GrignascoMedia ValsesiaReportage eventi

Grignasco: concerto inaugurale Centro Studi

Il Centro Studi Grignasco, fondato nel 1966, sabato 8 settembre ha presentato il ricco programma annuale delle attività in uno spazio nuovo e davvero gradevole:

l’ambiente industriale prativo in zona Baragiotta, sul retro degli stabilimenti della Filatura di Grignasco, creato intorno alla Centrale Idroelettrica Sipea, di Arduino Vettorello, dove le realizzazioni industriali rivestono una valenza estetica, integrandosi con il paesaggio. Lo spazio della presentazione è stato ulteriormente arricchito da grandi pannelli fotografici realizzati dal Gruppo Studi Fotografici.

La manifestazione ha avuto il patrocinio del Comune di Grignasco ed è stata realizzata grazie alla collaborazione della Pro Loco, presieduta da Giuse Baragiotta, dalla Musica Società Operaia, dall’AIDO e dall’SRE. Il Presidente del Centro Studi, Simone Chiavarini, ha ringraziato tutti i collaboratori e riassunto le attività dei vari gruppi di studio, evidenziando le molte novità.

Il Gruppo studi letterari e linguistici, propone la 35° edizione dei corsi di lingua straniera intitolati allo storico Presidente  “Dott. Pier Lorenzo Arpino”, che fu davvero un precursore: li tenne a battesimo e li sostenne con grande tenacia. I corsi di lingua inglese sono articolati in tre livelli e sono gestiti dalle Insegnanti Eugenia Borzone, che tiene anche il corso di lingua spagnola, Cristina Squaratti ed Elisa Beltrame. Il corso di lingua francese ha come insegnante Gratienne Delvecchio, per il secondo anno ci sarà anche il corso di lingua e cultura giapponese tenuto dall’insegnante Mayuko Sagawa. Quest’anno è stato introdotto anche un corso di lingua e cultura russa con insegnante Valeria Igorevna Nechaeva, che si spera incontrino interesse e suscitino partecipazione perché sono davvero all’insegna della multiculturalità. (Il costo dell’iscrizione è di € 65,00, di cui € 55,00 per il corso e € 10,00 per il tesseramento al Centro Studi Grignasco).

Chi si iscriverà a più corsi, dal secondo in poi pagherà solo € 45,00. Le iscrizioni si ricevono presso la nuova sede della Biblioteca Comunale (L.go Ferrari, 3) o potranno essere fatte nella serata di presentazione dei corsi che si terrà giovedì 27 settembre alle ore 20.45 presso l’Aula Magna della ex Biblioteca Comunale in Piazza Cacciami, 10.

Per ulteriori informazioni si potrà telefonare al numero 347 1946022 – mail: gsletterari@gmail.com. Donatella Tosi terrà alcune conferenze dedicate al mondo della classicità greca.

La Rassegna di poesia dialettale valsesiana “PinetTurlo” nel prossimo anno festeggerà la venticinquesima edizione, che corrisponde a mezzo secolo di attività: un traguardo importante che sarà preceduto in primavera da una tavola rotonda dedicata alla grafia. Alessandro Bacchetta, figlio dell’ex Presidente Ruggero, terrà delle lezioni di fisica, coinvolgendo gli studenti del Liceo Scientifico di Borgosesia. Il gruppo di studi fotografici Diaframma, proporrà viaggi culturali, mostre fotografiche e corsi per imparare a realizzare audiovisivi e video di viaggio, tenuti da Raffaele Salvoldi. Il Gruppo di studi geografici organizzerà proiezioni di viaggi in giro per il mondo. Il gruppo di studi informatici proseguirà nel far conoscere ed utilizzare l’hardware/software: “arduino“. Il gruppo studi storico-artistici si occuperà di ricerche storiche, percorsi d’arte, mostre, pubblicazioni e conferenze, che includeranno anche il nutrizionista Sergio Chiesa, sempre molto seguito. Il gruppo studi musicali continuerà la collaborazione con il Maestro Duella, direttore artistico del Festival degli Storici Organi Valsesiani, con il Festival di Musica antica Gaudetee organizzerà il tradizionale Concerto di Natale.

Al termine della presentazione dal Low Brass Quartet è stato offerto un grande concerto di musica swing, latin-jazz, blues, che ha entusiasmato il numeroso pubblico. La formazione, nata nel 2017, tutta valsesiana, è composta da quattro musicisti professionisti: Lorenzo Locatelli, piano, Maurizio Torchio, basso, Giovanni Distefano, trombone, Nino Bonaccorso, batteria e percussioni, uniti dal piacere di suonare insieme e dall’amore per le contaminazioni di stili diversi, proponendo lo swinglatino. Il concerto è stato realizzato con la partecipazione straordinaria di un sassofonista vercellese, che trascorre le sue vacanze in Valsesia: Emilio Costantini, diplomato al Conservatorio in clarinetto, che ha svolto per molti anni attività concertistica classica, studiano poi il sax jazz con i Maestri Tomelleri e Cisi. In alcuni pezzi ha suonato anche Michele Zanolo, tecnico audio, che ha curato il concerto. La musica incalzante ha coinvolto il pubblico con il suo ritmo e i musicisti con la loro simpatia: è stato un successo.

Un rinfresco e un brindisi, offerti dal Centro Studi, hanno concluso una presentazione davvero inconsueta ed apprezzata dal numeroso pubblico presente.

Commenta

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker