Bassa ValsesiaEventiRomagnano Sesia

Romagnano Sesia: Libroterapia Umanistica.

Leggere noi stessi attraverso il libro

Libroterapia Umanistica. Leggere noi stessi attraverso il libro. “Quella volta che il circo arrivò a Orta” di Laura Travaini

Domenica 27 ottobre 2019 – ore 17.30, presso il  Museo Storico Etnografico – Villa Caccia a Romagnano Sesia (NO)

La libroterapia nasce con l’intento di aiutare e accompagnare le persone a prendersi cura
della propria interiorità, spingendole a una crescita personale.

L’uomo è un essere “narrante”, ha bisogno di raccontarsi e di ri-trovarsi nelle narrazioni e nelle storie altrui.
La libroterapia permette di curarsi con i libri fornendo risposte, aiutando in momenti di crisi, alleviando disturbi esistenziali e risvegliando le nostre Immagini Interiori.
Leggere un libro in chiave libroterapica è diverso da una semplice lettura. Il lettore che segue
un percorso di libroterapia legge se stesso attraverso il libro.

In questa serata incontreremo la libroterapia usando come tramite un libro dal profondo potere trasformativo: “Quella volta che il circo arrivò a Orta” di Laura Travaini, scritto per Daniela Piazza editore.

Sono invitati anche gli amici lettori che hanno già letto il libro, per poterlo scoprire in modo nuovo, come cura e ascolto di Sé.

Con la presenza dell’autrice Laura Travaini. Moderatrice: Loredana Gaeta naturopata, scrittrice, libroterapeuta.

Il libro

È l’ottobre del 1943. Gli ultimi strascichi di un temporale accolgono l’arrivo di Amelia Dente sul
lago d’Orta. Giornalista romana, inviata in precedenza al confino nelle Marche, rimane impigliata
nelle trame strette della rete dei nazifascisti – che, sotto la spinta dell’avanzata degli Alleati,
ripiegano sempre più verso il nord dell’Italia – e viene mandata a Orta. Nella piazza che affaccia sul lago, con la minuscola isola di San Giulio sullo sfondo, il Commissario prefettizio, inquieto, la segue con sguardo attento, interrogandosi sui motivi dell’incomprensibile presenza della donna.
Amelia è aggraziata, gentile, piena di riserbo ma arguta, curiosa e socievole. Conquista ben
presto la simpatia dei suoi nuovi concittadini. Intanto la vita del piccolo borgo lacustre scorre, fatta di altrettanto piccoli e semplici eventi. Ma ogni tramonto porta con sé lo scoccare del coprifuoco, gli allarmi antiaerei lanciano troppo spesso il loro grido, e intorno la guerra partigiana incalza.
A scompigliare la compostezza del paese, nell’inverno del 1945 arriva il Circo Gallareto, con il suo proprietario e direttore Anacleto. Dall’incontro fra chi vive nel borgo e i nuovi arrivati, a una a
una, intrecciandosi con quella della confinata e con quelle locali, emergono le storie dei circensi. Si levano le loro voci. Il loro passato affiora con salvifica sapienza districandosi tra una varia umanità.
Felicità, scelte coraggiose, dolori profondi, nostalgie, vengono a galla. C’è spazio anche per l’amore, che sboccia al Sacro Monte (proprio là dove, nel maggio del 1882, il maturo Nietzsche si era infiammato per la bella e giovanissima Lou Salomé) e che prende forma intorno a una tavola ben apparecchiata, complice una sensuale ricetta.
Il ritrovamento di un cadavere infonde nell’aria di lago un soffio di mistero, richiama fatti ed
eventi legati alla guerra, dà origine a un duettare tra anime semplici ma consapevoli ma anche
porta pesanti illazioni, e il Circo deve andarsene.

Con la fine della guerra Amelia tornerà a Roma. E il Circo? Tornerà il Circo Gallareto a incrociare il suo cammino? Manterrà, quell’amore sbocciato al Sacro Monte, la sua promessa, intrigante e solenne?

L’autrice

Laura Travaini vive a Orta San Giulio, borgo che si affaccia sul lago d’Orta.
Ha fondato, nel 2011, insieme ad alcuni scrittori e chef, associazione Scrittori e Sapori, della quale è presidente.
Organizzatrice di eventi culturali e culinari, ha curato e condotto le presenze di Scrittori e
Sapori a EXPO Milano 2015, nello spazio del Cluster del cacao e del cioccolato, collaborando con Eurochocolate, official content provider, e con la Regione Piemonte.
Ha creato manifestazioni che hanno visto la partecipazione di esponenti del mondo artistico e letterario, di prestigiosi chef stellati e di personalità di spicco del circo contemporaneo.
Ha curato l’antologia Il Gusto del Piemonte. Tradizioni Piatti Scritti (Conti Editore, 2012, Premio letterario Libri da Gustare 2013 per la sezione Il cibo in letteratura).
Ha partecipato all’antologia Exponovels. Food on the Lake District (Edizioni dEste, 2015).
Il suo libro, Curve di cioccolato. Intrecci di storie e di cioccolato, uscito per Edizioni dEste nella doppia versione italiano-inglese, ha vinto il premio Eurochocolate Award 2015 per l’editoria.
Ha scritto per Daniela Piazza Editore il romanzo “Quella volta che il circo arrivò a Orta”
(novembre 2016) vincitore del III premio per la narrativa del Concorso Letterario Mario Soldati 2018 – Centro di studi e ricerche Mario Pannunzio.

locandina Travaini
Tags

Commenta

Back to top button
Close