Alta ValsesiaCiviascoEventiPiodeScopaScopelloVarallo

Valsesia dal 1 al 3 Luglio: 15^ edizione EUROPUPPET

Dopo il clamoroso successo del primo weekend (24/26 giugno in Valsesia), gli spettacoli proposti sono stati molto apprezzati, il prossimo weekend, dal 1 al 3 luglio 2022 propone altri spettacoli di grande presa e coinvolgimento.

Di seguito il calendario dei prossimi spettacoli:

VENERDI’ 01/07/22

ore 17.00 PIAZZA MUNICIPIO DI SCOPA (VC) in Piazza Municipio

Compagnia Nina Theatre di Bari (BA) in METTICI IL CUORE. Spettacolo con attori, pupazzi e oggetti
In caso di maltempo lo spettacolo verrà replicato all’interno della sala inferiore del Comune

ore 21.00 TENDONE PRO LOCO DI PIODE (VC) Zona Area Sportiva
Compagnia RUINART di Pontassieve (BO) in ERNEST E CELESTINE. Spettacolo con attori e pupazzi. 

SABATO 02/07/22

ore 17.00 CAMPO GIOCHI LA VALLE DI CIVIASCO (VC) Fraz. Pian della Valle.
Compagnia LES ABOUGAZELLES 100 TETES di Parigi (Francia) in LA CANZONE DI PULCINELLA. Spettacolo con attori e burattini.

Lo spettacolo verrà replicato sotto la tettoia del bar anche in caso di maltempo.

Ore 21.00 SALONE POLIVALENTE DI SCOPELLO (VC) Piazza Ponte Compagnia TEATRO BLU di Cadegliano (VA) in ALLEGRIA, PINOCCHIO. Spettacolo con attori.  

DOMENICA 03/07/22

ore 10.00 CORTILE PALAZZO DEI MUSEI DI VARALLO (VC) Via Calderini 25. Compagnia LA BOTTEGA TEATRALE di Fontanetto Po (VC) – Costruzione de LE LANTERNE DEI DESIDERI

In caso di maltempo all’interno della sala laboratorio al piano terra.
A seguire navigazione delle lanterne nel torrente Mastallone – Varallo Beach.

ore 17.00 TEATRO FRA’ DOLCINO DI CAMPERTOGNO (VC) Via Roma 7 Compagnia PANTAREI di Mussolente (VI) in ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE. Spettacolo con attori, pupazzi e ombre.

ore 21.00 CORTILE PALAZZO DEI MUSEI DI VARALLO (VC) Via Calderini 25. Compagnia Ortoteatro di Cordenons (PN) in STORIE NEI CIELI DEL MONDO. Spettacolo di racconti con attori, canzoni e immagini.

In caso di maltempo lo spettacolo verrà replicato all’interno della sala dell’Incoraggiamento

MOSTRA

OTELLO SARZI – CENT’ANNI DAL FUTURO

Otello Sarzi, nato cento anni fa, uno dei più grandi burattinai d’Italia in una mostra fotografica del maestro Sarzi gentilmente concessaci dalla Fondazione Famiglia Sarzi di Cavriago (RE) e realizzata in collaborazione con l’Istituto per i Beni Marionettistici e il Teatro Popolare di Grugliasco diretto da Alfonso Cipolla. La mostra è visitabile presso la Chiesa San CarloPalazzo dei Musei di Varallo con ingresso da Via Calderini 25 dal 24 giugno al 3 luglio.

LABORATORIO DI COSTRUZIONE

LE LANTERNE DEI DESIDERI

Torna il classico laboratorio di costruzione “Le Lanterne dei Desideri” a Varallo presso Palazzo dei Musei il 3 luglio al mattino alle ore 10 e seguito dalla navigazione delle lanterne nel fiume Mastallone in una cerimonia suggestiva che affida i nostri desideri e i nostri sogni al fiume nella speranza che si realizzino.

EuroPuppet rimane un festival popolare, fatto per il pubblico, che mantiene i suoi premi per il migliore spettacolo scelto dal pubblico, il migliore attore o attrice scelto dalla direzione del festival, migliore scenografia e “Premio Fedeltà” per chi vede il maggior numero di spettacoli.

Anche in questo caso si ritorna alla tradizione con il pubblico che non vota più on line ma in cartaceo e dal vivo subito dopo lo spettacolo.

La Partecipazione agli spettacoli è libera e gratuita, Sarà gradita un’offerta libera.

Consigliamo comunque di prenotare soprattutto il laboratorio inviando un messaggio whatsapp contenente il numero delle persone, un cognome e il titolo dello spettacolo o del laboratorio con la data ad uno dei seguenti numeri : 3477627706 Giuseppe e 3463524547 Salvo

TRAME E CURRICULUM

  1. Nina Theatre di Bari presenta “Mettici il cuore”. Mostra-spettacolo con burattini, marionette, pupi e attore. Adatto a tutti

Senza parole, solo sguardi e sorrisi. Così la protagonista dello spettacolo decide di rivolgersi al suo pubblico lavorando sull’essenza e sulla semplicità. In una scatola, la protagonista trova oggetti: bambole, vestiti, libri, giocattoli e li trasforma, dandogli vita, in personaggi divertenti e poetici. ”Mettici il cuore” è uno spettacolo che vuole arrivare al cuore dello spettatore portandolo a sorridere e a sognare, ad emozionarsi, a riflettere e a meravigliarsi davanti alla semplicità delle piccole cose.

Curriculum Nina Theatre: Ho studiato Recitazione frequentando laboratori con vari maestri: Pasquale D’Attoma Fanizzi, Damiano Nirchio, Paolo Panaro, Lello Tedeschi, Emmanuel Gallot-Lavallee,  Ippolito Chiarello, Cristina Pezzoli, Massimiliano Civica, Veronica Cruciani, Maricla Boggio,Guglielmo Rossini ( dizione e fonetica), Domenico Lannutti ( scrittura comica), Neville Tranter ( manipolazione puppet), Laura Kibel ( costruzione di pupazzi in gommapiuma), Hugo Suarez.  Nel 2011 ho frequentato la Scuola di Teatro di figura ” Casa di Pulcinella” a Bari diretta da Paolo Comentale. Dall’età di 14 anni lavoro nel mondo del teatro di narrazione e teatro di figura come  attrice e pupazzara a livello professionista. Mi occupo inoltre di costruzione di puppets in gommapiuma.  Dal 2019 mi esibisco con il mio spettacolo ” Mettici il cuore” in festival e teatri nel mondo.

Lo spettacolo “Mettici il cuore”è tra i semi-finalisti del Bando In-boxverde 2021. 

  1. Ruinart di Pontassieve (FI) presenta “Erneste Celestine”. Spettacolo con attori e pupazzi. Adatto a tutti

Vi è capitato qualche volta di leggere una storia e restarne innamorati?  Ernest e Celestine, il libro di Daniel Pennac, l’ho trovato per caso, abbandonato sul divano non so da chi. E, una pagina dopo l’altra…, quando l’ho richiuso era già uno spettacolo che aveva voglia di nascere.
Ernest e Celestine, un orso e una topolina, pensate che possano mai diventare amici?  Gli orsi, come gli uomini, non sopportano i topi, non terrebbero mai un topo in casa, ogni genere di animali, cani, gatti, conigli, serpenti, criceti. Ma un topo no. Giammai. E i topi, d’altra parte, come i bambini sono impressionati dal Grande Orso Cattivo, che quando  è affamato mangia di tutto. Gli orsi e i topi vivono in due mondi separati: i primi nel mondo di sopra, i secondi nel mondo   di sotto, e se capita che si incontrino succede il finimondo.

Curriculum Ruinart: La Compagnia, diretta da Gaetano Carducci, si costituisce nell’89. Le produzioni dei primi anni, orientate soprattutto verso la contaminazione dei diversi linguaggi espressivi, diventano luogo di scambio e approfondimento formativo, acquisizione di tecniche e pratica del lavoro teatrale. Dal 1993, mentre emerge un naturale orientamento verso il mondo dell’infanzia, si sviluppano, insieme all’attore, le diverse possibilità interattive col teatro di figura, anche in forme meno usuali e talvolta di nuova concezione. Le produzioni per il teatro ragazzi con l’utilizzo della tecnica mista di attori, pupazzi animati e personaggi gonfiabili è una specificità della compagnia. La ricerca e la sperimentazione combinata dei tre linguaggi espressivi ci porta verso soluzioni sceniche sempre più raffinate e originali.

  1. Les Abougazelles 100 Têtes di Parigi (Francia) presenta “La Canzone di Pulcinella” in lingua italiana. Spettacolo tradizionale con burattini. Adatto a tutti

Pulcinella, per conquistare la sua fidanzata Teresina, è deciso a cantarle una canzone. Ma vari personaggi vogliono impedirglielo: il suo nemico di sempre Don Pasquale, il cane, la morte, il poliziotto, il guappo… Il finale è tragicomico e l’amore con Pulcinella trionfa sempre!

La canzone di Pulcinella sviluppa il reperto­rio delle guarattelle, spettacoli di burattini del­la tradizione napoletana, trasmessi oralmente da 500 anni. Il personaggio principale delle sto­rie è Pulcinella, un essere libero con una voce soprannaturale, simile a quella di un’anatra, po­tente, divertente e quasi incomprensibile, come un “gromelot”. Il burattinaio ha sempre tenuto segreto l’espediente tecnico che gli permette di mettere in scena la voce di questo personaggio che attrae, incanta e crea un forte legame con il pubblico.   Nella canzone di Pulcinella, il protagonista in­contra e combatte contro i personaggi tipici di questo teatro popolare: la morte (Capo di Pro­volone), Don Pasquale (Guappo il tiranno), il cane (Cacciuttiello), il boia. Questo conflitto, sempre comico e anticonformista, si riferisce alle emo­zioni della vita e al bisogno di esprimersi.

Curriculum Valentina Valentini – Les Abougazelles 100 Tetes:  È nata e cresciuta nel sud d’Italia. Nel 1998, durante un fine settimana di protesta internazionale contro la guerra in Kosovo, ha preso il treno per Parigi da dove dimentica di ripartire. Qui scopre festival di teatro e arti di strada, cinema, fotografia, musica… Si iscrive all’Università Paris 8 e, contemporaneamente ai suoi studi cinematografici, si forma nella costruzione di marionette e lavora a diversi progetti artistici come la produzione di un film d’anima­zione con personaggi articolati Kitsch Kong e la direzione di un laboratorio di marionette per il Comune di Parigi.

Dopo aver conseguito un diploma universitario di pro­grammazione cinematografica, Valentina Valentini lavora in vari campi: montatrice video, cameraman, responsabile della collezione film di astronomia all’Osservatorio di Pa­rigi e della collezione film d’arte al Centre Pompidou.

Nel tempo libero, tra due film, due montaggi, crea sempre delle marionette e dei burattini. Un bel giorno del 2015, decide di lasciare il mondo professionale del cinema per dedicarsi interamente alla marionetta. Raggiunge l’équipe di burattinai dei Manipulés du lundi a La Nef Manufacture d’Utopie, poi parte per Napoli per formarsi con Bruno Leone, prima di lavorare per un anno con Diego Stirman alla gestione tecnica dei suoi spettacoli e alla costruzione di burattini in lattice. Nel 2017 dirige il suo primo spettacolo Imbroglio con l’aiuto di Anne Carrard (cie. Les Anges Mi-chus), e Diego Stirman (scenografia). Nel 2018 partecipa al corso annuale di formazione professionale per burattinai tenuto dal Théâtre aux mains nues dove scopre il lavoro di vari artisti come Samuel Beck, Alice Laloy, Mathieu Enderlin, Claire Heggen…

Collabora con diverse compagnie e associazioni come La fabrique des histoires, le collectif Fokus, Noël aux Halles, Simone de Cyrene, l’Ecole Montessori, Môm’artre, conduce laboratori di teatro di burattini per adulti disabili, bambini e adulti di tutte le età. Nel 2020, crea il progetto artistico di burattini, intitolato La canzone di Pulcinella, ispirato dalle guarattelle, spettacoli tradizionali di marionette napoletane.

Dal 2021 é direttrice artistica della Compagnia Les abougazelles cent têtes.

  1. Teatro Blu di Cadegliano (VA) presenta “Allegria, Pinocchio”. Spettacolo con attori. Adatto a tutti

Un favola universale che travalica i confini del tempo e dello spazio; una bellissima storia ricca di densi significati e di valori profondi che Teatro Blu ha messo in scena utilizzando le tecniche legate alla comicità del teatro d’ attore ed al virtuosismo del mimo clown. Sulla scena lo spettatore assisterà ad un dipanarsi di immagini suggestive, di momenti esilaranti in cui il riso si mescola alla poesia. E’ mezzogiorno, suona la campana e la scuola, nell’ eco di urla e risa, rimane improvvisamente spazio vuoto. Il deserto e il disordine sono i testimoni di una mattina come tante ce ne sono. Due bidelli, un poco stralunati, nel tentativo di fare pulizia e ripristinare un po’ d’ ordine, si lasciano a poco a poco avvolgere dalle trame del gioco. Si travestono e si trasformano, si dimenticano e si ritrovano e raccontano. Raccontano la storia di un burattino, Pinocchio. Un Pinocchio un po’ allegro e un po’ triste, un po’ curioso e un po’ annoiato, qualche volta diffidente e spesso credulone, furbo e ingenuo, attento e svogliato… un po’ e un po’, tutto e il contrario di tutto. Allegria è un vortice misterioso, una strana miscela di sensazioni, un pulcino che esce da un uovo, un incontro, il desiderare un albero carico di zecchini d’ oro, il gioco delle marionette , il paese dei balocchi. I due bidelli si perdono nel vortice, cavalcano le trame di una storia e poi… Suona la campanella! E’ l’ ora del rientro. Allegria! Il salto di un ragazzo, una corsa nel silenzio, un urlo nel vuoto, un sorriso nascosto… Allegria, compagna discreta e silenziosa, se ne sta lì, quasi nascosta ma sempre presente, se ne sta lì a spiare tra le pieghe del tempo, sempre tesa, attenta, in agguato, pronta a varcare il confine dell’ apatia, a farsi strada tra le trame dei pensieri e finalmente a sgorgare in una cascata di elettroni, nella furia del movimento, nel vortice del dire e del non dire. Allegria… nella monotona quotidianità di due bidelli confinati in una scuola qualsiasi in un qualsiasi tempo. Allegria… la campanella che suona e un’ orda di strilli in festa che dirompono dalle aule e si riversano nelle strade. Allegria è il carnevale dei piccoli, il velo della sposa, le scarpe della mamma, una maschera e tante lucine colorate. E’ il giocare a essere qualcuno, un burattino, un gendarme, un mostro, un gatto e una volpe, una fata, un piccolo grillo, un’orca, un bambino. Uno spettacolo che lascerà nei cuori un sorriso ma anche emozionee importanti pensieri per crescere bene.

Curriculum Teatro Blu: Nasce come gruppo di lavoro nel 1989 a Brescia dall’ incontro tra l’ attrice Silvia Priori e Daniele Finzi Pasca, direttore artistico del Teatro Sunil di Lugano. Nel 1993  diventa Associazione Culturale con sede a Cadegliano (VA) allo scopo di creare e sviluppare una collaborazione artistica culturale tra Italia e Svizzera. Si avvale  della collaborazione di artisti provenienti da diverse scuole e tradizioni differenti. E’ riconosciuto dall’ Ente Teatrale Italiano, dalla Regione Lombardia, dalla Regio Insubrica e  dalla Provincia di Varese. Nel 1995 nasce la collaborazione fra Silvia Priori e Roberto Gerbolés, artista argentino proveniente dalla Scuola Teatro Dimitri con il quale tutt’oggi progetta e scrive numerosi spettacoli. In oltre venti anni di attività Teatro Blu ha prodotto numerosi spettacoli, rivolti ad un pubblico di bambini, ragazzi e adulti, che hanno circuitato in Rassegne e Festival internazionali in Italia, Svizzera, Austria, Germania, Cina, Giappone, Sud America.  Silvia Priori è già stata vincitrice del premio Migliore attrice ad EuroPuppetFestiValsesia.

  1. Pantarei di Mussolente (VI) presenta “Alice nel paese delle meraviglie”. Spettacolo con attori. Adatto a tutti

La nostra Alice è cresciuta, è ormai sicura di sé e ha voglia di diventare grande. Sempre più di rado ritorna nel Paese delle Meraviglie, che senza di lei rischia di scomparire nel nulla. Anche i suoi abitanti sono in pericolo, soprattutto il Bianconiglio, il Gatto e quel matto del Cappellaio. Riuscirà Alice a ritrovare la gioia di meravigliarsi come un tempo? In una scenografia in continua trasformazione, seguiremo Alice immergersi in un mondo bizzarro, dove tutto può accadere.
In una scenografia in continua trasformazione, seguiremo Alice immergersi in un mondo onirico, popolato da strani personaggi e caratterizzato da repentini e inaspettati cambi di situazione, con giochi di parole e percorsi mentali ai limiti dell’assurdo. È la fantasia che porta Alice lontano, quasi a ricordare a noi tutti che l’immaginazione può essere il motore di ogni possibilità, che attraverso il sogno si possono vivere avventure straordinarie, fino a farle sembrare quasi realtà. E così Alice, e noi con lei, potremo cantare: “Oh che bellezza, se sapessi che quel mondo delle meraviglie c’è!”

Curriculum Pantarei: Gruppo Panta Rei nasce nel 2007 dall’incontro di alcuni giovanissimi esperti nel settore degli eventi culturali e dello spettacolo dal vivo, con l’intento di creare un punto di riferimento per la produzione, l’organizzazione e la diffusione della cultura teatrale nelle sue molteplici forme. Negli anni, la compagnia ha sviluppato una personale visione delle arti sceniche, coniugando la tradizione teatrale con la ricerca di nuovi linguaggi attraverso i quali interpretare la realtà circostante. Particolare importanza è riservata al mondo dell’infanzia e alla gioventù, attraverso l’organizzazione di laboratori e la rappresentazione di spettacoli per il teatro ragazzi e il mondo della scuola. Oltre a curare progetti personali e per conto di amministrazioni pubbliche e istituzioni, offre anche una serie di servizi organizzativi e amministrativi allo scopo di facilitare la nascita e la diffusione di realtà culturali nel territorio. Il nucleo artistico è composto da figli d’arte delle famiglie Lelio, Zamperla e Libassi, a cui negli anni si è aggiunta una nuova generazione di attori, caratterizzando così le produzioni teatrali nel segno di un felice connubio fra tradizione e innovazione.

6. Ortoteatro di Cordenons (PN) presenta “Storie nei cieli del mondo”. Spettacolo con attori e canzoni. Adatto a tutti

Avete mai provato ad alzare gli occhi al cielo, in una notte limpida? Scoprirete migliaia e migliaia di stelle. Fin dall’antichità gli uomini sono rimasti affascinati dagli astri e vi hanno riconosciuto figure di animali, persone e oggetti: quelle che oggi noi chiamiamo costellazioni.  Ecco allora tante storie provenienti da paesi diversi che ci raccontano la luna, il sole, le stelle, ma anche il sogno di volare secondo i miti e le tradizioni del mondo. Il tutto con il divertimento assicurato da un contastorie ormai riconosciuto a livello nazionale come Fabio Scaramucci.

Curriculum Ortoteatro: In un orto si coltivano le primizie così come noi coltiviamo il teatro!
Il nome Ortoteatro deriva, inoltre, dal greco “orthòs”: diritto, giusto, fatto bene. Nome ideato da Carlo Pontesilli, fondatore nel 1976 della compagnia.
 La compagnia, in oltre trent’anni ha sperimentato diversi generi teatrali, senza trascurare l’attenzione al teatro per l’infanzia e la gioventù
(Il bosco della strega 1 vincitore a Roma del Premio Nazionale Antifavola, Aspettando Godot  Vincitore del Festival Malia del Teatro di Ostiglia 1988).
Grazie alla stabilità del nucleo tecnico/artistico e organizzativo, (dal 2006 invariato) Ortoteatro si è fortemente radicata nel territorio ed è diventata un punto di riferimento per ciò che riguarda il Teatro per l’infanzia e la gioventù.
Ortoteatro produce i propri spettacoli di Teatro Ragazzi che circuitano in tutta Italia. Si è sperimentata in diversi generi (burattini, teatro di narrazione, tetro/canzone) e ha in cartellone più di 10 titoli attivi.
La cooperativa organizza stagioni di teatro ragazzi sia invernali che estive in diversi comuni del Friuli Venezia Giulia, oltre a gestire direttamente due strutture teatrali (Centro Culturale Aldo Moro di Cordenons PN, 440 posti a sedere e Aud. Concordia di Pordenone , 500 posti a sedere), si occupa di didattica teatrale nelle scuole e di formazione per adulti e di attività di promozione alla lettura presso scuole  e biblioteche. Fabio Scaramucci ha ricevuto il premio come migliore attore alla nona edizone di EuroPuppetFestiValsesia.

TUTTO QUESTO è EuroPuppet 2022

A questo link: il programma completo di EuroPuppet 2022

 

Guarda tutto

Guarda altre notizie

Lascia il tuo commento

Back to top button