di 3.802 alunni: “Mai prima d’ora un progetto rotariano aveva raggiunto un tale grado di penetrazione negli istituti scolastici del nostro territorio. Questa intensa presenza nelle scuole ci ha permesso di sviluppare facilmente anche la sezione relativa al progetto distrettuale dello “spreco alimentare” che è diventata parte del nostro più ampio progetto”.

Carmen Lupo ha poi ringraziato i soci rotariani che hanno collaborato attivamente alla concretizzazione del service accompagnando gli studenti nelle scuole del proprio territorio, ricordando che Marcello Valli è stato il cuore pulsante dell’intero progetto, con la sua capacità di fungere da indispensabile raccordo tra i vari club rotariani e le scuole, nonché con gli enti del settore ambientale che hanno partecipato nella parte formativa.

Marcello Valli ha illustrato il progetto: “Siamo partiti nel novembre 2017 con i contatti con cinque istituti superiori del territorio e grazie alle convenzioni stipulate dal Rotary con questi istituti scolastici che abbiamo potuto avvalerci (sulla base dello strumento dell’alternanza scuola/lavoro) di circa trenta studenti che hanno dedicato un centinaio di ore ciascuno alla realizzazione di questo progetto recepito positivamente dalle scuole.
Durante l’estate scorsa i ragazzi sono stati preparati da una serie di formatori sotto la guida della dottoressa Elena Monfalcone ed hanno messo a punto loro stessi tre tipi di performances da portare nelle scuole elementari, tre rappresentazioni diverse nel contenuto (si andava dalla fiaba ecologica, alla lezione front-line, al quiz sullo spreco alimentare) ma anche differenti nei linguaggi, che sono stati specificamente approntati per gli alunni del primo ciclo (I, II e III elementare) del secondo ciclo (IV e V) e delle scuole medie. Il Provveditorato agli Studi di Vercelli ha assegnato al progetto rotariano il premio “Talento 2018” premiando gli studenti nel
corso della manifestazione tenuta al Teatro Civico di Vercelli e il progetto è stato inserito sulla piattaforma nazionale del MIUR tra le migliori offerte formative destinate alle scuole primarie”.

Elena Monfalcone della cooperativa Frida, che ha curato la parte formativa degli studenti delle superiori, ha sottolineato come la peculiarità del progetto sia stata la capacità di raccogliere e coordinare i formatori messi a disposizione dai più importanti enti del settore ambientale: per l’Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) il professor Pasquale Scortino, che si è occupato di biosfera e dell’inquinamento ambientale, per Legambiente il professor Giampiero Godio, responsabile del settore energia del Piemonte, ha trattato le biodiversità e l’importanza delle api; per il Fai Giovani l’insegnante Silvia Cislaghi e la dott.sa Giulia Maurelli, hanno parlato dell’acqua e dell’inquinamento da plastica, per lo Slow Food International il Consigliere Nazionale Roberto Costella e il responsabile locale Gianni Jacolino, hanno parlato della biodiversità nell’agroalimentare, per il WWF Giovanni Comoletti, fondatore della sezione valsesiana, ha trattato l’estinzione delle specie animali e vegetali; per il Fondo Edo Tempia Angelica Mercandino, ha parlato dei pericoli di un ambiente inquinato e infine Bottega Verde srl, che ha aperto le porte del suo laboratorio con la dottoressa Silvia Pagano, spiegando le soluzioni della scienza applicata. Monfalcone ha concluso il suo intervento ricordando l’apporto di Elena Lah, che ha tenuto un corso di public speaking, specifico nella preparazione degli studenti ad affrontare i bambini delle elementari.

Un altro progetto del Rotary Club Gattinara, realizzato per gli ospiti della Casa di Riposo di Gattinara, intitolato “Una finestra sul mondo”, è stato presentato domenica 9 giugno, presso la struttura per anziani, dove i soci rotariani sono stati accolti dal Presidente, architetto Marzio Segatto. Gli ospiti della Casa di Riposo e i soci rotariani hanno potuto assistere in diretta alla messa, celebrata nella chiesa parrocchiale di San Pietro da Monsignor Franco Givone, attraverso un collegamento internet, con immagini e audio trasmessi su uno schermo di grandi dimensioni, che è stato installato nel salone. Questo collegamento potrà anche essere fatto con altri luoghi e in altre occasioni e permetterà agli ospiti di sentirsi direttamente coinvolti con quanto avviene all’esterno.

Sabato 15 giugno, con inizio alle ore 9.30, nella Sala Conferenze di Villa Paolotti si terrà il convegno: “NO  all’ICTUS”, campagna di informazione sul riconoscimento precoce dei sintomi dell’ictus cerebrale, progetto realizzato dal socio Carlo Battellino, in collaborazione con l’ASL di Vercelli e il Comune di Gattinara. Si parlerà dell’ictus e di come si manifesta, della diagnosi e della riabilitazione. Interverranno come relatori il Professor Cristoforo Comi, Dirigente Reparto Neurologia Università Piemonte Orientale Novara, il Dottor Francesco Rametta, Primario Cardiologia dell’Ospedale Sant’Andrea di Vercelli, il Professor Francesco Stecco, Primario Neuroradiologia Università Piemonte Orientale Novara, il Dottor Giovanni Sguazzini Viscontini, Primario Reparto Riabilitazione dell’Ospedale Sant’Andrea di Vercelli, la Dottoressa Anna Zana, libero professionista che illustrerà il ruolo della logopedista.

A tutti i partecipanti verrà rilasciato un attestato di partecipazione e la documentazione relativa agli argomenti trattati.

Tags

Commenta

Back to top button
Close