Alta ValsesiaEventiVarallo

Varallo: al via Borderline Arte Festival 2020

Al via la seconda edizione del “Borderline Arte Festival” a Varallo. L’evento, che ha debuttato lo scorso anno riscuotendo un grande apprezzamento da parte di tutti coloro che vi hanno partecipato, è nato dalla volontà e dalla sinergia di un gruppo di giovani artisti e musicisti valsesiani per promuovere attività artistiche attraverso eventi aperti gratuitamente al pubblico.

Questa seconda edizione, che si terrà nelle giornate del 25, 26 e 27 settembre, sarà caratterizzata da un programma ricco di novità.

Nei giorni scorsi il centro cittadino ha visto prendere forma il progetto nato all’interno del festival, “Art Invasion”, nel quale l’arte e le creazioni artistiche –sculture, dipinti e installazioni – progressivamente si stanno appropriando degli spazi della città dialogando con l’ambiente circostante in un percorso che parte dalla chiesa di San Giacomo scendendo fino a tutto corso Roma includendo anche il Sacro Monte.

L’inaugurazione si terrà venerdì 25 settembre, alle 19, al Sacro Monte dove “Carlot-ta” si esibirà nel concerto di apertura dell’evento, nella Piazza dei Tribunali, e dove, fino al termine del festival, si potranno ammirare le installazioni del gruppo di artisti dell’associazione culturaleAsilo Bianco”.

Per l’occasione all’interno dell’ “Albergo del Pellegrino” si potranno gustare menù dedicati all’iniziativa. La serata si concluderà a Varallo con il Dj set alla birreria “Gambrinus”.

Nelle giornate di sabato e domenica dalle 10 alle 21.30 si potranno ammirare le opere dei numerosi artisti, 130 circa, che hanno preso parte all’evento, le cui schede sono raccolte in un catalogo dedicato all’evento.

Il percorso espositivo si snoda da Palazzo D’Adda dove nelle sale interne espongono:

A. Warenik-Gabbiani, Barbara Pastorino, Camilla Coppola, Carla Dorz, Caro Giuliet, Dino Damiani, Lena Ghenciu, Elisa Festa, Elisa Zanoli, Elizabeta Tzvetkova, Ferruccio Lazzeri, Florine Offergelt, Franco Andreselli, Gaetano Sconamiglio, Giacomo Pellini, Ireneo Passera, Maria
Correnti, Marisa Cortese, Mariagrazia Degrandi, Matteo Cenere, Matteo Ghelma, Morgen Studio, Roberto Albertalli, Romano Barberis Negra, Yaprak Aktimur;

all’esterno invece si troveranno le opere di:

Jacopo De Dominici, Claudia Haberkern, Claudio Bonomi, Daniele Verdesca, Fabio Nicola, Maria Scarognina, Silvia Levenson e Toscanini; sotto i portici della chiesa di San Giacomo si troveranno le ceramiche artistiche dell’associazione TAAF; in piazza Antonini “Debase Architettura”; nella “Varallo Beach”esporranno Eliseo Stefan e Massimiliano Bertolotti; lungo il ponte Antonini Silvano Rotti e Letizia Beccio; in piazza Calderini Clarice Zdanki e Matteo Gozzi.

Quest’anno il percorso espositivo toccherà anche Palazzo dei Musei e per l’occasione sarà possibile accedere alle sue collezioni e all’esposizione di “Studio Nucleo” di Torino con un ingresso ridotto di 4 euro, mentre si potrà visitare gratuitamente l’allestimento nella chiesa di San Carlo con le opere di Borderline Art Studio, Daniele Notaro e Refreshink; all’interno degli spazi della Biblioteca Civica esporranno Agnese Giacobini, Alessandro Costa, Alexandra Cantatore, Andrea Legnaioli, Chiara Milano, Davide Barco, Diletta Sartorio, Emilio Lopez, Erika De Giglio, Francesca Comoli, Franco Thomas Greco, Gilbey Ibarra, Giulia Rinaldo, Guillaume Delzanno, Jonatan Mora, Luca Peverelli, Mattia Ronco, Mauro Longhini, Paola Vecchi, Rachele Bogni, Sara Ajjaji e Yuri Cagnardi.

In piazza Buonanno si potranno ammirare le opere di Roberto Zanzottera, all’esterno della collegiata di San Gaudenzio invece esporranno Luca Caniggia e Rinaldo Biasetti; in piazza Vittorio si troveranno i prodotti d’artigianato artistico di “Valsesia Cashemere” e lo stand di “Creative Comics”; a Villa Durio esporranno Aldo Marchina, Cristiana Canducci, Giovanni Chiocca, Loredana Manciati, Monica Mazzone, Nives Carrera, Trio Camaschella, Giovanna Vettorello, Lara Donetti, Ozer Aktimur, Piero Motta, Rudi Di Pasquale, Sergio Saccani, Ruben Bertoldo e Claudia Crolla.

Infine a Villa Barbara si potranno ammirare i lavori di Andrea Avolio,
Cesar Soto, Damiano Andreotti, Gianmario Ledda, Pier Perincioli, Mauro Camosso e Ruben Bertoldo.

Il percorso espositivo sarà accompagnato da un ricco programma di spettacoli e musica.

Sabato 26 a Villa Barbara dalle 15 si potrà assistere alle esibizioni di Tanzio (Hang session) e successivamente del duo “Guitars-r-us” (improvvisazione); Giorgio Pastore, del duo, sarà poi disponibile a
dispensare consigli e a rispondere a dubbi e problemi con la tecnica della chitarra. Alle 17 in piazza San Carlo si esibirà “Dharma is the way” (Cosmic Rock); infine nella zona del ponte Antonini sul palco, dalle 18.15 si alterneranno: “Enkil+Sonia Candellone” (Ambient), “Crushed Curcuma”
(Electronic Ambient), “Monkeys from Space” (Alternative Rock), “Sonny and the Stork” (Alternative Rock) e infine “Bellafà” (Dj set).

Nella giornata di domenica gli spettacoli inizieranno alle 14, a Villa Durio, con “Peter Larsen Dance Studio” per proseguire, alle 15, in piazza Buonanno con Alice Salvoldi e Massimo Losito in “Quisinarra”; alle 16, in piazza Calderini con “Romina Langhi Danza”, alle 17 con “Eko Dance Project”, alle 18 nelle Scuderie di Palazzo D’Adda con “Enrico Marone+Titti Daffara+Enkil” e si concluderà alle 18.30 con l’esibizione del gruppo “Varanasy” (Acoustic Session).

Questa edizione inoltre sarà caratterizzata da un progetto benefico a favore del “Rifugio Miletta”, organizzazione no-profit con sede ad Agrate Conturbia, Novara, che si prende cura di animali in difficoltà e Centro di Recupero per Animali Selvatici che nel corso della manifestazione faranno
conoscere il proprio lavoro e spiegheranno cosa fare quando si trova un animale selvatico in difficoltà. Chiunque voglia contribuire può acquistare le opere donate dagli artisti che prendono parte alla manifestazione all’interno dello spazio messo a disposizione dei volontari del “Rifugio Miletta” in via Osella.
Inoltre si potrà gustare la birra dedicata all’evento, “The First”, creata dalla homebrewer Alessandra Tasso, e prodotta dal “Birrificio Artigianale Abbà” di Livorno Ferraris, e portare a casa la bottiglia da collezione con l’etichetta disegnata da Mattia Ronco.

Nella zona di ponte Antonini sarà presente un’area ristoro dove ci sarà anche uno stand dell’associazione dove chi vuole sostenere il festival potrà farlo con un’offerta libera attraverso la campagna di tesseramento portata avanti qui e all’interno del cortile della Biblioteca.
La mostra sarà prorogata anche nei giorni 2, 3 e 4 ottobre.

Tags

Commenta

Back to top button
Close