BorgosesiaNotizie dal territorio

Borgosesia: è nata la Consulta della Cultura

Era uno dei punti principali del programma elettorale di Fabrizio Bonaccio ed oggi è realtà: la Consulta della Cultura, organo che affiancherà il Comune nell’individuazione di un programma culturale da proporre alla città, con l’intento di coinvolgere le diverse fasce d’età e di interesse, è stata costituita.

I componenti della consulta sono cinque: il prof. Alessandro Orsi, già attivissimo Preside dell’Istituto Alberghiero di Varallo e Gattinara, storico a cui si devono importanti pubblicazioni sul territorio; il prof. Carlo Senatore, docente alla scuola media di Borgosesia e promotore di cultura; la maestra Monica Bergamasco,  insegnante e referente della Scuola Primaria di Aranco, ma anche attrice di teatro; la dott.ssa Marinella Mazzone, già direttore del Dipartimento di Salute Mentale ASL VC e oggi presidente del Centro Studi Giovanni Turcotti: il prof. Bruno Rinaldi, per tanti anni amatissimo docente di storia e filosofia al Liceo Scientifico di Borgosesia.

«Abbiamo fortemente voluto quest’organo per coadiuvare l’Assessore alla Cultura, Gianna Poletti, e l’Assessore agli Eventi e Manifestazioni, Marco Buonamici,  nella creazione di iniziative culturali sul territorio di Borgosesia – spiega il Sindaco – nell’ottica di riportare la cultura ad essere una pagina importante per la nostra città. L’obiettivo è creare eventi trasversali – aggiunge Fabrizio Bonaccio – che possano intercettare l’interesse di giovani e adulti, coinvolgendo anche bambini ed anziani, per riportare i borgosesiani ad appassionarsi alle proposte che l’amministrazione culturale proporrà nei diversi settori della cultura».

In carica per tutta la durata dell’amministrazione, i membri della Consulta si riuniranno su propria iniziativa, senza calendario prefissato.

Alessandro Orsi, Presidente della Consulta, esprime soddisfazione per questa iniziativa del Comune: «Sono felice che il Comune abbia deciso di coinvolgere il mondo della cultura nell’attività di programmazione rivolta alla città – dice il professore – ritengo siano molti i temi su cui lavorare, tra i quali privilegerei  la “memoria” di tutto ciò che è stata la storia della città, in particolare – anticipa Orsi – uno dei primi progetti che verranno realizzati sarà coinvolgere le scuole nell’incontro con gli ultranovantenni, in modo da raccogliere le ultime testimonianze sulla Borgosesia dei primi del Novecento».

Tra i progetti già al vaglio della Consulta, anche la realizzazione di testi e la presentazione di pubblicazioni sia appartenenti all’editoria locale che di più ampio respiro, oltre che la promozione dell’attività teatrale e musicale.

«Credo che Borgosesia, grazie a questo gruppo qualificato di persone, si riapproprierà della propria dimensione culturale – conclude il Sindaco – a lungo accantonata, ma mai sopita: abbiamo un bel tessuto, sia in termini di persone che di spazi, dobbiamo solo riscoprirlo e promuoverlo. L’auspicio è che i cittadini rispondano con entusiasmo alle nuove proposte».

Guarda tutto

Guarda altre notizie

Lascia il tuo commento

Back to top button