Alta ValsesiaEventiVarallo

Varallo: i vincitori Concorso Internazionale Valsesia Musica, Violino e Orchestra.

Venerdì 9 ottobre nel Teatro Civico di Varallo, messo a disposizione dall’Amministrazione Comunale, si è svolta la prova finale del XXIII Concorso Internazionale per violino e orchestra, organizzato dall’Associazione Culturale Valsesia Musica.

A Selma Spahiu è andato il Premio speciale per la miglior violinista in Concorso, offerto dall’Inner Wheel  Valsesia e consegnato dalla Presidente Daniela Agliati Giroldi; a Rok Zaletel Černoš il terzo premio, offerto dal Rotary Club Valsesia, consegnato dall’Ingegner Roberto Mattasoglio. Il secondo premio non è stato assegnato ed il primo è
stato diviso tra Giuseppe Gibboni e Selma Spahiu.

La Giuria, composta da Hubert Stuppner, Presidente, Vincenzo Balzani, Lindita Hoxha, Christian Anzinger, ha lavorato in modo intenso per selezionare on line tra i quarantaquattro concorrenti in rappresentanza di venti differenti nazioni, dai quali sono emersi i semifinalisti, che hanno partecipato alla prova in teatro con i pianisti accompagnatori Camilla
Marone Bianco e Georgi Trendafiloff. I tre concorrenti che sono arrivati in finale, si sono esibiti con l’Orchestra “Antonio Vivaldi”, per il terzo anno ospite a Varallo, diretta dal giovanissimo e talentuoso Maestro Luca Ballabio.

Nella presentazione sono stati pubblicamente ringraziati i finanziatori ed i partners di Valsesia Musica: Regione Piemonte, Provincia di Vercelli, Unione dei Comuni Montani della Valsesia, rappresentata dall’Assessore alla Cultura Attilio Ferla, Città di Varallo rappresentata dagli Assessori: Enrica Poletti, (che è anche Vice Presidente di Valsesia Musica) e Nathalie Ricotti, Città di Borgosesia; le Fondazioni Bancarie: Compagnia di San Paolo, Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli, che ha offerto il primo premio di € 8.000,
rappresentata dal Consigliere di indirizzo Paola Riolo; i Club di servizio: Rotary Club Valsesia, che ha offerto il terzo premio, rappresentato dall’ingegner Roberto Mattasoglio, Inner Wheel di Valsesia, che ha offerto il Premio Speciale destinato alla migliore violinista in concorso, rappresentato dalla presidente Daniela Agliati Giroldi.

Nell’introduzione sono stati ricordati i privati che generosamente offrono premi per le altre Sezioni del Concorso: nella Sezione Pianoforte, la cui finale si volgerà l’11 dicembre, Marinella Mazzone offre un premio speciale dedicato alla memoria del marito Prof. Giovanni Turcotti, Rosanna Minazzoli offre il terzo premio, in memoria del marito Pino Minazzoli. Ovidio Raiteri e la sua famiglia, insieme al Comune di Borgosesia, offrono le borse di studio del Concorso Juniores: le selezioni on line dei sessanta giovanissimi concorrenti iscritti, provenienti da tutto il mondo, si sono appena concluse con grande successo, ed il concerto dei vincitori si terrà domenica 8 novembre, al Teatro Civico di Varallo.

La novità di quest’anno così particolare, è stata la presentazione dei concerti scelti dai finalisti, da parte del Direttore Artistico, Maestro Vincenzo Balzani, che, molto opportunamente, ha inquadrato i musicisti e le opere presentate dai vari concorrenti all’interno del panorama musicale, permettendo al pubblico di apprezzarle meglio e di cogliere le doti
interpretative dei singoli musicisti.

Al termine delle esibizioni la Giuria si è riunita per stilare la classifica e nel frattempo l’Orchestra ha offerto l’Ouverture del Coriolano. Il presidente della giuria, Hubert Stuppner, ha ringraziato i colleghi per l’ottimo lavoro svolto e Cristina Minazzoli, Segretaria e struttura portante del Concorso, per il quale lavora in modo impeccabile: “Il concorso fa parte delle tappe fisse dei giovani violinisti che mirano a diventare concertisti, quindi deve essere un’assoluta priorità quella di investire sulla cultura, perché i giovani sono il nostro futuro”.

Il Maestro Balzani, si è detto molto soddisfatto dell’esito del concorso annunciando anche alcune innovazioni organizzative che saranno attivate nelle prossime edizioni: “Il concorso per violino e orchestra sarà diviso in due sezioni: classica e grandi concerti, romantici e post romantici”, sottolineando che ascoltare un violinista esibirsi dal vero è tutt’altra cosa che l’ascoltare e guardare un video. Nelle prossime edizioni saranno anche organizzate delle serate divulgative con i candidati e con il pubblico per spiegare quali sono i criteri adottati dalla Giuria: “Questo lavoro di formazione e informazione è molto importante perché contribuisce ad elevare la crescita musicale di ciascuno”.

Tags

Commenta

Back to top button
Close