RassaReportage eventi

Rassa: presentato poster Arte del CAI

Sabato 17 agosto a Rassa nella Sala Eventi dell’antica Segheria, è stata ospitata la presentazione del Poster Arte 2019 e della relativa cartolina, raffiguranti l’Oratorio di san Bernardo alla Frazione Piana.

Poster e cartoline sono stati, come di consueto, distribuiti gratuitamente a tutti i presenti.

Chiara Bovio, Presidente della Commissione Montagna Antica, Montagna da salvare, ha ricordato che la Commissione è nata nel 1972 per iniziativa di Ovidio Raiteri che la presiedette e al quale nel maggio 2013, in occasione dell’Assemblea dei Delegati a Torino, dal Presidente del CAI Nazionale è stata consegnata la medaglia d’oro, massima onorificenza del CAI. Nel 1991 a Montagna Antica fu assegnata la medaglia di bronzo dal Ministero dell’Istruzione. L’attività ininterrotta di questa Commissione ha un triplice obiettivo: la salvaguardia del patrimonio storico-artistico, la valorizzazione e la condivisione della tutela dopo il restauro, per “proteggere” il bene, recuperato e inserirlo in un circuito di attenzione e protezione sociale.

Con Montagna Antica sono nati i Sentieri dell’Arte, itinerari racchiusi in preziosi volumetti, molto richiesti non solo dagli escursionisti, ma dagli studiosi e amanti dell’arte e i Poster Arte, nei primi anni fotografici: artistiche immagini di Mario Soster, poi i poster furono disegnati ad acquerello e matita da Giorgio Perrone, per raffigurare sincretisticamente i beni artistici salvati, inseriti nell’ambiente naturale della montagna valsesiana. Significativa è stata anche l’idea di istituire un premio annuale da assegnare ai Fabbriceri di Montagna, persone generose, che gratuitamente si occupano di chiese e cappellette sorte in luoghi remoti o disagevoli, assicurandone il futuro: quest’anno sarà consegnato il 5 ottobre.

In sala era presente il fabbricere Walter Allegretti, che in anni precedenti
aveva ricevuto questo ambito riconoscimento.
La presentazione, con la proiezione di immagini, è stata magistralmente condotta da Silvano Pitto, con la collaborazione tecnica di Gianluigi Avondo della Commissione Fotocine del CAI. Quello del 2019 è il nono Poster
Arte della nuova serie con i disegni di Giorgio Perrone, dedicati agli undici Sentieri dell’arte che hanno per soggetto un elemento importante (in genere un oratorio montano) rappresentato in modo da rendere al meglio il suo inserimento nell’ambiente circostante: nel poster dedicato all’Oratorio di Sant’Antonio alla Frazione Piana, si nota la facciata dell’oratorio, incorniciata dal caratteristico arco in ferro, col suo campanile. L’oratorio, di origine cinquecentesca, ricostruito nel 1834, è intitolato a San Bernardo da Mentone, patrono degli alpinisti, che morì nel 1081 a Novara, dove le sue spoglie riposano nella cattedrale. Il grande affresco in facciata è opera del pittore Giacomo Arienta, che era nato alla Piana di Rassa nel 1807, e raffigura San Bernardo che tiene in catene il demonio, mentre in basso a destra è stata murata una lapide in ricordo di Don Piercesare De Vecchi.

Michele Barbaglia, Sindaco di Rassa, al termine della presentazione è intervenuto annunciando che la sua Amministrazione si è posta tra i suoi obiettivi quello di “bloccare” tutti gli affreschi della Val Grande e di riqualificare il percorso dalla Piana a Oro, e ha ringraziato il CAI e la Commissione per l’impegno concreto sul territorio.

Tags

Commenta

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker