EventiMedia ValsesiaSerravalle Sesia

Serravalle Sesia 13 Novembre: premiazione concorso Nazionale di poesia “Sogni di pietra”

Sabato 13 novembre alle ore 17,00, sul palco del Teatro Comunale di Serravalle Sesia saranno tutte donne a ricevere i premi del Concorso nazionale di poesia “Sogni di Pietra”.

Massimo Basso, sindaco di Serravalle Sesia, premierà Adele Denza di Salerno prima classificata con la poesia “Aspetto che il vento mi porti il tuo profumo”; mentre il presidente dell’Unione Montana dei Comuni della Valsesia consegnerà la targa in cristallo alla poetessa di Serravalle Sesia Marina Doria, seconda classificata con la poesia “Prendimi Vento”, che si aggiudica altresì il premio Lions Club Valsesia “Miglior poeta valsesiano”. Al terzo posto della classifica assoluta, la poetessa di Bologna Morena Festi con la poesia “Mulinelli di memoria” riceverà il premio della provincia di Vercelli, dal presidente Eraldo Botta.

Per i premi speciali per la montagna, alla poetessa Rossella Lubrano di Alessandria va il primo premio Giovanni Turcotti con la poesia “Alle soglie del cielo”; il secondo premio, Club Alpino Varallo Sesia alla poetessa Luisa Marangon di Oleggio (NO) con la poesia “Passi lenti”; ed infine il premio Wild a Silvia Rovario di Prato Sesia con la poesia “Il canto della montagna”.

Altri diciotti poeti, provenienti da tutta Italia si sono aggiudicati diplomi d’Onore e di Merito, tra questi ricordiamo i poeti valsesiani, Gualtiero Frova e Lodovico Ferrari di Borgosesia, la giovane Silvia Garbarini di Quarona e Gianni Monticelli di Serravalle Sesia.

Le poesie saranno recitate dall’avvocato Alberto Regis Milano.

L’evento si sta affermando sempre più a livello nazionale, per il rigore in cui vengono giudicate le opere da una giuria altamente qualificata composta dal prof. Pietro Taverniti di Perugia, già docente universitario, la prof.ssa Elena Uglioni docente in lettere al liceo classico d’Adda di Varallo Sesia, il prof. Lorenzo Fileppo, ricercatore in filologia, la prof.ssa Virginia Comoletti, storica d’arte, dal regista di Torino Maurizio Bonino e da Dina Traversaro, bibliotecaria.

Guarda tutto

Lascia il tuo commento

Back to top button