Bassa ValsesiaEventiEventi dintorni ValsesiaRomagnano SesiaVerbano-Ossola

Romagnano Sesia 26 settembre: tappa della rassegna “Le parole chiave”

LE PAROLE CHIAVE SI FANNO VIVE cultura cibo territorio. Da un’idea di Laura Travaini il 25 settembre a MEINA e il 26 settembre ROMAGNANO.

“LE PAROLE CHIAVE da un’idea di Laura Travaini”, rassegna culturale, è pronta a rientrare in scena nell’inedita versione LE PAROLE CHIAVE SI FANNO VIVE. Cultura cibo territorio, con
la consapevolezza che i dieci mesi di collegamenti da remoto sulla piattaforma Zoom, da ottobre 2020 a luglio 2021, hanno confermato il suo essere costantemente partecipata e seguita.

Nata dalla felice interazione tra l’associazione Scrittori e Sapori e la Biblioteca civica don Candido Tara di Meina, a cui strada facendo si sono uniti numerosi Enti, associazioni, Fondazioni, biblioteche e gruppi di lettura, il 25 e il 26 settembre si propone in presenza.
I collegamenti da remoto hanno sempre fatto registrare alte presenze d’ascolto e, alle persone che seguivano, sono stati offerti numerosi interventi di vario interesse culturale e letterario. Senza contare le presenze delle partnership allacciate al contesto territoriale, ma anche italiano e internazionale, grazie a un collegamento costante con l’accademia Italiana della Cucina a Riad in Arabia Saudita.

«Sarà una vera festa l’opportunità di incontrare di persona tutti coloro che ci hanno accompagnato nel progetto nei mesi più cupi della pandemia, avendo nel contempo la possibilità di iniziare a pensare alla nuova stagione», commenta Elena Mastretta, bibliotecaria responsabile/presidente della Biblioteca civica don Candido Tara di Meina, direttrice didattica e scientifica dell’Istituto Storico No VCO, che si occuperà di illustrare le due parole chiave scelte per l’occasione, LAGO e VILLA.

«Ha avuto origine, la rassegna Le Parole Chiave, da un momento, quello della grande chiusura derivata dallo stato di emergenza Covid 19, di grossa difficoltà e inquietudine. Voleva e vuole guardare al futuro con occhi di speranza. Ci ha accompagnati da remoto per un lungo periodo, partendo dall’ottobre 2020 per raggiungere luglio del 2021. Prende, in questo momento, un nuovo felice respiro, proponendosi dal vivo. Mi auguro possa avere lunga vita e che, insieme alla cultura, ci aiuti a ritrovare qualche goccia di ottimismo. Per questo l’ho ideata.”, dice Laura Travaini, ideatrice organizzatrice de LE PAROLE CHIAVE e presidente dell’associazione Scrittori e Sapori.

Al fianco di Scrittori e Sapori e della Biblioteca di Meina l’organizzazione delle due giornate vede la prestigiosa presenza del Museo Storico Etnografico di Romagnano Sesia e della Fondazione La Nosta Gent.

Il 25 settembre le PAROLE CHIAVE fanno tappa alla Biblioteca civica don Candido Tara e al Teatro di via Mazzini MEINA, dalle 14.00 alle 19.00, per poi spostarsi alle 20,00, per la cena, all’Osteria del Vergante a Invorio.

Si riparte il 26 settembre da Villa Caccia, sede del Museo Storico Etnografico di Romagnano Sesia, dalle 10,30 alle 19,00, trasferendosi per il pranzo dalle 12.00 alle 14,00 a Prato Sesia alla Trattoria Castello.

«Finalmente, dopo mesi online con restrizioni, possiamo incontrare autori, operatori e pubblico; visitando Meina e il Lago Maggiore, Villa Caccia e il Museo, trarre spunti di valorizzazione per una nuova stagione di “Parole Chiave” che aggiungerà ai successi dello scorso anno la possibilità di incontrarsi in luoghi meravigliosi», sostiene Franco Tinelli, presidente del Museo. «E riprendere il filo da dove l’avevamo lasciato, ma sicuramente più arricchiti e fortificati dalle restrizioni imposte. Sarà una ripartenza con nuove idee e nuovi modi di pensare», conclude Alessandra Cavanna, presidente della Fondazione La Nosta Gent.

Posti al confine di questo ormai prossimo inizio d’autunno, sono due gli eventi dal vivo che si propongono avvicendandosi in una due giorni accomunata da diverse e interessanti occasioni, per accogliere il pubblico e i visitatori e per mostrare al meglio le attività culturali che fin dall’inizio hanno animato il format.

«Gli ottimi riscontri avuti finora ci incoraggiano a proseguire con rinnovato entusiasmo e ad
andare incontro, al termine di questi due eventi dal vivo, alla nuova stagione della rassegna da remoto che inizierà dopo la metà di ottobre. Ringrazio molto la nostra conduttrice Federica Mingozzi, competente e davvero preziosa, il direttore del Museo Etnografico Stefano Fanzaga per i contributi organizzativi, e anche le persone che, lavorando in modo magari meno evidente, danno un contributo organizzativo importante, come le volontarie della Biblioteca di Meina Barbara Dapas e Cinzia Stocco e i consiglieri del Museo di Romagnano Antonella Caldera, Patrizia Grai e Pier Antonio Valazza», commenta Laura Travaini.

Cuore de LE PAROLE CHIAVE SI FANNO VIVE sarà il susseguirsi di presentazioni e conferenze, fra degustazioni guidate, proiezioni, mostre, musica e danza.

Una delegazione proveniente da Vicchio, comune della Toscana, sarà presente e vedrà la presenza di Massimo Frangioni, figura molto amata da chi segue la rassegna, e della scrittrice Sandra Passerotti, moglie di un ex allievo di don Lorenzo Milani.
«Abbiamo afferrato l’occasione per consolidare le sinergie in essere con tutti i soggetti coinvolti nei collegamenti da remoto come il Comune di Vicchio che, grazie agli assessori Vichi e Pieri, ci ha concesso il patrocinio, e allacciare ulteriori collaborazioni facendo conoscere il nostro format e guardando a nuovi progetti che spero ci portino lontano», conferma Laura Travaini.

LE PAROLE CHIAVE hanno dimostrato nei mesi scorsi di realizzare il successo anche online,
totalizzando su Facebook e su Instagram un elevato numero di visualizzazioni, e sono seguite da molte rappresentanze del panorama letterario italiano.
Per l’evento dal vivo, da Roma arriverà a Romagnano l’editore Alberto Gaffi, insieme alla scrittrice Manuela Antonucci. Verrà da Torino lo scrittore psicoanalista Alessandro Defilippi, (è tra gli storici soci fondatori dell’associazione Scrittori e Sapori) per fermarsi a Meina e parlare di letteratura e anima.

Tutto dal vivo, dunque. La sola eccezione sarà il collegamento con il giornalista di Rai Radio 1, Vito Cioce per saperne di più sul suo programma radiofonico letterario “Radio 1 Plot Machine”.
«Da Novara ci raggiungerà il giornalista Gianfranco Quaglia, grande conoscitore del mondo del riso. Sarà con noi la ballerina Selene Bonetti, di Soul&Body di Borgomanero, proponendo uno spettacolo di danza insieme alle sue allieve. Ma tante sono ancora le presenze locali, fiore all’occhiello del nostro territorio novarese, all’interno di questo programma fitto di cultura. LE PAROLE CHIAVE sono pronte per mettersi in gioco, questa volta dal vivo, il 25 e il 26 settembre, con tanti appuntamenti all’insegna della cultura, del cibo, del territorio.», sostiene Travaini presentando il programma.

PROGRAMMA RASSEGNA
25 SETTEMBRE MEINA

25 settembre 2021
Biblioteca civica don Candido Tara e Teatro di via Mazzini MEINA
dalle 14.00 alle 19.00.
20,00 cena Osteria del Vergante a Invorio.

LA PAROLA CHIAVE: LAGO con Elena Mastretta, bibliotecaria responsabile/presidente della
Biblioteca civica don Candido Tara di Meina, direttrice didattica e scientifica dell’Istituto Storico No VCO

14,00 INAUGURAZIONE EVENTO interventi introduttivi saluti istituzionali.

14,40 UN ASPETTO POCO NOTO DELLA PEDAGOGIA DI DON LORENZO MILANI con Sandra Passerotti.
Sandra Passerotti, Le ragazze di Barbiana. La scuola femminile di don Milani, Libreria Editrice Fiorentina.

14,50 INTRECCI SULL’ACQUA. L’IDROVIA da Locarno a Venezia passando per Milano
con Luca Bona, presidente Associazione ALPI, già vicepresidente e commissario della Provincia di Novara nonché Consigliere regionale.

15,05 LA VIA DEL MARMO.
con Elena Mastretta, bibliotecaria responsabile/presidente della Biblioteca civica don Candido Tara di Meina, direttrice didattica e scientifica dell’Istituto Storico No VCO esposizione immagini a cura di Silvana Aldeni, assessore alla Cultura.

15,20 RESTAURI E AFFRESCHI A SAN SALVATORE DI MASSINO VISCONTI.
Gli interrogativi della storia con Franco Dessilani, storico
I restauri con Silvia Angiolini, architetto
Nuove acquisizioni pittoriche con Silvana Aldeni, assessore alla Cultura

16,10 INTERMEZZO MUSICALE
con Davide Barbieri-Dave

16,30 PAUSA CAFFÈ con visita alla piccola mostra delle caffettiere storiche, dei macinini, degli
oggetti legati al rito del caffè in compagnia della cuoca Lussì e con Laura Travaini, presidente associazione Scrittori e Sapori a cura di Forum Omegna, di Museo Storico Etnografico di Romagnano Sesia, di Museo di Museo Civico Archeologico Etnografico C.G. Fanchini di Oleggio.

17,10 ACCENDIAMO LA MEMORIA con Fabio Valeggia, presentazione del progetto con
immagini del territorio.

17,25 LETTERATURA E ANIMA con Alessandro Defilippi, scrittore e psicoanalista.
Alessandro Defilippi, Donne col rossetto nero, Einaudi.

17,55 POESIE AL CREPUSCOLO con Daniela Mattiazzi.
Daniela Mattiazzi, E tu di versi scrivimi, Segni e Parole.

18,05 SAN CARLO E GAUDENZIO FERRARI. ARTE E RELIGIOSITA’ NEL TERRITORIO con
Federica Mingozzi, giornalista e critico d’Arte.

18,25 I RITRATTI GRAFICI con Mariella Tavarone, artista grafico.

CHIUSURA saluti
TEATRO di Via Mazzini
18,45 BALLETTO “Anima Donna” con Soul&Body di Selene Bonetti e allieve

20,00 Cena – Osteria del Vergante a Invorio
PRENOTAZIONI: telefonare o inviare whatsapp al numero 3334902616 entro venerdì 24 settembre

26 SETTEMBRE 2021
Museo Storico Etnografico di ROMAGNANO SESIA
dalle 10,30 alle 19,00

10,30 INAUGURAZIONE EVENTO interventi introduttivi saluti istituzionali.
apertura dello spazio INCONTRARE IL TERRITORIO, dedicato alla Fondazione La Nosta Gent,
che resterà aperto durante tutto lo svolgimento della manifestazione.

11,00 TERRE DI RISO con Gianfranco Quaglia, giornalista.
Gianfranco Quaglia, Gente di riso, Decima Musa.

11,30 UN ASPETTO POCO NOTO DELLA PEDAGOGIA DI DON LORENZO MILANI con
Sandra Passerotti.
Sandra Passerotti, Le ragazze di Barbiana. La scuola femminile di don Milani, Libreria Editrice Fiorentina.

11,45 collegamento video con Vito Cioce, Radio 1 Plot Machine

dalle 12.00 alle 14,00 PRANZO Trattoria Castello a Prato Sesia.
PRENOTAZIONI: telefonare o inviare whatsapp3421631245 entro venerdì 24 settembre.

14,30 RIRESA INTERVENTI e saluti istituzionali.
LA PAROLA CHIAVE: VILLA con Elena Mastretta, bibliotecaria responsabile/presidente della
Biblioteca civica don Candido Tara di Meina, direttrice didattica e scientifica dell’Istituto Storico No VCO.

15,00 LA NOSTA GENT, Alessandra Cavanna, presidente della Fondazione La Nosta Gent, dialoga con Franco Tinelli, presidente del Museo Storico Etnografico di Romagnano Sesia.

15,20 LA VALSESIA DI GAUDENZIO FERRARI con Federica Mingozzi, giornalista e critico
d’Arte.

15,50 UNA STORIA DAL SALENTO con Alberto Gaffi, editore e con Manuela Antonucci,
scrittrice Manuela Antonucci, Murene, Italo Svevo.

16,15 INTERMEZZO MUSICALE a cura dell’associazione culturale Quatrad.

16,45 MOSTRA D’ARTE “Hai mangiato?”, piccolo percorso artistico con Federica Mingozzi,
giornalista, critico d’Arte e curatore della mostra.

17,00 PAUSA CAFFÈ TÈ TISANE con le tradizionali busarole e i biscotti di riso.

VISITE GUIDATE ALLE MOSTRE
Mostra “Hai mangiato?”, percorso d’arte con Federica Mingozzi, giornalista, critico d’Arte e
curatore della mostra. Mostra delle caffettiere storiche, dei macinini, degli oggetti legati al rito del caffè con Laura Travaini, presidente associazione Scrittori e Sapori a cura di Forum Omegna, di Museo Storico Etnografico di Romagnano Sesia, di Museo di Museo Civico Archeologico Etnografico C.G. Fanchini di Oleggio.

17,40 I RITRATTI GRAFICI con Mariella Tavarone, artista grafico.ù

18,00 LA SERIE DI FIBONACCI Giorgio Piccaia, artista, dialoga con Federica Mingozzi,
giornalista e critico d’Arte.

18,20 POESIA AL CREPUSCOLO con Daniela Mattiazzi.
Daniela Mattiazzi, E tu di versi scrivimi, Segni e Parole

18,35 BALLETTO “Anima Donna” con Soul&Body di Selene Bonetti e allieve.

19,00 CHIUSURA saluti.

Guarda tutto

Lascia il tuo commento

Back to top button