Alta ValsesiaBalmucciaCampertognoCiviascoEventiPiodeScopelloVarallo

Valsesia dal 24 Giugno al 3 Luglio: 15^ edizione di EUROPUPPET

Torna in Valsesia EuroPuppet 22, quindicesima Edizione del Festival Itinerante Internazionale di Teatro di Figura, un progetto dell’Associazione Culturale La Bottega Teatrale, nata a Torino ventisette anni fa, che da dieci anni ha sede a Fontanetto Po. Il Festival, che si articola in spettacoli, mostre, laboratori per bambini, ragazzi, famiglie e adulti, è sostenuto dalla Regione Piemonte, Consiglio Regionale, Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli, con il patrocinio della Provincia di Vercelli, e Associazione UNIMA.

La Direzione artistica del Festival è affidata a Giuseppe Cardascio e Salvatore Varvaro, che selezionano e invitano compagnie italiane ed estere – che di solito sono costituite da gruppi familiari, che si tramandano questo mestiere -proponendo sempre spettacoli originali e di qualità: “La cultura non ha confini: un tempo ospitavamo ogni anno tre Compagnie straniere, poi con la pandemia si bloccarono gli spostamenti e quest’anno ne accogliamo due. Lo spettacolo che aprirà il Festival in Biblioteca a Varallo, venerdì 24 giugno alle 17: “Las tres cerditas”, “I tre porcellini”, sarà proposto dalla Compagnia Xarop Teatre di Castellon (Spagna). L’altra Compagnia straniera presente sarà francese: Les Abougazelles 100 Tetes di Parigi e proporrà il suo spettacolo: “La canzone di Pulcinella” il 2 luglio, alle ore 17 a Civiasco, Frazione Pian della Valle”.La Bottega Teatrale porterà il suo spettacolo: “Figure in varietà”, venerdì 24 giugno alle ore 21 a Piode nella zona dell’Area Sportiva, utilizzando il tendone della Pro Loco.

Il Festival da questa edizione si è sdoppiato: Valsesia, nei due fine settimana dal 24 al 26 giugno e dal 1 al 3 luglio, mentre dall’8 al 10 luglio gli spettacoli proseguiranno nei Comuni di Crescentino, Fontanetto Po e Lamporo.

La conferenza stampa di presentazione di EuroPuppet2022, come di consueto, si è tenuta a Varallo, nella Sala Conferenze della Biblioteca Civica “Farinone-Centa”. Il logo di quest’anno è un disegno che Zoe Zanotto, di Scopello, aveva realizzato in occasione della X edizione del Festival: una mano itinerante che si muove attraverso tutti i Comuni che ospitano gli spettacoli. Ha ricordato Giuseppe Cardascio: “Il nostro Festival non è un concorso: è nato per coinvolgere le persone, instaurare un rapporto attivo con il pubblico, sia di adulti che di bambini e ragazzi, sondarne le preferenze, invitando ad esprimere valutazioni e suggerimenti”.

Alla conferenza stampa ha partecipato anche il Sindaco del Comune di Balmuccia, Moreno Uffredi e gli organizzatori hanno ricordato che nel 2008 EuroPuppet inaugurò il restaurato teatro storico, che è davvero molto suggestivo ed apprezzato, sia dalle Compagnie, che dal pubblico. Il Festival infatti era nato anche per rivitalizzare le strutture teatrali storiche della Valsesia: “Gianluca Buonanno e Pierangelo Carrara furono le prime persone alle quali fu esposto il progetto, che sostennero e valorizzarono, intuendone l’importanza”. Gli spettacoli però non necessariamente si tengono solo nei teatri, ma, come ricordano gli organizzatori, in una edizione si utilizzarono le vie di Carcoforo e fu un grande successo.

Il Festival è un momento magico di incontro e di ascolto, che ha bisogno del silenzio, in Valsesia l’annuale appuntamento estivo è diventato tradizione: “La stampa locale ci ha sempre seguiti e certo ha contribuito in maniera determinante a diffondere i nostri programmi e a far conoscere sul territorio il Teatro di Figura: la nostra filosofia non si basa sui grandi numeri, ma sul coinvolgimento diretto del pubblico, che cerchiamo di far innamorare di questo particolare tipo di teatro. E’ l’unico Festival dove i Direttori Artistici sono sempre presenti: crediamo molto nel contatto umano e per questo durante la pandemia abbiamo rifiutato di fare spettacoli on line”.

Tra le manifestazioni collaterali al Festival ci sarà la Mostra fotografica dedicata a Otello SarziCent’anni dal futuro 1922 – 2022, realizzata in collaborazione con la Fondazione Sarzi di Cavriago (RE) e l’Istituto per i Beni Marionettistici e il teatro Popolare di Grugliasco (TO), che sarà visitabile nella Chiesa di San Carlo, Palazzo dei Musei, Via Calderini n. 25, dal 24 giugno al 3 luglio.

Domenica 3 luglio, alle ore 10, a Palazzo dei Musei, sarà attivato il Laboratorio: “Le Lanterne dei Desideri” per bambini dai sei anni e per adulti: a mezzogiorno le lanterne, costruire con materiali interamente biodegradabili, saranno posate sulle acque del torrente Mastallone, lungo la “Varallo Beach” ed inizieranno la loro navigazione. L’intero programma del Festival è consultabile sul sito www.labottegateatrale.it, oppure per informazioni telefonare 346 3524547 oppure 3477627706.

Vedi in questo articolo il programma dettagliato di Europuppet 2022

Guarda tutto

Lascia il tuo commento

Back to top button