Alta ValsesiaEventiVarallo

Varallo 6 Novembre: presentazione del libro autobiografico “..E poi?” di Mario Pastore

La stagione delle presentazioni librarie in Biblioteca, nella quale si cercano di privilegiare gli Autori del territorio, o che scrivono di Valsesia, intesa a 360°, proseguirà sabato 6 novembre, con la presentazione, alle ore 11, del romanzo autobiografico di Mario Pastore: “…E poi?”, Premio Speciale della Giuria alla V edizione Premio Letterario Nazionale e Internazionale: “Vinceremo le malattie gravi” (2017), finalista al Premio Internazionale Jacques Prevert (2018), classificato al terzo posto al IX premio Letterario Internazionale Montefiore (2019). Menzione d’onore al II Premio Letterario Nazionale Città di Grosseto “Amori sui generis”.

E’ un libro che parla della sconfitta di una delle malattie emblematiche del nostro tempo: il cancro. Il romanzo è nato dall’esperienza diretta dell’Autore con la malattia:
“A seguito di una mia articolata esperienza – Diagnosi: Adenocarcinoma colico moderatamente differenziato (G2) infiltrante e ulcerato con metastasi epatica con questo percorso medico: 3 ricoveri con un totale di 174 giorni con 17 giorni in terapia intensiva; 10 volte in sala operatoria per un totale di 26 ore; complicazioni: occlusione intestinale; ascessi; fistole; peritonite; setticemia; 8 cicli di chemioterapia ‘folfox4’; circa 12 mesi di medicazioni periodiche extra ricovero presso “Ambulatorio lesioni difficili” – avendo constatato che è meno complesso lottare contro la malattia, piuttosto che con l’idea della stessa, ho scritto un libro nella speranza di poter essere in qualche modo utile a chi ha avuto la stessa esperienza”.

Mario Pastore descrive un’insolita esperienza di pre-morte, che consente al protagonista, testimone involontario della personale battaglia per la vita, di iniziare un “percorso dell’anima” che gli offre l’opportunità di rivivere e focalizzare, contestualmente alle fasi del decorso della malattia, riflessioni, emozioni e aspetti caratterizzanti della propria esistenza.
La possibilità di dialogare in prima persona con la propria malattia personalizzata, diventa anche l’occasione per cercare di dare un senso alla stessa ed alla sua vita. Nel dialogo tra il protagonista Andrea e la malattia, personificata in Selene, emergono riflessioni importanti sul senso della vita, del dolore e della morte, definito: “Il termine naturale di un viaggio”. Quello che conta davvero è vivere consapevolmente i propri giorni.

Mario Pastore, di origini valsesiane, per alcuni anni collaboratore e pubblicista de “La Stampa” di Torino, amministratore delegato di alcune società operanti nel campo della consulenza, attualmente è Presidente di una società che opera nell’ambito della formazione e dell’organizzazione di direzione. Con il collega Giulio Spreti è autore di testi professionali: Prove tecniche di aggregazione (2015), Pari dignità (cronache di una fusione) 2018, “Il modello distributivo a servizio del business” (maggio 2020) di Gianni Barison, Mario Pastore, Giulio Spreti, “CRM – Covid Relationship Management” (agosto 2020) – di Gianni Barison , Alessandro Giantin, Mario Pastore, Giulio Spreti.

Pastore è anche apprezzato autore di romanzi: “La Prima Pietra”, scritto in collaborazione con Giulio Spreti (2016) , “Il sesto sigillo”, che il 31 ottobre è stato incluso nella terna finalista della prima edizione Premio Letterario Nazionale Città di Jesi. E’ di prossima pubblicazione: Tramonto, Menzione d’onore per la categoria Inediti al Concorso Internazionale Metamorfosi (ottobre 2020) con la motivazione: “Un libro intenso e potente che lancia in qualche modo
un messaggio di speranza. Il cambiamento, la trasformazione, la vita stessa. Un tramonto che non deve essere per forza una fine, ma anche un nuovo inizio diverso”, selezionato alla XIV edizione del Premio Nazionale Alberoandronico – Roma.

L’invito alla presentazione di “…E poi?”, cui parteciperà l’Autore, è aperto a tutti: sarà una piacevole occasione di ascolto e di confronto.

Guarda tutto

Lascia il tuo commento

Back to top button