EventiEventi dintorni ValsesiaNovarese

Sara Salvoldi e Carla Dorz: le loro opere in mostra a Novara e ad Orta

Continua il ciclo espositivo delle due artiste borgosesiane Sara Salvoldi e Carla Dorz.

Dopo aver esposto in varie location valsesiane e non solo, con il progetto di “La GalleriAcasa”, questo mese espongono a Novara ed Orta San Giulio.

A Novara dal 1 al 15 Settembre, le loro opere saranno in bella mostra presso lo spazio espositivo di “Window Arte” in Corso Italia 7.

Due grandi vetrine allestite, una con i quadri e le sculture di Sara Salvoldi e l’altra con le “Uova” di Carla Dorz.

A Orta San Giulio, nella suggestiva Piazza Motta presso Palazzo dell’Università della Riviera, Sabato 10 e domenica 11 Settembre, dalle ore 11 alle  ore 21.

Diversi stili artistici, per due donne che amano profondamente l’Arte e grazie ad essa, possono esprimere al meglio le proprie emozioni e creatività.

Sara Salvodi spazia tra varie sperimentazioni e pertanto non si ritiene di identificarla in un solo stile. Utilizza la tecnica a pennello o a spatola, a volte insieme. Pennellate di colori che danno vita ad opere realistiche e a volte più astratte, dove non è difficile intravedere luoghi e forme già viste o vissute ma si diverte anche, nel creare delle particolarissime mini sculture in creta. Nella sua carriera artistica ha esposto a Milano, Roma, sul lago d’Orta ad Ameno, Varallo, Grignasco e con “la GalleriAcasa” in qualsiasi luogo, dove chi vuole, può circondarsi di opere artistiche per qualche occasione speciale o per proprio desiderio.

Abbiamo chiesto a Sara, chi potrebbe essere l’acquirente ideale delle sue opere e lei ci ha risposto così: “Chiunque può essere l’acquirente ideale delle mie creazioni. Ritengo infatti che ognuno, avendo gusti propri anche in base ai giorni o periodi della sua vita, vedendo una mia opera potrebbe innamorarsene al punto da acquistarla”.


 

Carla Dorz ha sempre amato l’arte ma solo dopo il pensionamento, decide di provare a dedicarsi alla pittura. Inizialmente sperimenta diverse tecniche, passando dall’acquerello, agli acrilici, ad olio, al particolarissimo “Puntinismo”. I suoi soggetti sono soprattutto paesaggi e particolari architettonici ma le piace esprimersi anche con quadri di astrattismo. Quello che però l’ha resa oggi un’artista ricercata, è stata una fortuita coincidenza. Un giorno infatti, le fu regalato un piccolo uovo di porcellana dipinto di blu ed oro, la persona che glielo donò le disse che le avrebbe portato fortuna. Carla lo mise con cura in bella vista tra i suoi ricordi più cari ma un bel giorno ne fu attratta in modo particolare e fu così che dopo averlo osservato da vicino e ripensando alle parole di quella persona, le venne l’ispirazione. Inizia quindi a dipingere sulle sue tele delle grandi uova, decorandole con le più svariate fantasie di forme e colori, ognuna ha un nome ma sta poi a chi le osserva, darle un significato.

Anche a Carla abbiamo chiesto chi potrebbe essere l’acquirente ideale delle sue opere? Lei ci ha risposto così: “Sono le mie opere a scegliere in quale casa andranno a vivere…”


Guarda tutto

Lascia il tuo commento

Back to top button