EventiReportage eventiVarallo

Varallo: Musica a domicilio

Conosco una città
che ogni giorno s’empie di sole e
tutto è rapito in quel momento
Giuseppe Ungaretti

Il lockdown ha trasformato le città ed i borghi d’Italia; la chiusura delle attività, l’azzeramento degli spostamenti, il distanziamento sociale, misure necessarie per rallentare e prevenire il contagio, hanno avvolto nel silenzio luoghi che fino ad un momento prima erano teatro delle nostre vite frenetiche.

Lo splendido borgo di Varallo, capitale culturale della Valsesia incastonata in una splendida valle del Piemonte, a un’ora e mezza da Milano e Torino, non ha fatto eccezione e si è adeguata con coraggio alla più stretta osservanza delle norme.

Una chiusura necessaria, ma non indolore per una cittadina abituata a vivere gran parte dell’anno alla luce degli eventi culturali che la animano, del Sacro Monte da sempre meta di turismo internazionale, dell’Alpàa che da 40 anni è una vetrina delle eccellenze dell’artigianato, abbinata ad una programmazione di grandi concerti ed eventi serali che richiamano migliaia di visitatori da tutta Italia.

Il silenzio delle strade svuotate di Varallo ha creato nell’Amministrazione Comunale di Varallo, guidata dal Sindaco Eraldo Botta, il desiderio di dare un gesto di vicinanza ai cittadini, costretti ad ammirare la verde primavera della Valsesia dalle finestre di casa senza poterne godere.

Da qui la l’idea visionaria dell’Assessore alla Cultura Alessandro Dealberto, coadiuvato dal Comitato Alpàa e dall’Ufficio Cultura, di creare un evento unico: rompere il silenzio con la musica, senza mettere a rischio la salute degli abitanti di Varallo.

La sorpresa, annunciata dal Sindaco con la raccomandazione di stare in casa e non uscire per alcuna ragione, ha preso il via nel pomeriggio di
Sabato 25 Aprile 2020.

Massimo Giuseppe Bianchi, pianista classico di fama internazionale e orgoglioso cittadino di Varallo, è salito su un mezzo messo a disposizione dalla ditta Guglielmina di Varallo, trasformato in sala da concerto mobile.

Un dono alla propria città, privata del consueto appuntamento primaverile con Musica a Villa Durio, stagione musicale diretta da Massimo Giuseppe Bianchi, giunta al suo 20esimo anno di vita, che ospita i grandi nomi internazionali della musica classica e jazz.

Per quasi quattro ore Massimo Giuseppe Bianchi ha percorso le strade della città vecchia, grazie al supporto di alcuni volontari e delle forze dell’Ordine, in un emozionante incontro con i cittadini che gremivano le finestre ed i balconi delle proprie case, tra i quali gli anziani ospiti della Casa Serena, casa di riposo cittadina, infine i pazienti Covid in via di guarigione, ospitati nell’Ostello Comunale.

Un’esperienza unica ed indimenticabile che è stata immortalata in un video, realizzato da una troupe di videomakers, presto disponibile per la visione.

Un video che vuole essere un messaggio di augurio da parte della città di Varallo a tutti gli italiani che vorranno guardarlo, l’auspicio di poter tornare alla vita che conosciamo e l’invito di poter riempire il proprio futuro di esperienze positive, come una visita alle bellezze di Varallo e della Valsesia.

Massimo Giuseppe Bianchi

Allievo di Bruno Canino, il pianista Massimo Giuseppe Bianchi è attivo in ambito classico e jazzistico. Incide per l’etichetta Decca, i suoi ultimi album sono Around Bach (2016) e The Art of Variation (2019).

Tags

Commenta

Back to top button
Close