GattinaraLozzoloMaggiora (NO)Notizie dal territorioPrato SesiaRomagnano Sesia

Bando PNRR per la rigenerazione urbana. Gattinara e altri 9 Comuni uniti per partecipare

“Paesaggi collinari attorno al fiume”. Gattinara e altri 9 Comuni insieme per progettare il futuro

 

Il Comune di Gattinara (ente capofila) insieme ai Comuni di Boca, Cavallirio, Ghemme, Grignasco, Lenta, Lozzolo, Prato Sesia, Roasio e Romagnano Sesia si sono uniti in convenzione per partecipare al bando per accedere ai fondi del PNRR per la rigenerazione urbana con il progetto “PAESAGGI COLLINARI ATTORNO AL FIUME”.

Un importante finanziamento, fino ad un massimo di 5 Milioni di Euro rivolto a Comuni che, associandosi, arrivino a rappresentare una popolazione superiore ai 15.000 abitanti.

Il progetto coinvolge 10 Comuni del nostro territorio che rappresentano quasi 28.000 abitanti, con lo scopo di individuare una serie di interventi a livello funzionale che possano costituire luoghi di riferimento, da rigenerare e riqualificare e che possano dare vita ad un sistema unico e complementare in grado di contribuire al miglioramento della qualità della vita degli abitanti e dei visitatori di tutti i comuni interessati.

«La visione che abbiamo da sempre – spiegano Maria Vittoria Casazza e Daniele Baglione, rispettivamente Sindaco e Vicesindaco di Gattinara con delega alla programmazione Strategica – è quella di un territorio unito che guarda con fiducia al proprio futuro.

Per farlo occorre immaginare come vogliamo che sia il nostro territorio tra 10-15-20 anni. Questa visione è propria di tanti amici amministratori e, insieme ad altri 9 Comuni condiviso un Progetto di sviluppo comune per portare, potenzialmente fino a 5 milioni di euro ai nostri comuni.

Il nome del progetto unitario: “Paesaggi collinari attorno al fiume” è stato scelto in base alla conformazione geomorfologica del territorio attorno al fiume Sesia; le colline, infatti, costituiscono il tratto caratteristico di queste terre e sono anche l’ambiente che presenta la maggior varietà paesaggistica, dalla cui sommità si aprono panorami mozzafiato sulla pianura, sui monti e sul massiccio del Monte Rosa.

Quando ci interroghiamo su che cosa sia il fondamento della nostra identità, non possiamo non pensare, in primo luogo, alle bellezze della natura, dell’ambiente, di un territorio che, indissolubilmente intrecciate con l’arte, la cultura, l’agroalimentare, l’enogastronomia, le tradizioni delle nostre comunità, ne fanno un patrimonio eccezionale ed è nostro compito, collaborando con le altre realtà del territorio, ricercare le risorse per salvaguardarlo e per miglioralo sempre più

Questo è solo l’inizio di un percorso – continua Daniele Baglione – condividere obiettivi e strategie comuni per il nostro territorio con amministratori innamorati dei propri Paesi è la strada attuale e che percorreremo nei prossimi anni, per fare dei nostri luoghi, sempre di più, i Luoghi del Buon Vivere, insieme».

Guarda tutto

Lascia il tuo commento

Back to top button