Alta ValsesiaBassa ValsesiaBorgosesiaEventiEventi dintorni ValsesiaMedia Valsesia

Torna la materia di “Educazione Civica” a scuola

Proprio in mezzo a un evento inimmaginabile come la pandemia da COVID19 la scuola si è trovata ad affrontare varie sfide, non ultima l’introduzione da quest’anno della materia educazione civica, con voto
finale, dunque una vera materia di studio.

La legge ha dato delle indicazioni precise: si inizia dalle materne fino all’ultimo anno delle superiori, almeno 33 ore all’anno, l’insegnamento deve essere interdisciplinare, perché è la scuola tutta a essere un
luogo di sviluppo del cittadino e della cittadina consapevole.

In particolare sono stati individuati tre filoni: la Costituzione, l’educazione al digitale, la sostenibilità e l’attenzione all’ambiente.

All’Istituto Superiore Lancia di Borgosesia, oltre alle lezioni frontali (che adesso sono in Didattica a distanza, a parte le ore di laboratorio), sono stati organizzati alcuni incontri in streaming con esperti ed esperte dei tre ambiti. Gli incontri sono previsti per tutte le classi, distribuiti secondo argomenti ed età e prevedono un coinvolgimento diretto dei ragazzi e delle ragazze.

Tutto il materiale, fra cui i video degli incontri, si potrà trovare su una pagina dedicata alla didattica dell’educazione civica sul sito dell’Istituto Lancia.

In particolare sono stati svolti già due incontri: uno su Diritto e migrazioni con l’avvocato Alberto Guariso, dell’ASGI e uno su Diritto e lavoro con l’avvocato Maria Rita Mottola, di Persona&Danno e di
Diritti in Movimento.

In seguito parleranno di Sostenibilità e Green New Deal americano Eugenio Paglino demografo, ora dottorando presso la Università di Philadelphia; Massimo Temporelli, innovatore, fondatore del primo
FabLab di Milano nonché ex allievo del Lirelli e che ha da poco portato il suo nuovo libro in giro per l’Italia, in BICICLETTA.

Sul tema del digitale ci sarà un incontro con Lara Princisvalle, linguista computazionale che lavora a Google, mentre Monica Lanfranco, giornalista e formatrice, il 25 novembre parlerà della violenza di genere sul web; infine di fake news in ambito scientifico parlerà l’astrofisico Sandro Bardelli dell’INAF.

Sempre per la sostenibilità in particolare sul tema degli animali e degli allevamenti intensivi, ci sarà la regista Adonella Marena che parlerà anche della sua esperienza di fondatrice di un rifugio “Vivi gli animali” a Collegno che accoglie animali da reddito, salvati da macelli e da maltrattamenti. Un programma molto ricco che non si esaurisce qui.

Sono infatti previsti, oltre alle lezioni frontali tenute dai docenti, altri incontri in presenza: se possibile, a primavera inoltrata, si avrà l’opportunità di ascoltare una voce diversa, ma profetica e forse salvifica su questi temi, la voce dei poeti. Isabella Biagini porterà la sua poesia come resistenza civile, Tiziano Fratus, i suoi versi ispirati gli alberi infine Fabio Pusterla ci darà parole nuove da usare anche sui social. Insomma incrociamo le dita perché la poesia sia la grande cura, l’occhio nuovo da cui guardare il mondo. Per i ragazzi e le ragazze potrebbe essere davvero così.

Commenta

Back to top button
Close