Alta ValsesiaEventiVarallo

Varallo: presentato il libro “Chi ha rubato il Monte Rosa?”

“Chi ha rubato il Monte Rosa?”, scritto da Daniele Mora, è un best seller nato per caso: ha superato le mille copie stampate, un caso singolare per un libro stampato due anni fa da una piccola casa editrice, scritto da un autore sconosciuto, alla sua prima prova narrativa.

E’ stato presentato pubblicamente, per la seconda volta, a Varallo in Biblioteca. Rosangela Canuto, Presidente del Centro Libri Punto d’Incontro e la sottoscritta, Direttore della Biblioteca, osservando il crescente successo di questo romanzo, semplicemente amplificato dal passaparola, abbiamo invitato l’autore, Daniele Mora, galliatese, falegname in pensione, con la passione per la montagna: “Per qualche anno mia moglie ed io abbiamo avuto una casa a Rimella, dove, ancora oggi, quando possiamo, percorriamo gli stessi sentieri di quando eravamo un po’ più giovani”.

Mora ha subito “mostrato le sue carte”: l’amore per la lettura, coltivato fin da quando, giovanissimo, l’ha indotto ad esplorare tutti i generi letterari, iniziando dalla fantascienza, per arrivare ai grandi classici: “Il libro a me più caro è certamente l’Odissea, forse il primo libro di fantascienza mai scritto, ma anche tantissimi altri autori hanno contribuito a formare il mio modo di scrivere”.

Il libro, scritto in tre anni, si compone di quattro racconti lunghi, o romanzi brevi, a seconda della prospettiva in cui si pone chi legge, indipendenti tra di loro, uniti da un sano ecologismo di fondo, sperimentazioni di stili e linguaggi diversi: “Non possedevo uno stile di scrittura e quindi ho fatto dei tentativi”. Una possibile chiave di lettura potrebbe essere la fotografia scelta per la copertina: per ritrovare la realtà che conosciamo è sufficiente capovolgere il libro.

Oggi stiamo vivendo al contrario, occorre un’inversione di rotta radicale per ritrovare i Valori, netti, puri, incontaminati” e, per rafforzare il concetto, spiega l’autore: “Il titolo è nato dal Monte Rosa che si affaccia alle finestre di casa mia, nella bassa, ma certe mattine scompare e lascia un inquietante vuoto, non solo fisico”.

Un lettore senese ha sintetizzato l’anima di questo libro singolare: “Un libro di montagna dove non ci sono scalate, arrampicate, imprese di alpinisti famosi, non c’è nulla dell’aspetto estremo di vette o ghiacciai: sono semplicemente quattro storie legate alle leggende ed ai misteri della montagna, come recita il sottotitolo, quattro romanzi brevi, ma intensi, pieni, senza una riga sprecata”.

Piera Mazzone

LEGGI QUI LA NOSTRA RECENSIONE DEL LIBRO DI DANIELE MORA

Tra tre mesi uscirà un nuovo libro di Daniele Mora, ambientato… su una montagna: l’Autore non svela nulla di più, come lettori siamo molto incuriositi.

Guarda tutto
Gadget firmati Eventi Valsesia

Lascia il tuo commento

Back to top button