Alta ValsesiaEventiVarallo

Varallo sabato 28 Maggio: tavola rotonda tra scrittori locali per la conclusione della biennale d’Arte contemporanea

BIENNALE INTERNAZIONALE DI ARTE CONTEMPORANEA A VARALLO. ULTIMO APPUNTAMENTO.

Sabato 14 maggio a Varallo, nelle sale di Palazzo D’Adda, è stata inaugurata la “Biennale internazionale d’Arte Contemporanea di Varallo 2022”, che sarà visitabile dal 14 al 29 maggio. Gli organizzatori Claudia Barbaglia e Demetrio Galeone, sono molto soddisfatti dei risultati conseguiti e dal numero dei visitatori che hanno affollato le sale espositive. Ha funzionato bene anche l’idea di portare l’arte in giro per la città, nei negozi e negli esercizi commerciali: l’iniziativa ha suscitato interesse e curiosità. Gli artisti partecipanti,centocinquanta da tutto il mondo, sono stati felici di aver esposto in un luogo tanto prestigioso, confrontandosi ed incontrandosi. I ragazzi del Liceo Artistico di Varallo, si sono sentiti valorizzati ed incentivati a proseguire la loro formazione in campo artistico.

Poiché l’arte si manifesta in tanti modi, dalla musica, al teatro, alla letteratura, “Soffi d’arte”, l’Associazione che ha organizzato la Biennale, sabato 28 maggio, alle ore 17, ha ideato una tavola rotonda con alcuni autori locali:Scrittori alla Biennale“, coordinata da Piera Mazzone, direttore della Biblioteca Civica “Farinone-Centa” di Varallo e da Federica Mingozzi, insegnante e critica d’arte, che introdurranno gli scrittori del territorio: Ferruccio Baravelli, Sonia Burla, Giovanni Lo Giudice, Enzo Bruno Tornoni, i quali presenteranno le loro opere.

Varallo Misteriosa”, di Ferruccio Baravelli, è stato presentato in Biblioteca a Varallo, il 18 dicembre 2021. L’Autore vive a Varallo e si occupa di moltissime cose, dal Grim al Gescav: è un “curioso intraprendente” che cerca risposte anche alle domande più inconsuete e intriganti, ama Varallo e la Valsesia e ne conosce i mille segreti.

Sonia Maria Emilia Burla infermiera all’Ospedale di Borgosesia, il 23 ottobre 2021 in biblioteca aveva presentato due libri sugli animali: Mister Gru. Storia di un messaggero alato, Le avventure di Soufflè. Qualcuno su cui contare, che seguivano: Il piccolo regno di Avalon e Il piccolo popolo di luce. Questa collana varallese dedicata agli animali è stata un’occasione per leggere storie singolari e per imparare a rapportarsi in modo diverso con la disabilità in generale. L’autrice è nipote di Costantino Burla, autore molto conosciuto, del quale l’Istituto Storico ha recentemente ristampato: Finalmente liberi. Episodi di vita valsesiana. 9 settembre 1943 – 25 aprile 1945, il diario che scrisse quando era Direttore didattico del Circolo di Varallo in quei terribili anni, uscito nel 2005, che era ormai esaurito.

Giovanni Lo Giudice, medico internista presso l’Ospedale di Borgosesia, da sempre coltiva l’hobby della scrittura e ama comporre poesie, racconti e testi di canzoni. Scrive anche testi di commedie brillanti e recita in alcune compagnie amatoriali valsesiane. Oltre ai libri di poesie ha pubblicato alcuni romanzi, tra i quali Effetto Jeremy nel 2014 e Il dilemma di Cocuzzedda, nel 2019. E’ autore anche di una testimonianza letteraria pubblicata nel volume fotografico di Lella Beretta: Covid19. L’ospedale in tempo di pandemia.

Renzo Romeo Tornoni, apprezzato ideatore di progetti editoriali, iniziò a pubblicare nel 1996, con un romanzo breve: Il mago ribelle, seguito nel 1997 da: La pietra magica, seguito da: Il mercante di neve e altri racconti nel 2003 e da: Il principe dei sogni nel 2004, poi curò volumi che ripercorrevano la storia delle Associazioni del territorio, tra i quali ricordiamo: A.S. Dufour del 2000, Il Gruppo Camosci del 2006, Dughi2009 e 2019.

Guarda tutto

Lascia il tuo commento

Back to top button