Alta ValsesiaEventiVarallo

Varallo: Carnevale 2021 la tradizione continua..

Il Carnevale di Varallo non rinuncia e si adegua alle restrizioni. Nell’anno del Covid ci saranno iniziative per i bambibi e gli anziani.

Per quest’edizione così speciale Marcantonio riconferma la Cecca 2020: è la terza volta che succede nella storia

Non potendo scendere in piazza, molte iniziative saranno digitali. Ma non mancherà la “Canzun dla Giobbiaccia”.

In un momento storico così particolare anche il Carnevale si adegua alle restrizioni, con la volontà di regalare comunque un sorriso e un po’ di spensieratezza. Le molte idee in discussione ormai da settimane, anche alla luce dell’evoluzione dei provvedimenti anti Covid, hanno finalmente trovato una conformazione definitiva: il Comitato Carnevale Varallo ha deciso quali saranno le iniziative concrete e quelle digitali che saranno proposte con l’avvicinarsi della “settimana grassa”, ovvero i giorni clou del periodo carnevalesco.

Ma andando con ordine: Marcantonio, riconfermato per il secondo anno Gianni Nettis, ha deciso di avere al suo fianco la stessa Cecca del 2020, Francesca Bello; è la terza volta nella storia del carnevale varallino che una reginetta viene interpretata dalla stessa ragazza per due edizioni consecutive. Successe solo nel 1961-62 con Maria Boniforti e nel 1979-80 con Tiziana Capelli. Nonostante la mancanza di una presentazione ufficiale, Marcantonio ha fatto la sua prima comparsa concreta in città in occasione della festa patronale di San Gaudenzio, avvenuta in Collegiata nelle scorse settimane.

La prossima uscita avverrà per la Giobbiaccia, giovedì 11 febbraio: in questa giornata tradizionalmente dedicata ai bambini, Marcantonio si recherà alle scuole di piazza Ferrari accompagnando gli alunni con il Piedibus; rimanendo comunque all’esterno della scuola, saluterà i bambini, a cui verrà distribuito un “Giobbiaccia Kit”, una sorpresa ideata dal Comitato Carnevale per fare sentire la propria vicinanza ai piccoli varallini.

Da segnalare nella stessa giornata, anche la distribuzione a tutti i bambini delle scuole primarie, del libretto di quiz dedicato al Carnevale e alle tradizioni della città con i disegni di Giorgio Perrone, offerto dalla “Confraternita dei Marcantonio”, ovvero il gruppo che riunisce tutti gli ex interpreti della maschera varallina.

Inoltre, come vuole la tradizione, il giovedì grasso verrà distribuita nelle edicole e nei tabaccai della città la “Canzun dla Giobbiaccia 2021”, firmata per il sesto anno da Mae (Christian Pianori) e Cüa (Daniele Conserva). Verrà inoltre realizzata anche la stampa artistica (firmata da Lorenzo Crippa) che veniva distribuita normalmente durante la Cena della Pignatta.

Sabato 13 febbraio Marcantonio si dedicherà agli anziani con una visita davvero speciale: la maschera infatti incontrerà gli ospiti di Casa Serena nella “stanza degli abbracci”, attraverso lo speciale telo anti contagio predisposto per non esporre gli anziani al virus.

Ma le iniziative sul fronte digitale si moltiplicheranno nei prossimi giorni: sono in lavorazione diversi video che verranno diffusi tramite le piattaforme social del Comitato, che proporranno contenuti anche in chiave ironica e divertente.

Sono in cantiere anche altre iniziative in collaborazione con i comitati rionali e frazionali, ma le idee devono ancora essere predisposte in modo definitivo e verranno presentate nei prossimi giorni.

Quello che è certo, al momento, è che ci sarà anche il Testamento di Marcantonio, come sempre reso pubblico il giorno del Mercu Scurot.

Pur in un numero molto ridotto rispetto al consueto calendario, abbiamo comunque voluto proporre alcune iniziative, perché i varallini possano ugualmente respirare un po’ di carnevale – commenta il Marcantonio Gianni Nettis -. Quest’edizione rimarrà certamente nella storia per la sua unicità e vogliamo che nonostante le restrizioni, il Carnevale lasci un segno. Soprattutto per i bambini, che sono già stati privati di molto in questo ultimo anno. Speriamo la nostra presenza possa dare un segno di normalità, con la speranza che il prossimo anno tutto possa tornare come vuole la nostra centenaria tradizione”.

Segui il Carnevale di Varallo anche sul sito ufficiale: http://www.carnevalevarallo.com/

Guarda tutto
Gadget firmati Eventi Valsesia

Lascia il tuo commento

Back to top button