Alta ValsesiaEventiVarallo

Varallo, domenica 6 Novembre: “Listz Noir”. Penultimo concerto della 43^ Musica a Villa Durio

“Liszt Noir”.
Duo Violino e pianoforte nel Salone di Villa Durio per il penultimo concerto della stagione autunnale di Musica a Villa Durio.

Il Salone dell’Incoraggiamento gremito ha accolto Domenica 30 Ottobre
il ritorno dell’ Aron Quartett di Vienna, accompagnati dal violoncello di
Valentin Erben.

Tutti esauriti i posti per ascoltare l’esecuzione dell’iconico Quartetto per archi op.59 n°3 “Razumovsky” di Ludwig van Beethoven ed il Quintetto op.163 di Franz Schubert. “Tornare a suonare a Varallo dopo qualche anno è stato emozionante. Il Salone di Palazzo dei Musei è un luogo di grande fascino e qui abbiamo ricevuto un’accoglienza davvero calorosa da parte del pubblico, composto da persone di tutte le età, inclusi bambini e ragazzi. Ringrazio Massimo Giuseppe Bianchi, la Città di Varallo e l’Associazione 24/7 per l’invito.” Georg Hamann, viola e portavoce dell’Aron Quartett.

Domenica 6 Novembre nel Salone di Villa Durio, dove la stagione
concertistica ha avuto i suoi inizi nell’anno 2000, si terrà il penultimo
concerto della stagione autunnale, affidato al Duo formato da Silvia
Mazzon, violino, e Marcello Mazzoni, pianoforte.

Il repertorio proposto è interamente dedicato a musiche di Franz Liszt (1811- 1886), noto per essere stato, oltre che un grande compositore, un grande pianista. Qualcuno lo reputa il più straordinario virtuoso mai esistito.

Nell’ultimissima parte della sua vita il compositore ungherese conobbe
una conversione spirituale, ricevette in Vaticano la tonsura e gli ordini
minori e anche la musica intraprese una strada ascetica, si fece più
semplice, luminosa. Testimonianza di questa trasformazione sono le rare
e stupende gemme per violino e pianoforte, pagine affascinanti dal
carattere meditativo e consolatorio.

Le quattro versioni del “Mephisto – Waltz” per pianoforte, la più nota ed eseguita delle quali è la prima, benchè le altre non siano certo meno
pregevoli, testimoniano l’evoluzione del suo linguaggio da una
dimensione puramente concertistica, esuberante, a una sempre maggiore astrazione e concentrazione armonica (la prima versione è del 1859, l’ultima del 1885). Raramente è dato sentirle tutte e quattro a confronto e si tratta di una bellissima ed istruttiva comparazione. Il “ Totentanz. La Danza della Morte” fu pubblicato nel 1865. Si tratta di una parafrasi sulla sequenza medievale del “Dies Iræ”. Una danza macabra in musica, il Totentanz lisztiano fu riportato in auge in epoca moderna da grandi pianisti come Ferruccio Busoni e Arturo Benedetti Michelangeli. È
un’opera potente, impressionante, che disvela un lato più oscuro e
profondo di Liszt, la sua fascinazione ossianica per il Medioevo. Se il
contenuto è tenebroso la scrittura però è quella scintillante del virtuoso
giovanile, il che fa di questa pagina una sorta di ponte ideale tra la prima
e l’ultima fase della produzione del Maestro.

Silvia Mazzon, violino, e Marcello Mazzoni, pianoforte, sono membri
del Pathos Ensemble insieme a Mirco Ghirardini, Tommaso Lonquich al
clarinetto e con la voce recitante di Peppe Servillo. Suonano in duo dal
2016 e sono stati protagonisti di due fortunate registrazioni discografiche. L’interesse per l’opera di Franz Liszt è per entrambi fonte di studio e ricerca, nel 2021 è stato rilasciato l’album “Liszt Noir” dall’etichetta svizzera Bam.

I biglietti saranno in vendita sul posto prima dei concerti al prezzo di 10
euro, gratis i bambini fino a 12 anni, oppure online all’indirizzo
https://bit.ly/MVD42

Per le prenotazioni e le informazioni, è possibile inviare un messaggio
whatsapp al numero di Musica a Villa Durio +39 388 255 42 10, oppure
una email info@musicavilladurio.it
www.musicavilladurio.com

Musica a Villa Durio è una produzione dell’Associazione 24/7 realizzata
con il sostegno del Ministero della Cultura, dellà Città di Varallo e della
Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli.

Guarda tutto

Guarda altre notizie

Lascia il tuo commento

Back to top button