Reportage eventiRomagnano Sesia

Romagnano Sesia: inaugurata la mostra sulla prima guerra mondiale

Sala piena a Villa Caccia per l’inaugurazione della mostra dedicata alla Prima Guerra Mondiale, analizzata attraverso la stampa locale.

Sabato pomeriggio si è tenuto l’evento inaugurale al Museo Storico Etnografico di Romagnano. Dopo il benvenuto del presidente del Museo, Franco Tinelli, lo storico David Ciscato, già autore di una ricerca sulla stampa locale valsesiana, ospite per l’occasione, ha condiviso alcune riflessioni sul periodo storico, sulla realtà del conflitto e sul ruolo delle notizie in epoca bellica. Gli hanno fatto seguito gli interventi di Stefano Fanzaga, coordinatore delle attività museali, e delle volontarie in servizio civile Maura Mattachini e Fabiana Bianchi, che insieme hanno dato vita alla mostra.

A concludere l’evento l’esibizione del coro della sezione Ana Valsesiana “Alpin dal Rosa”, già molto apprezzato in paese. L’esposizione è stata elaborata attraverso le ricerche su quattro periodici locali dell’area novarese, usciti negli anni compresi tra il 1914 e il 1918.

La mostra si articola intorno a otto argomenti riguardanti principalmente la vita della popolazione non combattente dell’epoca: si parla di “cronache romagnanesi”, della figura del generale Ottavio Ragni, dell’azione della propaganda, della feroce battaglia politica che infuriava sulla carta stampata, della morale di inizio Novecento, del ruolo della donna, della salute e dell’alimentazione. È inoltre esposto un cimelio di grande importanza per la storia romagnanese: la corona funebre del generale Ragni, romagnanese di nascita, scomparso nel 1919. Sembra che l’omaggio sia stato inviato dalla famiglia Savoia. Il cimelio, in metallo e ceramica, danneggiato dalla prolungata esposizione alle intemperie, fu ritrovato sulla tomba del militare da Carlo Brugo, storico locale e precedente presidente del Museo. La corona, tuttavia, non venne mai esposta a causa delle sue condizioni precarie. Nei mesi scorsi l’opera è stata quindi sottoposta a un’opera di rimessa a nuovo in ottica di restauro: è stata rifatta la cornice esterna in metallo e vetro, mentre i fiori, in metallo e ceramica, sono stati ripuliti dall’ossido che li aveva ricoperti. Altri interessanti cimeli legati alla figura del generale Ragni saranno esposti in occasione del convegno organizzato dagli alpini di Romagnano per il fine settimana.

Ora la mostra rimarrà visitabile fino al 14 ottobre, nei consueti orari di apertura del Museo: alla domenica, dalle 14,30 alle 18,30.

Stefano Fanzaga, coordinatore delle attività museali, il presidente Franco Tinelli, le volontarie in Servizio Civile Maura Mattachini e Fabiana Bianchi, lo storico David Ciscato

 

Tags

Commenta

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker