Notizie dal territorio

Asproflor Comuni Fioriti: iniziative e accordi per rilanciare il settore agro-florovivaistico attraverso la bellezza

Asproflor Comuni Fioriti fornisce i dati sul comparto florovivaistico e annuncia le proprie iniziative per l’anno 2022 -a partire dal tour di RinascITALIA lungo tutte le coste italiane- firmando un protocollo d’intesa per la valorizzazione territoriale con l’Associazione nazionale Città della Patata.

 

All’interno dell’EIMA International di Bologna, Asproflor ha svolto oggi il meeting nazionale 2021, assegnando anche i premi Comuni Fioriti alle Amministrazioni comunali aderenti alla propria rete.

Nel corso dell’evento sono state quindi presentate le nuove iniziative a livello nazionale
promosse dall’Associazione nazionale dei produttori florovivaisti, nel segno delle partnership per la valorizzazione dei prodotti tipici, delle bellezze e dei paesaggi italiani.

Sono stati 250 i partecipanti totali alla kermesse, svoltasi nel pieno rispetto delle misure
anti-contagio, con la rappresentanza di 42 Comuni di tutta Italia, oltre a scuole, professionisti del settore e rappresentanti delle realtà più attive nell’ambito della floricoltura e del verde urbano, oltre alla Banda musicale di Pomaretto (TO) che ha aperto il meeting.

Il protocollo d’intesa con Città della Patata.

Tra gli eventi dedicati al rilancio del settore agro-florovivaistico in Italia, spicca la sottoscrizione del protocollo di intesa con l’Associazione nazionale “Città della Patata” sul tema della valorizzazione territoriale, nel segno della bellezza e della sostenibilità.

«Questa intesa permette ai Comuni aderenti al nostro network di aumentare la propria
visibilità a livello nazionale -ha dichiarato Ernesto Fracassi, presidente di Città della
Patata– Inoltre, grazie alla esperienza di marketing territoriale maturata da Asproflor, sarà
possibile condividere progetti e iniziative per renderli ancora più belli, accrescendone il
grado di sostenibilità ambientale».

Soddisfatto anche Sergio Ferraro, presidente nazionale Asproflor: «Siamo convinti che
maggiori sono le sinergie e le collaborazioni e maggiori saranno i risultati in termini di
promozione, e valorizzazione del grande patrimonio turistico italiano. La pandemia ci ha fatto vedere con occhi diversi le ricchezze naturali e paesaggistiche che abbiamo sotto casa: Asproflor lavora per sensibilizzare amministratori e cittadini alla loro difesa e tutela».

L’accordo prevede una partnership nazionale per la promozione turistica, per la qualificazione dell’accoglienza e per l’implementazione della vivibilità dei relativi territori, anche tramite l’organizzazione di eventi e di progetti di comunicazione integrata nonché condividendo materiali informativi e database.

Il tour RinascITALIA

All’EIMA 2021 di Bologna è stata anche rilanciata l’iniziativa “RinascITALIA – Facciamo fiorire la speranza” che si svolgerà durante l’intero anno 2022. Il progetto prevede di percorrere con un camper l’intero litorale italiano, lungo un percorso di oltre novemila chilometri, vistando 645 Comuni “per motivare le Amministrazioni comunali ad aderire alla splendida ed efficace filosofia della certificazione di Comune Fiorito”.

Commenta il presidente Ferraro: «Abbiamo abbracciato questo progetto con entusiasmo,
visti anche il grande riscontro e la tanta curiosità che ha riscosso in questi primi giorni di presentazione. Ci aspettano mesi di lavoro intenso per preparare al meglio questa folle ma unica e fantastica avventura».

Il settore florovivaistico in Italia

La produzione delle aziende florovivaistiche italiane ammonta a 2,6 miliardi di euro, di cui
metà relativi a fiori e piante in vaso e metà riferiti ai prodotti vivaistici, come alberi e arbusti, pari a quasi il 5% della produzione lorda vendibile (PLV) agricola. Con l’indotto (vasi, terricci, concimi, ecc.) si arriva a un fatturato complessivo di 3 miliardi di euro.
Il settore di alberi, piante e fiori conta oggi in Italia circa 100 mila addetti su 25 mila aziende, che coltivano una superficie di 30.000 ettari, a partire da Toscana, Lazio, Liguria,Puglia, Sicilia, Veneto e Piemonte. Sono 15.500 le imprese produttive che si dedicano alla produzione di fiori e piante in vaso, mentre circa 9.500 producono piante per il vivaismo, con una dimensione aziendale media più elevata in quest’ultimo settore.

Particolare attenzione è rivolta alla sostenibilità della produzione. Gli investimenti in energia da fonti rinnovabili interessano complessivamente oltre 21.500 aziende agricole, per circa due terzi localizzate al nord. La tipologia di impianto più diffuso e’ il solare (80% delle aziende), seguito da geotermico (11%) e biomassa (9%).
Nei vivai italiani sono oggi disponibili circa 10 milioni di piante, a fronte di una richiesta
della politica europea e italiana di miliardi di piante nel giro di pochi anni. Nell’ultimo biennio è anche aumentata in modo considerevole la domanda da parte delle famiglie per quanto riguarda fiori, alberi e orti.

L’edizione 2021 del meeting nazionale di Asproflor Comuni Fioriti è stata realizzata in collaborazione con EIMA, FederUNACOMA – Federazione Nazionale Costruttori Macchine per l’Agricoltura, Confcooperative e UNCEM Piemonte; con il supporto di Banca d’Alba, Regione Piemonte, Associazione Commercianti Albesi, Agrisapori – Settimanale di comunicazione agricola ed enogastronomica, Tabui, Gruppo Minitop, VivaiFiori, Associazione nazionale Città della Patata, Fondazione Twin Tree – Albero Gemello, Rain Vision, Gruppo Padana, Sakata, Danziger, DHMI – Lannes Group, Azienda agricola Paolo Sandri, Evergreen Legnami, Emerald, Motivi, Podere Luen, TEAM Tecnologie e Ambiente, Wella Professionals, Energy Green e Vigor Plant.

Guarda tutto

Lascia il tuo commento

Back to top button