BlogReportage eventiSpazio ai lettori

Terminata un’altra edizione dell’Alpàa

Ancora un successo, per la manifestazione valsesiana, che porta ogni anno nella città di Varallo, migliaia di persone, con tanta voglia di divertirsi ma anche di approfittare della possibilità di conoscere più da vicino questa bella località, dal ricco patrimonio artistico e culturale, approfittando delle tante visite guidate, delle mostre ed ovviamente di tutto quanto viene offerto al visitatore in questi dieci giorni.

Complice anche il bel tempo, Varallo ha piacevolmente accolto i tanti visitatori per dieci giorni, offrendo come sempre una vasta scelta di opportunità di visita e convivialità, senza chiedere nessun biglietto d’entrata, se non tutt’alpiù, il ticket per il parcheggio. E’ infatti anche questa una formula che permette, non senza sforzi da parte della macchina organizzativa, di attirare ogni anno così tanti visitatori.

Ma cerchiamo ora di riassumere, tutto quanto c’è stato in questa 43^ edizione dell’Alpàa. Naturalmente gli appaluditissimi concerti gratuiti, che quest’anno, sono stati di: Roberto Vecchioni, Gabri Ponte, I Negrita, Luca Carboni, Riccardo Fogli, Carl Brave, I Dj di Radio Deejay, la Rocchetti Band, la V.O.B band e la finale del contest “Una voce per l’Alpàa” alla sua prima edizione e vinta da un giovane Borgosesiano. Inoltre, il neo cittadino onorario di Varallo: Vittorio Sgarbi, che ha presentato “Leonardo”, il suo spettacolo dedicato al grande inventore, nella splendida cornice notturna del Sacro Monte.

Sono state particolarmente apprezzate le scelte dedicate al pubblico più giovane. Una per quanto riguarda le serate dei concerti, in particolare quelle con Gabry Ponte e Dj Time dove il pubblico si è scatenato in tutta la piazza Vittorio Emanuele ed anche al di fuori e poi con Carl Brave il giovane rapper, l’altra per aver portato a Varallo, gli E-Sport Season. Tanti giovani hanno infatti approfittato di questa occasione, per cimentarsi in agguerrite competizioni con premi finali, nei loro sport elettronici preferiti, il tutto nel cortile di Palazzo dei Musei, sotto un’ampia area gioco attrezzatissima.

Molte le proposte culturali collaterali, data la natura di questa città d’arte.

E’ stato portato avanti il progetto di WaralUrbanProject, con i nuovi  Murales d’autore, che vanno ad arricchire ed abbellire i muri dei palazzi della città, grazie alle opere di talentuosi artisti di Street Art e Graffiti Writing.  “Un museo a cielo aperto” è quello che si sta realizzando, grazie al supporto dell’Assessorato alla cultura del Comune Varallese, che permetterà a colpo d’occhio di individuare alcune delle maggiori opere d’arte che si trovano in città, o con richiami alla tradizione locale. Due i murales terminati: il primo raffigurante un’antica mappa del 1600 circa, leggermente modificata adattandola al corso degli anni, mentre l’altra, che sarà inaugurata domenica 28 luglio, che rappresenta la regina del Carnevale di Varallo “La Cecca”.

Le Visite guidate ai musei: il Museo Calderini e la sua Pinacoteca, il museo dell’Energia, il museo Cesare Scaglia, quello della Pesca e quello Ferroviario ed inoltre alle chiese, custodi di patrimoni artistici di grandissimo valore, riconosciuti anche a livello mondiale come il Sacro Monte di Varallo, che è patrimonio Unesco.

Ci sono state diverse mostre come quella per i 155 anni della CRI, nei locali della Biblioteca Civica Farinone Centa, la mostra a cura dell’Ass. Soffi d’Arte a Villa Virginia, la mostra “Bakemono” dell’artista italo-francese Guillaume Delzanno, la serata dedicata al grande spettacolo della natura con la Geologa Sabrina Mugnos, la presentazione del libro di Roberto Maroni,  l’esposizione di artigianato locale negli spazi di Palazzo d’Adda, dove c’è stata una bellissima mostra di “Merletti Italiani” tra i quali naturalmente il “Puncetto Valsesiano in lizza per essere riconosciuto insieme a molti altri, Patrimonio Unesco. Senza dimenticare l’arrivo del Treno Storico, che ad ogni viaggio, accompagna centinaia di visitatori e la giornata di presentazione delle auto Morgan, che per l’occasione sono arrivate numerose a Varallo Sesia sabato 20 luglio, proponendo una piacevole mostra delle particolari vetture dal gusto vintage raffinato, lungo viale Roma.

Anche la rassegna “Musica in Cortile” ha proposto interessanti e piacevoli momenti musicali, nei cortili o giardini dei Palazzi della città, dove si sono potuti ascoltare piccoli concerti di musica classica, lirica o come quello del blasonato fisarmonicista Sergio Scappini.

Spazio ovviamente all’Artigianato locale,

che quest’anno ha visto talentuosi artigiani, creare una nuova opera, fatta di legno e pietra, proprio durante i giorni della manifestazione sotto gli occhi attenti e curiosi dei passanti. L’opera finita è poi stata installata sulla rotonda all’entrata di Varallo, vicino alle scuole superiori e s’intitola: “La porta della Valsesia”. 
All’interno di Palazzo d’Adda erano visibili anche altri manufatti artigianali come gli “Scapin”, sciarpe e tele fatte a mano con la Canapa, oppure altri prodotti  in Cachemere, lavori di impagliatura, oggettistica in legno, prodotti artigianali in vetro, opere di artisti di pittura contemporanea, un restauratore ed anche di un liutaio.

Nelle vecchie contrade, con le sue piazzette, i piccoli negozi o spazi espositivi riaperti per l’occasione, hanno fatto bella mostra tanti artigiani e piccoli commercianti, con i loro prodotti alimentari e non, creando come sempre una piacevola passeggiata dal gusto un pò retro, dove oltre che a conoscere più da vicino alcune delle eccellenze del territorio si sono potuti fare acquisti di qualità ed altri più curiosi e particolari.

Merita una menzione anche il consorzio della Valmastallone, che quest’anno in Piazza Racchetti, ha allestito uno spazio espositivo dove ogni sera si potevano trovare proposte e approfondimenti relativi a siti turistici, artistici, gastronomia ed artigianato della bella vallata laterale della Valsesia, custode di antiche tradizioni.

Ovviamente l’enogastronomia in questa manifestazione non può certo mancare, anzi! E’ senza ombra di dubbio uno dei punti forti.

Vuoi non solo per la gioia del palato ma anche per la necessità di rifocillarsi durante la serata o l’intera giornata di visita. Per questa ragione, sia il Parco delle Pro loco, con proposte gastronomiche della tradizione che la  Piazza del Gusto, dove si sono alternati ogni sera alcuni ristoranti della zona con le proprie specialità, e dove esponevano anche alcune aziende artigianali i loro ottimi prodotti, sono state prese d’assalto da centinaia di persone.

Anche la fiera commerciale continua nel corso degli anni, ad essere un punto di richiamo per il visitatore. Vero è, che molti espositori sono sempre gli stessi da tante edizioni, qualche novità si è aggiunta ma resta comunque il fatto, che a passeggiare lungo il viale alberato di Corso Roma curiosando tra gli stand, o nelle vetrine dei tanti bei negozi aperti per l’occasione, si trova sempre qualcosa da acquistare ed anche qualche vera occasione.

Alpàa ha pensato anche ai più piccoli!

Quest’anno infatti, nei giardini di Villa Durio, in collaborazione con il noto marchio “Chicco”, i piccoli ospiti hanno potuto divertirsi con appositi giochi allestiti per loro ed i genitori avevano a disposizione spazi dedicati dove poterli comodamente cambiare o allattare; inoltre il Luna Park in piazza Garibaldi, ha completato l’offerta relativa al divertimento.

Alpàa è una delle manifestazioni più importanti della Valsesia e senza ombra di dubbio una delle più attese e partecipate. Un evento che fa conoscere Varallo e la Valsesia sotto i suoi aspetti migliori, cercando di assecondare ad ogni edizione, il desiderio delle migliaia di persone che vi partecipano. Personalmente il mio plauso va a tutta la macchina organizzativa che certo tra difficoltà di vario genere, riesce sempre a proporre un evento che una volta finito, lascia sempre un grande vuoto nella città. Fortunatamente però, il Comune, la Pro loco e le Associazioni locali, sono continuamente impegnate a trovare o rinnovare con entusiasmo, nuovi appuntamenti per il piacere e divertimento dei Valsesiani e non solo.

Il prossimo evento sarà quello dei “Giochi in Piazza” ad agosto, dove ogni sera, divertimento e musica sono assicurati per i giovani valsesiani ma c’è grande attesa per il nuovo importante evento di Settembre il “Folkermesse” dove musica e folklore saranno i protagonisti e il super concerto di Patti Smith a novembre.

Nella gallery alcune immagini di questa edizione.

 

Commenta

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker