Reportage eventi

Romagnano Sesia: grande successo l’appuntamento con il teatro dialettale

La Fondazione “La Nosta Gent”, presieduta da Marisa Brugo, sabato 15 giugno a Romagnano ha proposto la sesta edizione della serata di “Teatro dialettale”, protagonisti gli “Attori per caso” di Romagnano, il Gruppo “Argento vivo” di Cavaglio, la Compagnia Teatro Gattinara e Pierangelo Pitto con canzoni e poesie dialettali.

Un pubblico numeroso gremiva la palestra dell’Istituto Sacro Cuore, gentilmente messa a disposizione dalle Suore, ringraziate da Marisa Brugo, unitamente al tecnico audio e luci Peter Valazza. Marisa Brugo ha sottolineato come l’incontro di teatro dialettale sia ormai diventato una tradizione, oltre che una festa del dialetto, che va mantenuta e incoraggiata.

Il Gruppo “Argento vivo” di Cavaglio ha presentato: “Evviva gli sposi”: un invito rivolto da una “signora” alle amiche per vedere le diapositive del giro del mondo compiuto l’anno precedente in compagnia del marito brontolone, viaggio offerto dai figli per l’anniversario di matrimonio.

La Compagnia Teatro Gattinara, nata nel 1985, era rappresentata da Patrizio Petterino, che ha interpretato con una lettura attoriale tre brani in prosa del Maestro Arturo Gibellino, tratti da Drolu e druladi ad Gatinèra, che raccontavano le tragicomiche avventure di tre coppie ben assortite.

Pierangelo Pitto, varallese di Locarno, ha rievocato con canzoni e poesie squarci di valsesianità: da Lucarn sota la fioca al Carnevale di Varallo, che dura poco, ma lascia grandi nostalgie, dall’intimismo del ricordo della madre morta giovane e del vecchio, carico di anni e di esperienze, alla poesia della vecchia osteria che chiude i battenti, portandosi dietro i ricordi di coloro che trovavano un momento di spensieratezza e di compagnia.

La poesia Al focu, nata da riflessioni causate dal pauroso incendio che ha devastato i boschi della zona di Piane, Serravalle e Bornate, Lozzolo, Sostegno e Roasio, era dettata da un forte sdegno civile per l’accaduto di origine dolosa.

I “padroni di casa”, gli “Attori per caso”, hanno proposto due divertenti scenette: l’una con Lucia Rina Valazza e Claudio Brandoni, come interpreti principali, validamente coadiuvati dagli altri attori, presentata da Matteo Bartelli, l’altra scritta da Lucia Rina Valazza, traducendo un brano dello scrittore Jerome K. Jerome, famoso per il suo Tre uomini in barca, diretta da Lorenzo Del Boca, era interpretata da giovani attori romagnanesi molto promettenti, tra i quali ricordiamo Riccardo Del Boca, Lucia Gamalero e Luca Moia.

Gli applausi del pubblico hanno siglato una serata ricca di emozioni diverse, con radici provenienti dal territorio, che stanno crescendo davvero vigorose, sostenute dalla Fondazione La Nosta Gent e che Fernanda, colei che lasciò le sue sostanze per Romagnano e le sue tradizioni, avrebbe sicuramente apprezzato.

 

Tags

Commenta

Back to top button
Close