Eventi

Varallo: digitalizzato l’Erbario dell’Abate Carestia

Si è conclusa la digitalizzazione dell’Erbario di Fanerogame dell’Abate valsesiano Antonio Carestia, conservato al Museo Calderini di Varallo.

 

Realizzato con campioni da lui raccolti tra il 1854 e il 1875, ma anche con contributi forniti da alcuni tra i più importanti e illustri botanici italiani dell’Ottocento, l’erbario è una delle più significative raccolte facenti parte del patrimonio naturalistico e storico conservato a Palazzo dei Musei.

L’erbario, organizzato in 15 cartelle, è costituito da 1013 fogli; sono invece 1391 le specie botaniche rappresentate, per un totale di 1922 esemplari.

Il progetto è nato dalla collaborazione tra Presmell, Associazione Culturale Walser Ecomuseo Valle Vogna, e Palazzo dei Musei, che stanno lavorando insieme per proporre, nel periodo estivo, una serie di iniziative dedicate alla figura di Antonio Carestia, in collaborazione con il Consorzio Turistico Monterosa Valsesia.

L’occasione è stata utile per una revisione dei fogli e per la verifica del loro stato di conservazione e ha permesso di attuare una manutenzione dell’erbario, il quale, a distanza di più di centocinquant’anni dalla sua formazione, risulta in stato ottimale. Un ringraziamento particolare è rivolto a Patrizia Cimberio, promotrice dell’operazione di digitalizzazione dell’erbario, ad Alice Falzea e Cecilia Di Vara, studentesse in Beni Culturali, che hanno partecipato al vero e proprio lavoro di digitalizzazione, e a Roberta Locca, Presidente di Presmell.

Guarda tutto

Lascia il tuo commento

Back to top button